Parigi, buon esordio per Federer e Seppi

L’italiano supera Davydenko in tre set (6-3, 7-6, 7-5) e si qualifica per il secondo turno; Federer in controllo contro il tedesco Kamke (6-2, 7-5, 6-3).

Parigi, buon esordio per Federer e Seppi
Getty Images

Continua il buon momento di Andreas Seppi; dopo l’ottimo torneo disputato a Roma l’altoatesino vince all’esordio nel Roland Garros ed elimina Davydenko in tre soli set (6-3, 7-6, 7-5 il punteggio finale). Certo Davydenko non è più quello di una volta, ma si tratta comunque di una buona vittoria, anche considerando il prossimo avversario, Kukushkin. Un accoppiamento non  proibitivo. Seppi ha servito molto bene durante tutto il match (63% di prime e 12 aces alla fine)concedendo 2 break ma strappando 5 volte il servizio al russo.

Buon esordio anche per Federer, impegnato sul campo numero 2, quello dedicato a Suzanne Lenglen. Lo svizzero non ha avuto grossi problemi a regolare il tedesco Kamke, che solamente nel secondo set è riuscito ad impensierire Federer andando avanti di un break (4-2). Il numero 3 del mondo ha reagito immediatamente ricucendo lo svantaggio e chiudendo il parziale per 7-5; al prossimo turno incontrerà Ungur, che ha fatto fuori Nalbandian. Quella di oggi è una vittoria da record per il Maestro. Si tratta del successo numero 233 in un torneo dello Slam. che lo pone al primo posto in questa classifica, alla pari di Connors. Giá dopodomani, battendo Ungur, Federer potrebbe staccare Jimbo. È anche la vittoria numero 50 di Roger al Roland Garros, a fronte di 12 sconfitte.
 
"È un bel record" ha detto Federer a fine match "perchè si ottiene con la longevitá. Jimmy è stato ovviamente uno dei migliori di sempre e ha giocato per 20 anni e raggiungerlo a 30 anni è incredibile, sono davvero felice".
 
Intanto ieri hanno parlato i due favoriti per la vittoria finale, Nadal e Djokovic. Lo spagnolo cerca a Parigi il settimo successo (sarebbe un record) mentre per Djokovic una vittoria a Parigi significherebbe completare il Career Grand Slam. Per Nadal il Roland Garros è un torneo speciale, è evidente: “Quando vengo a giocare qui passo molto tempo in giro per la cittá: mi sento molto a mio agio, adoro Parigi da quando venni qui in vacanza con la mia famiglia 10 anni fa”. “Ho giocato benissimo a Montecarlo e a Roma e mi sento in forma. Arrivo qui con sensazioni molto positive e faró il possibile per essere competitivo”. Le motivazioni non mancano certamente: oltre al record di Borg c’è la possibilità di riconquistare il numero 1 del ranking, o almeno di avvicinarsi a Djokovic: “La voglia di vincere è quella di sempre, al di lá del record. È la stessa del 2005 (quando Nadal vinse alla prima partecipazione, ndr) o del 2009 (quando soffrì l’unica sconfitta della carriera al Roland Garros, contro Soderling, ndr). 
 
Anche Djokovic si sente pronto per competere al meglio: “Mi sento bene e mi aspetto molto da me stesso. Vengo dal miglior periodo della mia carriera e voglio usare questa fiducia per fare un buon torneo”. Sul favorito per la vittoria finale: “Credo che Rafa sia sempre il favorito numero 1 al Roland Garros e in qualunque torneo sulla terra rossa. E sulla distanza dei tre su cinque è ancora più difficile batterlo. L’anno scorso Djokovic raggiunse le semifinali, dove perse da Federer. Potrebbero ritrovarsi nel penultimo atto anche quest’anno.
 
Buon esordio anche per Djokovic, che ha sconfitto il nostro Starace 7-6, 6-3, 6-1. Ad un primo set equilibrato, grazie alla freddezza e ad alcune buone giocate di Starace, hanno fatto seguito due parziali dominati dal serbo;  al prossimo turno Djoker 
giocherá contro lo sloveno Kavcic, che ha eliminato l'ex numero 1 del mondo Hewit.
 
In aggiornamento
 
Altri Risultati
 
Granollers-Sousa 6-2, 3-6, 6-3, 6-4
Serra-F.Lopez 5-0, rit.
Ungur-Nalbandian 6-3, 5-7, 6-4, 7-5
Levine-B.Becker 7-5, 6-2, 6-4
Kukushkin-Gulbis 6-4, 7-6, 5-7, 2-6, 6-4
Zeballos-Prodon 6-7, 6-3, 6-3, 6-2
Kubot-Beck 7-5, 6-2, 7-5
Ungur-Nalbandian 6-3, 5-7, 6-4, 7-5
Clement-Bogomolov 6-2, 3-6, 4-6, 7-6, 5-4, rit.
 
 
Azarenka-Brianti 6-7, 6-4, 6-2
Na Li-Cirstea 6-2, 6-1
Jankovic-Achleitner 1-6, 6-1, 7-5