Azzurre, abbiamo due primati!

Una giornata a due facce per il tennis italiano: se da un lato possiamo vantarci di avere tre ragazze agli ottavi, dall'altro Sara Errani si è consegnata alla storia in una partita che vorrà presto dimenticare. I pronostici sul tabellone femminile. Dal nostro inviato a Wimbledon.

Azzurre, abbiamo due primati!
Reuters Pictures

WIMBLEDON - Il tabellone del singolare femminile si è puntualmente allineato agli ottavi di finale assegnando due primati, che ci appartengono entrambi. L’Italia è infatti l’unico paese ad avere ancora in corsa tre giocatrici davanti alla Russia che ne ha due (Sharapova e Kirilenko, perché la Shvedova è stata acquistata dal Kazakistan nell’ultimo mercato tennistico).

L’altro primato, purtroppo negativo, e sul quale stanno dibattendo gli statistici in sala stampa lo ha stabilito Sara Errani che nel primo set del suo incontro con la Shvedova non è riuscita a conquistare un solo punto contro i 24 della sua avversaria. La Errani, finalista al Roland Garros, non meritava una mortificazione del genere ed in realtà è difficile spiegare come una giocatrice classificata al decimo posto nella classifica mondiale possa essere dominata in modo così duro dalla numero 65.

Si ricorda che nel 1983 l’americano Bill Scanlon abbia vinto nel torneo di Delray Beach per 6-2, 6-0 contro il brasiliano Marcos Hocevar senza perdere un solo punto nel secondo set. Qualche storico sostiene anche che la mitica Suzanne Lenglen abbia compiuto un’impresa di questo genere ma all’epoca i fogli d’arbitraggio non venivano nemmeno compilati e tanto meno conservati per cui record di questo tipo non sono documentabili.

Tra le 16 giocatrici qualificate per gli ottavi di finale, soltanto otto , (la metà esatta), non erano comprese tra le prime 16 teste di serie, un dato abbastanza sorprendente se si considera la fedeltà ai pronostici ed alle classifiche cui ci avevano abituati gli ultimi tornei importanti.

Risultati del singolare maschile:

Ferrer - Roddick 2-6, 7-6, 6-4, 6-3

Del Potro - Nishikori 6-3, 7-6, 6-1

Tsonga - Lacko 6-4, 6-3, 6-3

Cilic - Querrey 7-6, 6-4, 6-7, 6-7, 17-15 (5 ore e 33 minuti, il secondo match più lungo di sempre dopo Mahut - Isner del 2010 (11 ore e 5 minuti)

Baker - Paire 6-4, 4-6, 6-1, 6-3

Fish - Goffin 6-3, 7-6, 7-6

I miei pronostici per gli incontri di lunedì:
Sharapova n. 1 batte Lisicki 15,

Clijsters 47 batte Kerber 8,

Radwanska 3 batte Giorgi 145;

Peng 34 batte Kirilenko 17,

Williams 6 batte Shvedova 65,

Kvitova 4 batte Schiavone 24,

Vinci 23 batte Paszek 37,

Azarenka 2 batte Ivanovic 14.