Fate una statua a queste ragazze!

Le ragazze del tennis italiano in questi anni stanno facendo miracoli. Sara Errani ha giocato un match perfetto e in semifinale non parte favorita ma neppure battuta. Grandi rischi per i big Djokovic e Federer.

Fate una statua a queste ragazze!
Getty Images

PARIGI - Il tennis italiano dovrà fare un monumento al Roland Garros ed intitolarlo alle nostre giocatrici. Per il terzo anno consecutivo dobbiamo ringraziarle per il contributo decisivo che stanno dando al nostro tennis, purtroppo abbandonato dagli uomini negli ultimi anni.

La giornata italiana al Roland Garros è iniziata nel migliore dei modi perché Sara Errani, la quarta giocatrice italiana nella classifica mondiale, si è qualificata per le semifinali battendo in due set la tedesca Angelique Kerber, dalla quale era stata nettamennte sconfitta nell’unico precedente confronto diretto. Ora la Errani troverà l’australiana Samantha Stosur, la giocatrice che fu l’avversaria in finale di Francesca Schiavone quando la nostra giocatrice vinse questo torneo due anni fa. Con l’australiana ha un bilancio di cinque sconfitte su cinque incontri, ma nella sua carriera ha sempre dimostrato di saper imparare dalle sconfitte.
 
La Errani, già vincitrice quest’anno di tre tornei del circuito, ha giocato un primo set perfetto controllando gli scambi da fondo campo e risolvendone alcuni con il suo colpo migliore, la palla corta. L’incontro è diventato più difficile nel secondo set, quando la Errani ha ceduto quattro volte il servizio, fortunatamente riuscendo sempre a recuperare immediatamente il break. E’ stata poi molto brava la Errani a riprendere il controllo del gioco e del punteggio nel tie-break che ha vinto senza problemi per 7 punti a 2 ed evitando quindi i rischi del terzo set. In virtù di questo risultato la Errani diventa la prima italiana nella classifica mondiale (numero 14).
 
Hanno rischiato l’eliminazione due grandi protagonisti del torneo. Tsonga ha sciupato 4 match point contro il serbo Djokovic, Roger Federer ha recuperato uno svantaggio di due set contro l’argentino Del Potro, che ha confermato la sua fragilità, cedendo nettamente al quinto set.