Jorge Lorenzo: “Parto per vincere tutte le gare”

Il maiorchino vince in casa duellando con Dani Pedrosa, secondo. Dovizioso sale sul primo podio con la Yamaha Tech 3, mentre Stoner finsice quarto.

Jorge Lorenzo: “Parto per vincere tutte le gare”
Sul podio Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa festeggiano

Alla terza vittoria stagionale, Jorge Lorenzo allunga nella classifica generale e va a +20 punti Casey Stoner. Oggi l'australiano non sembrava essere tanto in forma, e a pensarci bene neanche a Le Mans. Dopo l'annuncio del suo ritiro ha perso motivazione a scendere in pista? Si spera di no, visto che già dovremo rinunciare al suo talento negli anni a venire, che almeno in questa sua ultima stagione ci continui a regalare grandi emozioni, mostrando quello che è in grado di fare.

 

Il pilota di punta Yamaha racconta al microfono di Alberto Porta la sua gara: “E' stata una gara difficile. All'inizio Spies e Pedrosa erano davanti e non volevo correre il rischio di causare cadute, anche quando stavo lottando con Dani non volevo fare follie. Sono molto contento di come sta andando la stagione, io parto per vincere tutte le gare, qualche volta si può, altre volte no . E quando non riesco a vincere provo a chiudere secondo, terzo, quarto. Quando ho visto Stoner in difficoltà ho pensato che finire secondo dietro Pedrosa non era male, ma ho provato a prendere Dani, anche perché lui aveva calato un po' il ritmo. Avevo paura di commettere errori perché rischiavamo di finire per terra entrambi, ho aspettato un suo errore che è arrivato in frenata e a quel punto ho aperto il gas e l'ho sorpassato, sono andato al limite per 3-4 giri e ho vinto”. Parlando di mercato, argomento dal quale ormai è impossibile sottrarsi, Lorenzo scherza su offerte ricevuto con cifre astronomiche e poi tornando serio dichiara: “Continuo a pensare che la mia prima opzione resta la Yamaha, è il team che ho nel cuore, ma un pilota deve ascoltare tutte le proposte. Per me i fattori che contano sono tre: quello sentimentale, la competitività della moto e il fattore economico, sono queste le tre cose che valuterò prima di prendere qualsiasi decisione”.

 

È un Dani Pedrosa giù di corda e rammaricato che troviamo a rilasciare le dichiarazioni del dopo gara. Il fatto che quest'anno non abbia ancora centrato una vittoria e sapendo di essere sotto esame, non lo fanno stare tranquillo: “Ho dato il massimo. Ho provato a spingere tutta la gara, sono andato avanti, poi Jorge mi ha recuperato, alla fine è stato difficile controllare la moto. Volevo vincere, ma non ci sono risucito. Peccato, è stata una gara strana. Ero avanti, poi negli ultimi dieci giri ho commesso errori, non riuscivo a tenere la moto dritta e Lorenzo mi ha passato”.

 

Il primo podio stagionale per Andrea Dovizioso arriva alla quinta gara sul circuito catalano. Il Dovi, visibilmente contento, dichiara al parco chiuso: “Ero veramente al limite però una gara del genere ci insegna davvero tantissimo. Stare così vicino a Lorenzo mi ha dato modo di capire delle cose sul suo stile di guida: lui è velocissimo in percorrenza, ma rispetto a noi guadagna qualcosa anche in accelerazione. Dunque, dobbiamo vedere se possiamo riprodurre i suoi settaggi con il materiale a nostra disposizione. Sono davvero molto felice per tutti. I tifosi, il team e tutte le persone che mi aiutano. E' difficile battere questi ragazzi, perché vanno sempre fortissimo, ma ci proveremo”.

 

L'australiano Casey Stoner è giù dal podio con il un quarto tempo e ammette: "Oggi sono rimasto un po' deluso. Credevo che avessimo il passo giusto, invece con la gomma dura siamo peggiorati rispetto ai giorni precedenti. Ma non sapevamo cosa aspettarci con la gomma morbida, quindi abbiamo scelto l'opzione più sicura. Il nostro problema principale resta il chattering. Se riusciamo a risolverlo con le vecchie gomme, andrà bene anche con le nuove. Domani ci concentreremo su quello". Infine, innervosito dalle domande impertinenti dei giornalisti, risponde seccamente: Fossi in voi, non mi preoccuperei del vantaggio che Lorenzo ha accumulato su di me in classifica Il record di podi consecutivi non mi interessa. Ad ogni gara mi presento per vincere, o fare il miglior risultato possibile. Le cose possono cambiare molto in fretta in questo sport”.