Lorenzo: “Il duello con Casey è stato uno spettacolo”

Lorenzo: “Il duello con Casey è stato uno spettacolo”

Si conclude lo strabiliante week-end inglese di Silverstone che ha regalato a tutti gli appassionati della moto gp una gara da togliere il fiato, come non si vedeva da tanto. Vince, segna la terza vittoria consecutiva e allunga sul mondiale Jorge Lorenzo, seguito da Casey Stoner e Dani Pedrosa.

Sorpassi a manetta e pieghe impressionanti ci hanno tenuto con il fiato sospeso fino alla fine. Le particolari condizioni climatiche, troppo caldo, e il livello molto alto dei piloti hanno regalato una gara davvero speciale. Ora la parola ad protagonisti:

Jorge Lorenzo, 1°:"La stagione finora è stata quasi perfetta. E' stata una gara molto difficile, complicata. All'inizio ero sesto, poi ho cominciato a riprendere il gruppo davanti, non volevo fare stupidaggini e ho aspettato un po'. E infine c'è stato il duello con Casey, che è stato uno spettacolo, mi sono divertito molto".

Casey Stoner, 2°: “È stata una gara dura oggi, abbiamo visto il ritmo della Yamaha e già nei primi giri avevo capito che sarebbe stata una gara difficile. Già nel terzo giro specialmente sul lato sinistro il pneumatico era quasi distrutto. Il mio “piano” era quello di cercare di raggiungere quelli davanti ed arrivare fino a Spies, che poi ha fatto un errore e quindi mi sono trovato al comando. Sapevamo che non avevamo un passo migliore rispetto agli altri piloti, e che a breve mi avrebbero ripreso. Non avevamo grip sul bordo del pneumatico e la mia velocità in curva era minore e questo ha reso le cose difficili. Oggi avevamo bisogno di un pò più aderenza e saremmo stati in grado di lottare per la vittoria, ma guardando le gomme posteriori alla fine della gara, c’era sicuramente qualcosa di sbagliato.”

Dani Pedrosa, 3°: “Ho sentimenti contrastanti dopo questa gara; sono felice di essere sul podio su questo circuito per diversi motivi: è una pista in cui ho sempre faticato e abbiamo avuto un weekend molto duro. Non è stato facile per noi. Imparare il circuito e cercare il miglior set-up con queste condizioni meteo è stato difficile e oggi non ho fatto una delle mie migliori partenze. Al primo giro ero settimo, ma sono riuscito a mantenere la calma e ad andare più veloce giro dopo giro, mantenendo il mio ritmo. Ho visto Jorge (Lorenzo) ed era lui il pilota da seguire, così sono riuscito a superare Dovizioso, Bautista e Spies e a prendere Casey (Stoner), che era secondo. Jorge però si è subito allontanato, ho provato a passare Casey ma sono arrivato un pò lungo all’ultima chicane. Per un attimo mi sono immaginato due Honda Repsol a terra e allora ho preferito non rischiare tenendo la terza posizione. E’ positivo essere sul podio se si considera che è la prima gara per il team con questo nuovo pneumatico anteriore, ma per il campionato non è un buon risultato. Dobbiamo fare un passo avanti per risolvere i problemi che abbiamo con il chattering, perché adesso Jorge è troppo forte per la Honda.”

Alvaro Bautista, 4°:"Abbiamo lavorato molto bene - ha ringraziato tutti lo spagnolo del team Gresini - . Da dopo i test di Barcellona, abbiamo fatto un passo in avanti e si è visto. Sono stato vicino al podio, non volevo sbagliare, finire la gara ed è stato un buon fine settimana, siamo arrivati a 5 secondi la Lorenzo, speriamo di continuare così. La nuova gomma davanti? Non sono migliorato per quello, il cambio più grosso è stata la forcella, abbiamo fatto un bel passo in avanti e la geometria della moto e stata adattata al mio stile di guida". 

Andrea Dovizioso, 8°:"Ho perso di poco il dietro, ci sono rimasto male. Non me lo aspettavo, ero nel momento meno al limite della prima parte di gara, dopo, a parte Lorenzo, tutti sono calati e potevamo andar forte. Sapevo che Casey Stoner sarebbe calato, quando perdi le gare così pesa tanto, siamo ì davanti veloci, abbiamo preso poco da Lorenzo, però peccato, perdere un'occasione del genere scoccia tanto".