Tour of The Alps, acuto di Luis Leòn Sanchez a Lienz
Luis Leòn Sanchez vince a Lienz. Fonte: Tour of The Alps/Twitter

Tour of The Alps, acuto di Luis Leòn Sanchez a Lienz

Lo spagnolo dell'Astana sorprende gli altri favoriti sul traguardo austriaco, precedendo George Bennett e Koen Bouwman. Tutto invariato in classifica generale: Pinot leader, domani ultima tappa.

Andrears
Andrea Russo Spena

Grazie a un allungo deciso, a due chilometri dalla conclusione, lo spagnolo Luis Leòn Sanchez si aggiudica la quarta tappa del Tour of The Alps edizione 2018, vincendo tutto solo sul traguardo di Lienz. Il corridore del Team Astana anticipa il gruppo dei migliori, bruciando il neozelandese George Bennett (Lotto-Jumbo), secondo a sei secondi di distacco. Sul podio di giornata anche l'olandese Koen Bouwman (Lotto-Jumbo), che regola il drappello dei big, giunti a undici secondi dal vincitore. Quinto Fabio Aru (Team UAE Emirates), sesto Domenico Pozzovivo (Bahrain-Merida), Nicola Conci (Team Italia/Trek-Segafredo), decimo Chris Froome. Il francese Thibaut Pinot rimane leader della classifica generale, quando manca solo una tappa alla fine della corsa, quella che domani si concluderà a Innsbruck. 

La quarta tappa del Tour of The Alps 2018 conduce il gruppo da Chiusa a Lienz, per 134.3 km complessivi. Sconfinamento in Austria dopo ottanta chilometri di corsa, mossi e in falsopiano. La principale difficoltà altimetrica di giornata è rappresentata dal Bannberg, 6.9 km di lunghezza al 6.7% di pendenza media. Poi Rapida picchiata e arrivo a Lienz. Dopo una trentina di chilometri, ecco formarsi la fuga di giornata, composta da nove uomini. Si tratta di Hubert Dupont (AG2R La Mondiale), Ben Hermans (Israel Cycling Academy), Mikel Bizkarra (Euskadi Basque Country-Murias), Felix Grossschartner (Bora -Hansgrohe), Davide Villella (Astana). David De la Cruz (Team Sky), Kristijan Durasek (UAE Team Emirates), Louis Meintjes  (Dimension Data) e Mark Padun (Bahrain-Merida). Come accaduto nei giorni scorsi, il gruppo non concede margine ai battistrada, che non riescono a guadagnare più di due minuti e mezzo, venendo ripresi a venti chilometri dalla conclusione, poco prima del Bannberg, con il basco Bizkarra e il bergamasco Villella ultimi a mollare. Sul falsopiano che precede la salita finale si susseguono scatti e controscatti e tra chi allunga c'è anche Vegard Stake Laengen del Team UAE Emirates, che prova ad aiutare il compagno di squadra Fabio Aru, scattato dal gruppo sulle prime rampe. In avanscoperta anche Nicola Conci (Italia/Trek-Segafredo), il basco Pello Bilbao (Astana) e l'olandese Koen Bouwman (Lotto-Jumbo), che fa corsa di testa per qualche chilometro.

Ma da dietro basta un'accelerazione di Chris Froome (Team Sky) per ritornare davanti, insieme ai migliori della generale, tra cui la maglia ciclamino di Thibaut Pinot (Groupama-FDJ), l'italiano Domenico Pozzovivo, il neozelandese George Bennett (Lotto-Jumbo), lo spagnolo Luis Leòn Sanchez (Astana), il colombiano Miguel Angel Lopez (Astana). Froome e Pozzovivo ci provano ancora prima dello scollinamento, senza riuscire a fare la differenza, con il corridore lucano attivo anche in discesa, ma stoppato nuovamente dal kenyano bianco. Ai due chilometri dalla conclusione parte lo spagnolo Luis Leòn Sanchez, che sorprende il resto del gruppo e vola in solitaria verso il traguardo di Lienz. Si fa sorprendere invece George Bennett, che non coglie l'attimo giusto, è costretto a inseguire e chiude a sei secondi, mentre il compagno di squadra Koen Bouwman regola il drappello dei migliori, precedendo proprio Pinot, Aru, Pozzovivo e Lopez. Pinot mantiene la maglia di leader della generale, con quindici secondi di vantaggio su Pozzovivo e Lopez, sedici su Froome. Domani ultima tappa, con arrivo a Innsbruck e con antipasto del circuito dei prossimi campionati mondiali.

Ordine d'arrivo. 1. L.L. Sanchez in 3h 19' 59". 2. Bennett a 6". 3. Bouwman a 11". 4. Pinot s.t. 5. Aru s.t. 6. Pozzovivo s.t. 7. Lopez s.t. 8. Conci s.t. 9. Pello Bilbao s.t. 10. Froome s.t.

Classifica generale. 1. Pinot in 14h 12' 29". 2. Pozzovivo a 15". 3. Lopez s.t. 4. Froome a 16". 5. Aru a 50". 6. L.L. Sanchez a 1'06". 7. Bennett a 1'10". 8. O'Connor a 1'36". 9. Ciccone a 1'45". 10. Hirt a 1'55".

VAVEL Logo