Rossi: “Bisogna crederci”

Rossi: “Bisogna crederci”

E' scattato dalla decima casella sul circuito del Sachsenring e ha concluso con il sesto tempo. Un risultato positivo e proprio qui oggi era presente l'Audi, pronta per parlare del prossimo anno.

Miglior Ducati della gara e con un buon passo, Valentino Rossi appare dopo la corsa con un viso meno tirato del solito. Con la sua solita pazienza e una luce nuova negli occhi, risponde alle domande dei giornalisti di Italia uno e inizia raccontando così la sua gara: “Questa volta abbiamo fatto un pochino meglio, lavorando con un setting diverso per preservare le gomme per l’ultima parte di gara. Sono riuscito ad avere un passo abbastanza buono e, soprattutto, tenere fino all’ultimo giro. All’inizio sono stato un po' attento, c’era tanta confusione, soprattutto Barbera faceva un po' di “casino” in staccata. Io sapevo che più di così non potevo migliorare la posizione, pertanto ho gestito la situazione per averne più nella parte finale. Proprio all’ultimo giro stavo per sopravanzare Bradl per il quinto posto alla penultima curva, volevo passarlo, ma c’erano le bandiere gialle per la caduta di Stoner quindi non ho potuto provarci. La nota positiva è che abbiamo resistito fino all’ultimo giro, anche se non siamo andati più forte rispetto alle prove e non abbiamo risolto i problemi che avevamo.

Il pesarese ha anche parlato di quel che sarà il futuro con Ducati, visto che i piloti decisivi nella categoria regina hanno già scelto il loro immediato futuro e proprio al Sachsenring era presente oggi l'amministratore delegato Rupert Stadler. Il nove volte campione del mondo ammette: Sì, ho incontrato l’amministratore delegato Audi, ci ho parlato e sono molto interessati a continuare, far qualcosa di buono e aiutare la Ducati nei prossimi anni per tornare competitivi. Hanno un progetto molto ambizioso e vogliono farlo con me. Audi ha un grande potenziale, ma in questo momento fa le macchine, non le moto, non ha comunque la bacchetta magica”. Valentino non smentisce nulla, la voglia di vincere sulla Rossa continua ad imperare su ogni delusione. Per quanto riguarda lo sviluppo della moto dice: “Cominciare tutto da zero non serve. Secondo me è più intelligente migliorare quello che abbiamo. Dobbiamo prendere le cose buone della moto che abbiamo adesso, io e il mio team abbiamo dato indicazioni molto chiare ormai da qualche mese. Finora non abbiamo migliorato tanto, speriamo di riuscirci nei test dopo il Mugello: sinceramente non so cosa aspettarmi, ma bisogna esser ottimisti e crederci”. Quindi appuntamento al Mugello per il prossimo week end, sul circuito fiorentino tanto amato da Vale dove i tantissimi tifosi del 46 non mancheranno a far sentire tutto il loro appoggio ed affetto al campione di casa. Crediamoci!