Rossi-Yamaha: ritorno al futuro

Il campione di Tavullia, dopo due stagioni poco gratificanti in sella alla Ducati, ha deciso di tornare alla casa dei tre diapason. L’annuncio ufficiale arriverà il 15 agosto.

Rossi-Yamaha: ritorno al futuro
Rossi-Yamaha: ritorno al futuro

Se ne parlava già da un po’, ma durante il periodo di vacanza tra i due gran premi oltreoceano le voci si sono fatte più insistenti e a Ferragosto dovrebbe arrivare l’annuncio ufficiale. Valentino Rossi avrebbe firmato un contratto biennale con la Yamaha e potrebbe tornare ad essere compagno di squadra dell’attuale leader del mondiale Jorge Lorenzo. Inoltre, una volta terminate le due stagioni in MotoGP, potrebbe aiutare la Yamaha a tornare nel mondiale Superbike, guidando proprio lui la R1 che manca dalla griglia di partenza.

Il matrimonio con la Ducati era sembrato un fallimento già dalle prime gare della stagione passata. Per molti tifosi e appassionati che avevano creduto in un binomio vincente, ce n’erano altrettanti convinti che questa accoppiata fosse un grosso errore. Il tempo ha dimostrato che questi ultimi avevano ragione: l’unione tra Rossi e la Desmosedici non ha portato i frutti sperati.  L’avventura sembra essersi conclusa definitivamente con la caduta al Cavatappi sul circuito di Laguna Seca. Nonostante l’amministratore delegato della Ducati Gabriele Del Torchio avesse proposto un’offerta per restare nel team di Borgo Paingale, Valentino Rossi avrebbe preferito tornare sui suoi passi e riprendere la vecchia strada intrapresa qualche anno fa: quella per il Giappone. L’ingaggio che proponeva la casa italiana era al ribasso, ma il fattore economico, come lo stesso Rossi ha spiegato prima di prendere una decisione, è ciò che influisce di meno nella scelta del suo futuro. Valentino vuole certezze dal punto di vista tecnico, per tornare a vincere ed, eventualmente, ritirarsi da imbattuto. A detta del pluricampione, continuare con Ducati significherebbe “un salto nel buio”, mentre sembra che in casa Yamaha abbia trovato ciò che cercava da tempo: una moto in grado di regalargli soddisfazioni.

Certo, il compagno di squadra non è dei più comodi: Jorge Lorenzo, infatti, gli ha dato del filo da torcere già quando in passato hanno formato una squadra e quest’anno è l’uomo da battere. Ma sembra che i rapporti tra i due siano migliorati. Lo spagnolo ha dichiarato che non avrebbe nessun problema a condividere di nuovo il box con Rossi e che, anzi, insieme formerebbero una bella squadra. Per tutta risposta, il Dottore ha dichiarato pubblicamente che Lorenzo è stato uno dei pochi che l’ha rispettato sempre anche nei momenti più difficili. Insomma, l’ostacolo del compagno di squadra, almeno dal punto di vista umano, sembra superato.

Ora bisogna solo attendere l’annuncio, anche se sembra essere solo una formalità. Nel frattempo si susseguono dichiarazioni, puntualmente smentite dai vertici Ducati. L’ultima vede protagonista Francesco Rapisarda, direttore della comunicazione Ducati, che, alla rivista Motociclismo, avrebbe dichiarato: “il rapporto è definitivamente chiuso. E’ una sconfitta per entrambi, abbiamo tentato sia noi che lui in tutti i modi di salvare il matrimonio ma non ci siamo riusciti”. La notizia è stata cancellata dopo poco tempo dalla sua pubblicazione e le dichiarazioni smentite dallo stesso Rapisarda che sostiene di non aver mai pronunciato quelle parole. Resta il fatto che le voci circolanti sul futuro di Rossi in Yamaha sembrano sempre più fondate e il 15 agosto, salvo clamorosi colpi di scena, ci sará l'annuncio.