Volta a Catalunya, il giovane Hodeg vince in volata la prima tappa
Volta a Catalunya, il giovane Hodeg vince in volata la prima tappa - Twitter Volta a Catalunya

Volta a Catalunya, il giovane Hodeg vince in volata la prima tappa

Il colombiano della Quick-Step Floors domina lo sprint di Calella ed è il primo leader della generale. Ferrari e Bonifazio nella top ten di giornata.

Andrears
Andrea Russo Spena

Dopo Fernando Gaviria, la Quick-Step Floors potrebbe aver trovato un altro grande sprinter colombiano. Si tratta di Alvaro Josè Hodeg, ventuno anni, che si è imposto oggi nella prima tappa della Volta a Catalunya, con arrivo sul traguardo di Calella. Volata imperiosa del sudamericano, che vince senza discussioni, quasi per distacco, davanti all'irlandese Sam Bennett e all'australiano Jay McCarthy, entrambi in forza alla Bora-Hansgrohe. Nella top ten di giornata anche due italiani, Roberto Ferrari (Team UAE Emirates), quinto, e Niccolò Bonifazio (Bahrain-Merida), sesto. Solo settimo il favorito della vigilia, il francese Nacer Bouhanni, mentre Alejandro Valverde (Movistar) si fa già vedere chiudendo ottavo. Con questo successo Hodeg conquista anche la maglia di leader della classifica generale, da provare a mantenere anche domani, sull'arrivo di Valls.

La prima tappa della Volta a Catalunya edizione 2018 si svolge intorno a Calella, sede di partenza e arrivo, per 152.3 km complessivi. Frazione di media lunghezza, un saliscendi che ha il suo culmine nel Port de Collsacreu, gran premio della montagna di terza categoria (3 km di lunghezza al 4.7% di pendenza media), la cui vetta è a dodici chilometri dalla conclusione. La giornata è animato da fuga a sei: ne fanno parte l’ucraino Andriy Grivko (Astana Pro Team), il ceco Daniel Turek (Israel Cycling Academy), l'elvetico Tom Bohli (BMC), e gli spagnoli Jesús Ezquerra (Burgos BH), Markel Irizar (Trek-Segafredo) e Antonio Molina (Caja Rural-Seguros RGA). Il vantaggio dei battistrada non supera mai i tre minuti, con il gruppo tirato dagli uomini della Cofidis e della Bora-Hansgrohe. Fuga annullata sul Port de Collsacreu, dove non ci sono scatti di uomini di classifica, ma solo del colombiano Paredes della Manzana-Postobon, per assicurarsi i punti del gran premio della montagna. La Movistar prende in mano la situazione fino ai due chilometri dal traguardo: qui sopraggiunge il treno della Quick-Step Floors, che pilota alla grande Alvaro Hodeg alle ultime centinaia di metri. Il giovane colombiano vola in progressione, annienta la resistenza dei suoi avversari e vince con un distacco abissale. Secondo l'irlandese Sam Bennett (Bora-Hansgrohe), davanti all'australiano Jay McCarthy, suo compagno di squadra, mentre si piazzano quinti e sesti gli italiani Roberto Ferrari (Team UAE Emirates) e Niccolò Bonifazio (Bahrain-Merida). Settimo il francese Nacer Bouhanni (Cofidis), davanti allo spagnolo Alejandro Valverde (Movistar). Hodeg è così il primo leader della generale: domani esame più impegnativo, con tappa mossa e traguardo a Valls.

Ordine d'arrivo. 1. Hodeg in 3h 39' 31". 2. Bennett s.t. 3. McCarthy s.t. 4. Morkov s.t. 5. Ferrari s.t. 6. Bonifazio s.t. 7. Bouhanni s.t. 8. Valverde s.t. 9. Mohoric s.t. 10. Dempster s.t.

Classifica generale. 1. Hodeg in 3h 39' 21". 2. Bennett a 4". 3. Grivko a 5". 4. McCarthy a 6". 5. Morkov a 10". 6. Ferrari s.t. 7. Bonifazio s.t. 8. Bouhanni s.t. 9. Valverde s.t. 10. Mohoric s.t.

VAVEL Logo