Motocross: Cairoli detta legge in Francia

Una doppietta senza discussioni del siciliano in terra francese rimette ordine nelle gerarchie del mondiale Mx1 dopo il fango del Brasile: completano il podio i padroni di casa Pourcel e Paulin, mentre Philippaerts vive un weekend luci ed ombre. In Mx2 si riconferma Herlings, con Searle unico vero avversario per la conquista del campionato.

Motocross: Cairoli detta legge in Francia
Il podio finale della classe Mx1

Le qualifiche del sabato hanno vistun dominio francese nella classe regina, con Pourcel seguito da Paulin, Desalle e Cairoli: settimo Philippaerts. In Mx2, invece, Searle vince la manche di qualificazione davanti a Herlings e Van Horebeek, decima piazza per Lupino.  

MX2 - GARA 1

La prima manche è un dominio assoluto del belga di casa Ktm, il quale scatta in testa dal cancelletto di partenza e vi rimane fino alla bandiera a scacchi: al termine dei ventidue giri effettuati la piazza d’onore la conquista il compagno di squadra Jeremy Van Horebeek, che corre una gara gagliarda seppur con una caviglia malconcia. Il miglior avversario di Herlings, l’inglese Searle, deve accontentarsi dell’ultimo gradino del podio a causa di una partenza modesta che lo relega in mezzo al gruppone nelle prime battute di manche. Quarto posto per un Joel Roelants in continua crescita, mentre deludono i piloti di casa: quinto Teillet, sesto Tixier e solo ottavo il più blasonato Charlier.

MX2 - GARA 2

La seconda frazione di gara è sicuramente motlo più emozionante, con il pubblico in visibilio per la partenza al comando di Tixier e Tonus, seguiti a ruota da Searle: dopo tre giri però il britannico della Kawasaki cambia ritmo, coquista la leadership e s’invola verso una vittoria meritata. Herlings questa volta non ottiene uno spunto vincente e, dopo la partenza in sesta posizione, perde decisamente troppo tempo a superare Tonus e perdendo il treno dell’inglese: seconda posizione comunque che vale molto, soprattutto la vittoria del GP, mentre iterza si piazza Van Horebeek, ormai stabile in quella posizione. Quarto Roelants, seguito da Tixier e da uno straordinario Alessandro Lupino, finalmente autore di una partenza discreta e che convince tutti con la sua guida stilisticamente notevole: una volta trovata costanza potrà rendersi davvero protagonista.

MX2 TOP TEN - FRANCIA

1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 47 points; 2. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 45 p.; 3. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), 42 p.; 4. Joel Roelants (BEL, Kawasaki), 36 p.; 5. Jordi Tixier (FRA, KTM), 31 p.; 6. Valentin Teillet (FRA, Kawasaki), 28 p.; 7. Jake Nicholls (GBR, KTM), 24 p.; 8. Max Anstie (GBR, Honda), 23 p.; 9. Petar Petrov (BUL, Suzuki), 19 p.; 10. Romain Febvre (FRA, KTM), 18 p.;

MX2 CLASSIFICA CAMPIONATO

1. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 270 points; 2. Tommy Searle (GBR, Kawasaki), 248 p.; 3. Jeremy van Horebeek (BEL, KTM), 231 p.; 4. Joel Roelants (BEL, Kawasaki), 188 p.; 5. Max Anstie (GBR, Honda), 160 p.; 6. Jordi Tixier (FRA, KTM), 159 p.; 7. Jake Nicholls (GBR, KTM), 144 p.; 8. Alessandro Lupino (ITA, Husqvarna), 118 p.; 9. Jose Butron (ESP, KTM), 110 p.; 10. Dylan Ferrandis (FRA, Kawasaki), 107 p.;

 

 

MX1 – GARA 1

Partenza al comando in gara uno per Antonio Cairoli, che si conferma un maestro al cancelletto di partenza, seguito dagli agguerriti e favoriti padroni di casa Pourcel e Paulin entrambi su Kawasaki: posizioni stbili in testa fino a cinque giri dalla fine quando Paulin supera d’orgoglio il connazionale conquistando la seconda piazza; gù dal podio un altro transalpino, Xavier Boog, seguito da un Clement Desalle un po’ in affanno come David Philippaerts, decimo ed autore di una partenza da dimenticare.

MX1 – GARA 2

Gara due vede nuovamente Cairoli conquistare l’holeshot in partenza seguito a ruota da Frossard, il quale alla sesta tornata sfrutta uno dei rari errori di Tony per conquistare la leadership provvisoria; il siciliano però resta tranquillo, e al decimo giro riconquista la testa, mentre Philippaerts, finalmente autore di uno start discreto, si porta in seconda piazza, salvo poi affievolirsi con il passare dei minuti chiudendo quinto. Prepotente la rimonta della coppia francese Pourcel – Paulin, che rimontano fino ad occupare le altre due posizioni del podio. Quarto Desalle, mai veramente competitivo durante tutto il weekend: brusco calo fisico anche per Frossard, che dalla prima posizione scivola man mano fino a chiudere ottavo. Ancora fuori dalla top ten Davide Guarneri.

MX1 TOP TEN - FRANCIA

1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 50 points; 2. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), 42 p.; 3. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), 42 p.; 4. Clement Desalle (BEL, Suzuki), 34 p.; 5. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), 32 p.; 6. David Philippaerts (ITA, Yamaha), 27 p.; 7. Steven Frossard (FRA, Yamaha), 26 p.; 8. Sebastien Pourcel (FRA, Kawasaki), 25 p.; 9. Ken de Dycker (BEL, KTM), 25 p.; 10. Rui Goncalves (POR, Honda), 24 p.;

MX1 CLASSIFICA CAMPIONATO

1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 253 points; 2. Christophe Pourcel (FRA, Kawasaki), 214 p.; 3. Clement Desalle (BEL, Suzuki), 213 p.; 4. Gautier Paulin (FRA, Kawasaki), 212 p.; 5. Ken de Dycker (BEL, KTM), 179 p.; 6. David Philippaerts (ITA, Yamaha), 169 p.; 7. Xavier Boog (FRA, Kawasaki), 161 p.; 8. Kevin Strijbos (BEL, KTM), 154 p.; 9. Rui Goncalves (POR, Honda), 134 p.; 10. Tanel Leok (EST, Suzuki), 121 p.;