Ufficiale: Spies e Iannone in Ducati Pramac

Dopo varie voci, oggi è arrivato l’annuncio ufficiale. Nel 2013 Ben Spies e Andrea Iannone saranno compagni di squadra nel Team Ducati Pramac.

Ufficiale: Spies e Iannone in Ducati Pramac
Ben Spies - Andrea Iannone (Getty Images)

Nel 2013, Ben Spies e Andrea Iannone faranno parte del team Ducati Pramac. Da tempo si rincorrevano voci che vedevano l’italiano in MotoGP per un team “junior”. L’americano, che sembrava proiettato ad un ritorno in Superbike, scioglie tutti i dubbi, restando nel Motomondiale. I due piloti, nonostante correranno per il team satellite, saranno forniti di materiale ufficiale. Il team Ducati ha, inoltre, ufficializzato il rinnovo della propria collaborazione con Pramac Racing, che continuerà a gestire il team satellite.

Andrea Iannone, 23 anni, milita nella categoria Moto2 dal 2010. Nelle due passate stagioni si è fatto notare classificandosi al terzo posto della classifica generale. Quest’anno è uno dei diretti rivali al titolo Moto2 del leader iridato Marc Marquez. L’anno prossimo, quindi, passerà alla categoria regina e affronterà una nuova sfida.

Ben Spies, sicuramente più veterano della categoria, ha debuttato in MotoGP nel 2010 in qualità di Campione del Mondo Superbike 2009. Ha corso con il Team Tech 3, satellite della Yamaha, fino al 2011, anno in cui ha preso il posto di Valentino Rossi nel team ufficiale. Sarà proprio lo stesso Valentino Rossi a tornare sulla M1 che Spies lascerà a fine stagione per iniziare una nuova avventura in Ducati.

Di seguito il comunicato ufficiale del team Ducati:

Ducati annuncia di aver firmato un accordo con il pilota americano Ben Spies e l’italiano Andrea Iannone per disputare il Campionato del Mondo MotoGP 2013.

Dopo la conferma di Nicky Hayden e l’annuncio di Andrea Dovizioso per il Ducati Team, la Casa italiana ribadisce fiducia e impegno nel Campionato del Mondo MotoGP completando lo schieramento per la prossima stagione con due piloti veloci e competitivi, già protagonisti del Campionato del Mondo Moto2 e MotoGP.

Contestualmente è stato rinnovato il sodalizio che lega Ducati alla Pramac Racing a cui continuerà ad essere affidata la gestione del Team Satellite. I due piloti, che hanno un legame diretto con la Casa, avranno a disposizione materiale ufficiale.

Questo accordo consentirà un ulteriore e importante supporto nello sviluppo del progetto Desmosedici MotoGP, offrendo un’ulteriore opportunità per il processo di miglioramento delle performance della moto italiana.