Brno: una Superpole “insolita” per Sykes

Superpole che ha visto un mix di emozioni: dalla delusione per l’eliminazione di Biaggi già dalla SP1, alla paura per Badovini per una scivolata provocata dalla perdita della Ducati di Giugliano, che ha portato la direzione a sospendere tutto. Poi è arrivata la pioggia e i giochi sono cambiati. Nella confusione però c’è la certezza di nome Tom Sykes, che agguanta la 7° pole della stagione. Secondo tempo per Checa e terzo per Laverty.

Brno: una Superpole “insolita” per Sykes
Tom Sykes (Getty Images)

La solita compagna spesso presente nelle prove della Superbike, ossia la pioggia, oggi si è fatta vedere ancora una volta durante la Superpole, quest’oggi in scena sul circuito di Brno, in Repubblica Ceca. E’ rimasta sempre in agguato, pronta a sconvolgere le prestazioni dei piloti ed infatti un po’ di fastidio lo ha dato, eccome. Il miglior tempo, che significa la conquista della prima casella della griglia di partenza, è stato fatto segnare dal solito Tom Sykes.

I colpi di scena hanno già inizio nella prima sessione, la SP1, con il leader di classifica Max Biaggi, eliminato con il 14° crono, risultato ottenuto con la gomma da gara. Le cose si mettono male per il “Corsaro”, che dovrà affrontare le gare di domani sulla sua pista preferita da una posizione così difficile per poter difendere il suo vantaggio di ben 48 punti che lo staccano dal connazionale Marco Melandri, oggi quinto.  Le emozioni continuano nella SP2, quando Davide Giugliano inizia a perdere olio dalla sua Ducati ed innesca così una serie di scivolate. La paura maggiore è per l’italiano Badovini; la sua caduta sembra bruttissima e finché il pilota non viene inquadrato in piedi, si teme per la sua salute. Ma per fortuna non ci sono problemi e quindi possiamo tirare un sospiro di sollievo! Bandiera rossa quindi, e per permettere agli addetti di ripulire la pista, le prove restano sospese per un bel po’ di tempo. Quando finalmente riprendono, tutti rientrano per 5 minuti di warm up, alla fine però inizia a cadere qualche goccia e la direzione quindi si vede obbligata a cambiare le disposizioni. Si passa alla formula Wet e si procede con una sola sessione per 12 piloti a giocarsi la pole. A 5 minuti dalla fine del turno è Tom Sykes che spiazza tutti con il suo 1’58”010, che è anche il record della pista. A questo punto il poleman della stagione si gode già il suo primo posto, conscio del fatto che sarà veramente difficile sopravanzarlo, in effetti nessuno ha cercato di farlo. Secondo posto per il campione Carlos Checa, terzo per Eugene Laverty, il compagno di Biaggi Così almeno oggi la squadra Aprilia ha potuto gioire per qualcosa!

eni FIM Superbike World Championship 2012
Brno, Griglia di Partenza

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
02- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198
03- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
04- Davide Giugliano – Althea Racing – Ducati 1198
05- Marco Melandri – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR
06- Jonathan Rea – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR
07- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR
08- Michel Fabrizio – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR
09- Chaz Davies – ParkinGO MTC Racing – Aprilia RSV4 Factory
10- Jakub Smrz – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198
11- David Salom – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R
12- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR
13- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000
14- Max Biaggi – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory
15- Loris Baz – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R
16- John Hopkins – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000
17- Lorenzo Zanetti – PATA Racing Team – Ducati 1198
18- Hiroshi Aoyama – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR
19- Maxime Berger – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198
20- Alex Polita – Red Devils Roma – Ducati 1198
21- Leandro Mercado – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R
22- Norino Brignola – Grillini Progea Superbike Team – BMW S1000RR
23- Viktor Kispataki – Prop-tech Ltd – Honda CBR 1000RR