Giro dei Paesi Baschi, Mas vince l'ultima tappa. Roglic si aggiudica la corsa
Enric Mas vince ad Arrate. Fonte: Itzulia Basque Country/Twitter

Giro dei Paesi Baschi, Mas vince l'ultima tappa. Roglic si aggiudica la corsa

Lo spagnolo della Quick-Step Floors concretizza una fuga da lontano vincendo in salita ad Arrate. Solo secondo Landa, Roglic cede qualcosa ma fa sua la corsa.

Andrears
Andrea Russo Spena

E' lo spagnolo Enric Mas a trionfare sull'Alto de Arrate, nell'ultima tappa, con arrivo in quota, del Giro dei Paesi Baschi 2018. Il corridore della Quick-Step Floors ottiene così il primo successo in carriera, al termine di una lunga fuga e dopo aver resistito al ritorno di Mikel Landa (Movistar), capace di staccare gli altri big della generale ma non di riuscire a prendersi il successo parziale. Nonostante un netto cedimento sulla salita finale, lo sloveno Primoz Roglic (Lotto-Jumbo) si aggiudica questa edizione della corsa, davanti allo stesso Landa e a un altro basco come Ion Izaguirre (Bahrain-Merida). Nella top five anche il colombiano Nairo Quintana (Movistar) e il tedesco Emmanuel Buchmann (Bora-Hansgrohe).

La sesta e ultima tappa del Giro dei Paesi Baschi edizione 2018 conduce il gruppo da Eibar ad Arrate, per 122.2 km complessivi. E' l'unico vero arrivo in salita della corsa basca, in una frazione contrassegnata da ben sette gran premi della montagna: Trabakua (3.2 km al 5.2%, terza categoria),  Gontzagaraigana (3.6 km al 5.5%, terza categoria), Bizkaiko Begiratokia (4.7 km al 4.8%, terza categoria), Muniketa Gane (4 km al 6.4%, terza categoria), Elgeta (4 km al 6.8%, seconda categoria), Izua (4.7 km all'8.8%, prima categoria), Urkaregi (5.9 km al 4%, terza categoria) e l'ascesa conclusiva di Usartza (3.1 km al 12.7% di media, prima categoria). La fuga di giornata si compone di quattordici corridori: Carlos Verona e Lucas Hamilton (Mitchelton-Scott), Tao Geoghegan e David Lopez (Team Sky), Jesper Hansen (Astana), Gregor Mülhberger (Bora-Hansgrohe), Jose Joaquin Rojas e Carlos Betancur (Movistar), Enric Mas (Quick-Step Floors), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Gorka Izagirre (Bahrain-Merida), Jose Herrada (Cofidis), Valentin Madouas (Groupama-FDJ) e Ilnur Zakarin (Katusha-Alpecin). I battistrada guadagnano anche quattro minuti sul gruppo maglia gialla. A sessanta chilometri dalla conclusione ci provano Gorka Izaguirre e Jesus Herrada, che perà vengono ben presto riassorbiti dagli altri compagni d'avventura. La corsa si accende sulla salita di Izua, dove Mikel Landa (Movistar) mette alla prova la maglia gialla Primoz Roglic (Lotto-Jumbo). Lo sloveno risponde alla grande, rintuzzando anche i tentativi di Nairo Quintana (Movistar) e di Ion Izaguirre (Bahrain-Merida).

Il gruppo recupera minuti su minuti sui battistrada, che intanto si frazionano. Davanti rimangono solo Enric Mas, Carlos Verona, Thomas De Gendt e Gregor Mülhberger. Quando il Team Sky e soprattutto la Movistar aumentano il ritmo sull'ultima salita, il destino dei fuggitivi sembra segnato, ma Enric Mas non ci sta, attacca e mantiene la testa della corsa. Nel gruppo dei migliori cedono i vari Pello Bilbao (Astana), Bauke Mollema (Trek-Segafredo) e David De La Cruz (Team Sky), mentre è ancora Nairo Quintana a scattare, stavolta senza replica di Roglic. Lo sloveno è in difficoltà, e non risponde neanche all'allungo di Mikel Landa, che si sbarazza di Ion Izaguirre, raggiunge il compagno di squadra colombiano e punta a riprendere anche Mas, che conserva una ventina di secondi di vantaggio. Quanti bastano al corridore della Quick-Step Floors per giungere da solo all'arrivo ed esultare per una splendida vittoria. Landa giunge a dodici secondi, precedendo Ion Izaguirre, Dylan Teuns (BMC) e lo stesso Quintana, mentre Primoz Roglic cede sulle rampe più dure, pagando oltre cinquanta secondi al vincitore, ma allo stesso tempo aggiudicandosi la corsa, in virtù del vantaggio costruito durante la settimana. Bene il tedesco Emanuel Buchmann (Bora-Hansgrohe), che chiude quarto in classifica generale, ai piedi di un podio su cui salgono proprio Roglic, Landa e Ion Izaguirre.

Ordine d'arrivo. 1. Mas in 3h 17' 34". 2. Landa a 12". 3. I. Izaguirre a 27". 4. Teuns s.t. 5. Quintana a 30". 6. De Gendt a 45". 7. Buchmann a 47". 8. Mühlberger a 54". 9. Roglic s.t. 10. Konrad s.t. 

Classifica generale. 1. Roglic in 20h 53' 47". 2. Landa a 1'09". 3. I. Izaguirre a 1'42". 4. Buchmann a 3'14". 5. Quintana a 3'17". 6. Mas a 3'29". 7. Mollema a 3'50". 8. Pello Bilbao a 4'14". 9. De La Cruz a 9'15". 10. Konrad a 5'30".

VAVEL Logo