Tour of The Alps, la prima tappa è di Pello Bilbao
Pello Bilbao vince a Folgaria. Fonte: Tour of The Alps/Twitter

Tour of The Alps, la prima tappa è di Pello Bilbao

Il basco vince in solitaria a Folgaria dopo un attacco negli ultimi chilometri. Bene Froome e Pinot. Domani Alpe di Pampeago.

Andrears
Andrea Russo Spena

Grazie a un'azione da finisseur, il basco Pello Bilbao si aggiudica la prima tappa del Tour of The Alps edizione 2018, trionfando in solitaria sul traguardo di Folgaria. E' doppietta per l'Astana: il team kazako piazza al secondo posto lo spagnolo Luis Leòn Sanchez, giunto al traguardo a soli sei secondi dal compagno di squadra, mentre terzo è il giovane colombiano Ivan Ramiro Sosa (Androni-Sidermec). A dieci secondi ecco Chris Froome (Team Sky), Thibaut Pinot (Groupama-FDJ), e Domenico Pozzovivo (Bahrain-Merida), mentre accusa quattordici secondi di ritardo dal vincitore il sardo Fabio Aru (Team UAE Emirates). Con questo successo Pello Bilbao diventa anche leader della classifica generale. Domani arrivo in quota, sull'Alpe di Pampeago. 

La prima tappa del Tour of The Alps 2018 conduce il gruppo da Arco a Folgaria, per 134.6 km complessivi. ubito una frazione per scalatori: si comincia con il Valico di Andalo, lunghissima ascesa, ma con pendenze difficilmente superiori all'8%, per poi proseguire con un tratto di discesa e pianura di oltre cinquanta chilometri. Nel finale, il gran premio della montagna di seconda categoria verso Serrada, 19.2 Km al 5.5% di media, la cui vetta è posta a poco più di sei chilometri dalla conclusione. Traguardo insidioso con uno strappo proprio nei pressi della linea d'arrivo. Nelle prime fasi di corsa si forma la fuga di giornata, composta da Aleksejs Saramotins (Bora-Hansgrohe), Natnael Berhane (Dimension Data), Aleksey Rybalkin (Gazprom-Rusvelo), Davide Ballerini (Androni Giocattoli-Sidermec), Matthias Krizek (Team Felbermayr Simplon Wels), Pascal Eenkhoorn (Lotto-Jumbo), Joan Bou (Nippo-Vini Fantini-Europa Ovini), Marco Friedrich (Tirol Cycling Team) e Alex Turrin (Wilier Triestina-Selle Italia). I battistrada guadagnano anche cinque minuti sul gruppo dei migliori, tirato prima dalla Groupama-FDJ, poi dal Team Sky, ma devono cedere sulle rampe della salita di Serrada, dove Krizek è l'ultimo a mollare. Da dietro ci provano lo svizzero Sebastien Reichenbach (Groupama-FDJ), ma l'attacco più convincente è quello del giovane azzurro Giulio Ciccone (Bardiani-CSF), che guadagna un centinaio di metri sui big.

Nell'ultimo tratto della salita si muovono anche i favoriti della generale. Prima Thibaut Pinot (Groupama-FDJ) e Fabio Aru (Team UAE Emirates), con un accenno di scatti, poi - in maniera più decisa - Chris Froome (Team Sky), che mette tutti in fila indiana. Con il britannico rimangono anche, tra gli altri, Domenico Pozzovivo (Bahrain-Merida), George Bennett (Lotto-Jumbo), Pello Bilbao e Luis Leon Sanchez (Astana), Ben Hermans (Israel Cycling Academy). Froome, Bennett, Pozzovivo e Pinot scollinano in testa, salvo essere ripresi in discesa dal resto dei migliori di giornata. Il finale è tutto del basco Pello Bilbao, che anticipa la volata, sfrutta la numerosa presenza in gruppo dei compagni di squadra dell'Astana e vince in solitaria prendendosi la maglia di leader della generale. A sei secondi giunge Luis Leòn Sanchez, insieme al sorprendente colombiano Ivan Ramiro Sosa (Androni-Sidermec). A dieci secondi ecco Pinot, Froome e Pozzovivo, mentre Fabio Aru perde qualcosa, in attesa della tappa di domani, arrivo in salita a Pampeago.

Ordine d'arrivo. 1. Pello Bilbao in 3h 26' 41". 2. L.L. Sanchez a 6". 3. Sosa Cuervo s.t. 4. Pinot a 10". 5. Froome s.t. 6. Pozzovivo s.t. 7. Bennett s.t. 8. Ciccone s.t. 9. Hermans s.t. 10. Aru a 14". 

Classifica generale. 1. Pello Bilbao in 3h 26' 31". 2. L. L. Sanchez a 10". 3. Sosa Cuervo a 12". 4. Pinot a 20". 5. Froome s.t. 6. Pozzovivo s.t. t. Bennett s.t. 8. Ciccone s.t. 9. Hermans s.t. 10. Aru a 24".

VAVEL Logo