ATP Notizie

Voglia di vincere

Voglia di vincere

Federer chiude la giornata sul campo centrale del Foro Italico battendo in tre set Ferrero; a tratti mostrando una condizione strepitosa che dura ormai da mesi.

In una giornata segnata dalla vittoria epica di Seppi su Wawrinka, è Federer a chiudere il programma contro un ex numero 1, Juan Carlos Ferrero. Proprio Federer sará il prossimo avversario dell’italiano. Una partita bellissima per merito di entrambi, che Federer ha vinto 6-2, 5-7, 6-1 giocando un terzo set ad altissimo livello. Ferrero è riuscito nell’impresa di vincere il secondo set, dopo essere stato 3-4, 15-40 , dimostrando se ancora ce ne fosse bisogno di essere un gran giocatore, capace di tenere ancora  testa ai migliori del circuito a 32 anni. Il miglior tennis di Ferrero, fatto di cuore, polmoni e pazienza, si è visto nei giochi finali del secondo set, quando ha breakkato sul 5-5 dopo una serie di lunghi scambi dai quali è uscito quasi sempre vincitore.  Federer lo aveva detto giusto pochi giorni fa: “Quando gioco con gente come Roddick, Hewitt o Ferrero, non mi importa se la loro classifica è bassa. Sto giocando contro dei numeri 1”. Lo spagnolo ha dato un senso alla partita e il pubblico lo ha apprezzato.

Vincere il secondo set infatti ha dato la possibilità ai presenti di veder giocare per un’altra mezz’ora Roger Federer. Se lo svizzero avesse chiuso in due set, non sarebbero mai esistiti una decina di rovesci che meriterebbero di essere mostrati nelle accademie tennistiche di tutto il mondo. Per nulla turbato dall’entusiasmo degli spettatori, che probabilmente pensavano anche a Ferrero come eventuale avversario di Seppi nel turno successivo, Federer ha deciso di prendersi la partita e ha iniziato a giocare come un angelo, soprattutto col rovescio. Avanti 3-0, si è rilassato per qualche minuto prima di tornare aggressivo e chiudere la questione. È una fortuna che Federer abbia deciso di giocare a Roma, e speriamo di godercelo più a lungo possibile.
 
Domani nei quarti c’è Seppi, un giocatore in forma e che non ha niente da perdere. Da che parte stará il pubblico? In ogni caso Federer dovrá mantenere questo livello per poter aspirare alla finale, e il Foro Italico non è esattamente il campo su cui ha vinto più partite. Il titolo a Roma gli è sempre sfuggito, con due finali perse. È quasi un anno che Federer gioca in maniera strepitosa. Ha vinto 7 degli ultimi 10 tornei cui ha partecipato e da settembre a oggi ha un record di 43-3; in un anno come questo, con le Olimpiadi ad appesantire un’estate giá durissima, Federer sta dimostrando di essere in grado, a quasi 31 anni, di trovare ancora le motivazioni  necessarie per essere presente a tutti i Master 1000, e ha l’aria di uno che ha ancora voglia di vincere.