Lorenzo domina, ma non scappa

In entrambe le prove libere di oggi lo spagnolo è stato il migliore in pista, seguito da Pedrosa e Hayden che sono rimasti attaccati al suo tubo di scarico. Dovizioso quinto, Valentino per ora nono.

Lorenzo domina, ma non scappa
I protagonisti del weekend del Mugello in MotoGP

Sembra un dejavu, perché esattamente come l'anno scorso Jorge Lorenzo è il pilota da mettere nel mirino. Il Mugello gli sorride e nonostante la caviglia destra non sia ancora al 100% abbassa il tempo a 1’48.076. Per l'occasione il maiorchino sfoggia un nuovo casco che manda un chiaro segnale ai suoi avversari: nero e grigio, con occhi gialli, “the black mamba” è il soggetto, ovvero il serpente più veloce che esista al mondo, oltre che velenoso e decisamente pericoloso. Riuscirà a sfuggire alle grinfie degli avversari e guadagnarsi anche quest'anno il gradino più alto del podio? Dani Pedrosa farà il possibile e l'impossibile per imedirglielo. A 31 millesimi da Lorenzo, il pilota Honda ha tanta voglia di riconfermarsi soprattutto dopo la firma che lo terrà legato alla casa nipponica almeno fino al 2014. Il terzo e il quarto tempo sono segnati da due Ducati, tra le quali però manca quella di Valentino Rossi, solo nono con gomma dura.

 

Nicky Hayden ed Hector Barbera rompono il dominio di Honda e Yamaha con un ritardo ragionevole e recuperabile che per ora non preoccupa più di tanto. Bisognerà però vedere come sarà il passo di entrambi che detterà i tempi della gara. Il primo dei nostri lo troviamo in quinta posizione e si tratta di Andrea Dovizioso che precede un indiavolato Casey Stoner. L'australiano termina con un ritardo di quattro decimi e mezzo dal primo e un'infuriata poco piacevoli nei confronti di Danilo Petrucci. L'italiano in sella alla sua CRT ha la colpa di essersi trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato, ostacolando il campione del mondo in carica che ha avuto uno dei suoi inspiegabili e irruenti scatti d'ira. Quasi un secondo di paga si becca Valentino Rossi che ieri è stato protagonista di dichiarazioni accese. Sulle domande dei giornalisti che gli chiedevano come vedesse Crutchlow sulla Rossa, il pesarese rispose con sincerità e ripetendo la frase incriminata “parlo come uno che rimane in Ducati”. Una affermazione con basi fondanti o una battuta? Subito dopo Valentino si corresse sostenendo che non ha ancora preso alcuna decisione in merito. Se ne riparlerà tra qualche settimana.

 

Tra le livree, c'è una novità: il team San Carlo Gresini ha deciso di tornare a vestirsi di bianco per onorare Marco Simoncelli, il Sic. Come era stato annunciato ieri in conferenza stampa e oggi in pista è stato dimostrato, Alvaro Bautista e Michele Pirro sfoggiano la tradizionale moto bianca e nel video di presentazione appare il papà Paolo Simoncelli che con un pennarello nero scrive sulla moto “Dai Gass!!!”. Il Team Manager Fausto Gresini racconta: “Rivedere la livrea bianca delle nostre moto mi ha creato un emozione incredibile. La scelta del nero era stata fatta per rispettare la memoria di Marco e per trasmettere il forte messaggio che nessuno avrebbe preso il suo posto. Dopo molti mesi Marco è sempre nei nostri cuori e a gran voce i suoi fans reclamavano il ritorno della moto che più di ogni altra cosa lo ricorda. Oggi il bianco è tornato ed il cuore sembrava mi esplodesse”.

 

 

MotoGP World Championship 2012
Mugello, Classifica Prove Libere 2

01- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – 1’48.076
02- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.031
03- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 0.081
04- Hector Barbera – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 0.178
05- Andrea Dovizioso – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.232
06- Casey Stoner – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.451
07- Ben Spies – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.464
08- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.574
09- Valentino Rossi – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP12 – + 0.941
10- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 0.946
11- Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – Honda RC213V – + 1.132
12- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 1.939 (CRT)
13- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP12 – + 2.193 (CRT)
14- Michele Pirro – San Carlo Honda Gresini – FTR Honda MGP12 – + 3.054 (CRT)
15- Yonny Hernandez – Avintia Blusens – BQR MotoGP – + 3.246 (CRT)
16- Mattia Pasini – Speed Master Team – ART GP12 – + 3.308 (CRT)
17- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – Suter BMW – + 3.781 (CRT)
18- James Ellison – Paul Bird Motorsport – ART GP12 – + 3.890 (CRT)
19- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda TR003 – + 4.033 (CRT)
20- Ivan Silva – Avintia Blusens – BQR MotoGP – + 4.482 (CRT)