Rossi: “Migliore gara sull'asciutto”

Settimo posto per il nove volte campione del mondo che, in diretta a Fuorigiri, racconta la sua gara e pensa ai test che avranno inizio domani sul circuito catalano.

Rossi: “Migliore gara sull'asciutto”
Valentino Rossi #46

Sabato Valentino l'aveva preannunciato al microfono di Paolo Beltramo: “Parto dalla nona casella e punto al settimo posto”. Così ha detto e così è stato. Partito bene e con qualche possibilità di lottare per la quinta posizione, non è riuscito a stare con i piloti che lo precedevano, ed è andato così a tagliare il traguardo in settima posizione. Rossi spiega: “All’inizio ho avuto un problema con il freno davanti e questo mi ha un po' penalizzato in staccata, poi c’è stata una parte di gara dove sono stato piuttosto veloce, vicino a Crutchlow, Stoner e Dovizioso, ma soprattutto a Bautista che oggi era il nostro obiettivo. Per tenere il loro passo ad un certo punto ho dovuto forzare il ritmo, lì la gomma dietro ha perso un po' di grip e non ne ho più avuto per il finale. Con il sottosterzo usiamo tanto la gomma posteriore per curvare bene, quindi se si spinge più del solito, inevitabilmente si stressa troppo la gomma in pochi giri.

 

Nonostante tutto, il Dottore è convinto che stiano proseguendo sulla strada giusta, anche se: “abbiamo bisogna ancora di qualcosa per dare il 100 %. Il forcellone in alluminio lo riproveremo in questi due giorni di test, ma soffriamo comunque sempre troppo rispetto agli altri come grip sul davanti.” Al centro dell'attenzione adesso ci sono i test che faranno domani sullo stesso circuito del Montmelò. A distanza di una decina di giorni da quelli precedenti sul circuito del Mugello, il team Ducati tornerà a lavorare sulla Desmosedici e a provare pezzi nuovi che possano favorire la guida su una pista asciutta. Rossi dice: “In questi test proveremo dei setting molto diversi, cercheremo di capire se soltanto spostando i pesi del bilanciamento della moto possiamo recuperare quei due o tre decimi di passo sul gruppo davanti a noi. Non credo ci manca tantissimo: sono convinto che oggi sia stata la nostra gara migliore sull’asciutto, non ero distante dal podio e ho soltanto mollato nel finale per i nostri problemi. Siamo comunque da questa posizione al momento.” 17 sono i secondi che oggi lo hanno separato dalla testa della corsa, un ritardo decisamente importante e da migliorare per rivedere un Valentino da podio, indipendentemente dalle condizioni metereologiche.