La SBK debutta a Mosca

Ricomincia la corsa al titolo nell’undicesima tappa stagionale, in una pista dove tutti corrono ad armi pari. Melandri non vuole lasciar scappare il Corsaro.

La SBK debutta a Mosca
La SBK debutta a Mosca

Inizialmente si pensava che la riaffermazione del Corsaro sarebbe stato un “lavoro” molto più semplice ma, come ben sappiamo, la Sbk non può essere valutata come ovvia o scontata.
Inoltre, mentre negli altri circuiti Max poteva vantare di una grande esperienza, in Russia ciò non avviene dato che il circuito è nuovo per tutti.

Il circuito – E’ lungo circa 4 km ed ha un rettilineo di 879 metri. E’ presente un cambio di elevazione di 20 metri. Può ospitare fino a 100.000 spettatori, anche grazie al fatto che copre un'area complessiva di 263 ettari di terreno e dispone di una vastissima area paddock pavimentata di 30.000 metri quadrati. L’impianto è costato circa 130 milioni di euro e sorge nella località di Volokolamsk, ad un centinaio di km da Mosca.

Il Corsaro – Nell’anteprima del Gp di Mosca, Max Biaggi ha affermato in riferimento al nuovo circuito: «Questo è un punto di partenza, poi ci possono essere molte gare qui, sfortunatamente non correrò a lungo». Sta pensando al ritiro, forse a fine stagione. Non ci sono ancora notizie certe.

Macho – Il pilota italiano sembra incuriosito dal correre su un nuovo circuito ed afferma: “Sarà la mia prima volta in Russia, non ci sono mai stato prima, quindi sarà una nuova esperienza. Il circuito è nuovo di zecca, ma recentemene ho visto una gara automobilistica in TV su questa pista e quindi ho già potuto vedere qualcosa: devo dire che sembra molto bello. C’è una sezione lenta, un rettilineo molto lungo e un sacco di frenate. Sembra davvero divertente, e sembra offrire anche molte possibilità di sorpasso.

Venerdì 24 agosto 2012
FREE PRACTICE 12:45
QUALIFYING PRACTICE 16:30

Sabato 25 agosto 2012
SUPERPOLE 15:00 diretta su La7

Domenica 26 agosto 2012
SBK RACE 1 12:00 diretta su La7
SBK RACE 2 15:30 diretta su La7