Djokovic passeggia, Federer costretto a correre

Il numero 1 e 3 del ranking hanno superato il secondo turno in mattinata: nessun problema per Djokovic (6-0, 6-4, 6-4) mentre Federer a sorpresa ha ceduto un set al rumeno Ungur (6-3, 6-2, 6-7, 6-3).

Djokovic passeggia, Federer costretto a correre
Getty Images

Avanzano al secondo turno Djokovic  e Federer dopo una mattinata tranquilla per il primo e inaspettatamente lunga per il numero 3 del ranking. Se Djokovic ha chiuso in meno di due ore, Federer ha addirittura ceduto un set allo sconosciuto Ungur, romeno di 27 anni. Federer è partito bene, divertendosi a giocare un po’ di palle corte davanti a un pubblico scarso ma in crescita col passare del tempo, situazione insolita per lui ma comprensibile, trattandosi di un mercoledì mattina. Si è trattato per i primi due set  di un allenamento, simile a quello che Nadal ha sostenuto ieri contro Bolelli (6-2, 6-1, 6-2), mentre nel terzo Ungur ha tenuto i servizi fino ad andare 5-4 e si è addirittura permesso il lusso di avere due setpoint sul 15-40. Non solo.

A sorpresa Ungur si è scoperto coraggioso e ha trascinato Federer al tie-break del terzo, vincendolo 8-6 dopo due matchpoint annullati, dando così un senso alla sua partita e guadagnandosi il rispetto degli spettatori. Ma Urgun non si è limitato a vincere un set; col suo bel rovescio a una mano ha giocato grandi palle, anche quando era ormai sotto di un break nel quarto set. Colpi in controbalzo, passanti, lob di rovescio, giocati con una calma ammirabile. Stiamo parlando di un giocatore che a fatica entra nei tabelloni dei tornei ATP, costretto a giocare nel circuito Challenger, dove tra l’altro ha giocato e perso 3 finali quest’anno, tutte sulla terra rossa. 
 
Questo possibilmente dimostra una volta di più come il livello medio del tennis maschile attuale sia altissimo, con tanti giocatori vicini tra loro per tecnica e preparazione fisica e una manciata di semidei che di fatto dominano i tornei più importanti. Federer gli ha dato senz’altro una mano: avrebbe potuto chiudere il match e invece è stato costretto a rimanere in campo ancora un po’.
 
Il 27enne romeno (numero 92 ATP) avrá sicuramente imparato qualcosa da queste due ore abbondanti di palleggio con il Maestro, che a sua volta terrá presente il terzo set di oggi per evitare di ripetere lo stesso errore in futuro.  Le partite davvero complicate per Roger arriveranno giá negli ottavi di finale, dove potrebbe incontrare Del Potro, sconfitto qui a Parigi nella semifinale del 2009 in un match indimenticabile per qualità tennistica e pathos, nel quale Federer andò sotto due set a uno prima di recuperare. Al 2009 risale l’unica vittoria dello svizzero in questo torneo: la finale con Soderling fu poco più di una formalità, mentre il match chiave fu proprio la semifinale con l’argentino.
 
Del Potro oggi ha giocato e sconfitto il francese Roger-Vasselin col punteggio di 6-7, 7-6, 6-4, 6-4: un match che aveva preso una brutta piega, con Palito sotto di un set e un break e l’aria di chi non sta vivendo una giornata felice. Vasselin da parte sua ha giocato un gran match, prendendosi molti rischi e cedendo solo di fronte alla reazione di Del Potro, bravo a mantenere la calma e a ribaltare il risultato. Va ricordato che Del Potro gioca con problemi al ginocchio sinistro, anche oggi coperto da una fasciatura. 
 
Djokovic ha vissuto una mattinata più tranquilla contro lo sloveno Kavcic: a un primo set immacolato del serbo (6-0 in 23 minuti) hanno fatto seguito due parziali più equilibrati (6-4, 6-4), senza comunque che Kavcic potesse mai impensierire il passaggio del turno del numero 1. Anche il prossimo turno di Djoker non dovrebbe riservare sorprese, contro il francese Devilder. Per entrare nel vivo del torneo bisognerà aspettare ancora qualche giorno, a meno di clamorose sorprese.
 
Andreas Seppi intanto continua il suo buon momento di forma e si è qualificato per il terzo turno. L'altoatesino ha sconfitto il kazako Kukushkin al quinto set col punteggio di 6-7 (5-7), 6-2, 2-6, 6-1, 6-2. Al prossimo turno Seppi affronterà il vincente del match fra il lussemburghese Gilles Muller e lo spagnolo Fernando Verdasco.
 
Nel femminile continua il momento magico di Sara Errani, che passa al terzo turno con una vittoria netta sull'americana Oudin.
 
La partita di secondo turno tra Fognini e Troicki è stata sospesa per oscuritá sul risultato di un set pari (6-2, 3-6 per l'italiano). Ricomincerá domani come secondo match sul campo numero 6. Il programma di giovedi 31 maggio.
 
Altri Risultati (in aggiornamento)
 
Devilder-Berrer 7-6, 6-4, 6-2
Cilic-Ferrero 7-6, 6-2, 6-3
Berdych-Llodra 6-2, 6-3, 6-3
Verdasco-Muller 6-7, 6-3, 6-2, 6-2
Mahut-Klizan 4-6, 6-4, 7-6, 6-3
Kubot-Serra 7-6, 6-2, 7-6
Simon-Baker 6-4, 6-1, 6-7, 1-6, 6-0
Anderson-Zeballos 6-3, 3-6, 6-3, 6-0
 
 
Azarenka-Pfizenmaier 6-1, 6-1
Stosur-Falconi 6-1, 6-4
Medina Garrigues-Pavlovic 6-3, 6-2
Errani-Oudin 6-2, 6-3
Martinez Sanchez-Safarova 6-4, 7-5
Cibulkova-King 6-0, 6-2
Petrova-Scheepers 6-3, 6-3
Wozniak-Zheng 6-2, 6-4
Pennetta-Glatch 6-3, 6-1