Giro d'Italia, Sam Bennett vince lo sprint di Praia a Mare

L'irlandese della Bora-Hansgrohe batte Viviani nella settima tappa. Terzo Bonifazio, quarto Modolo. Yates in rosa, domani si torna a salire.

Giro d'Italia, Sam Bennett vince lo sprint di Praia a Mare
San Bennett vince a Praia a Mare. Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi

E' l'irlandese Sam Bennett a rompere il dominio in volata di Elia Viviani nella prima settimana del Giro d'Italia 2018. Il velocista della Bora-Hansgrohe si impone infatti di forza nello sprint della settima tappa, sul traguardo calabrese di Praia a Mare, bruciando proprio Viviani, secondo, che mantiene la maglia ciclamino. Terzo un altro italiano, Niccolò Bonifazio (Bahrain-Merida), che precede il connazionale Sacha Modolo (EF Education First-Drapac p/b Cannondale). Seguono Danny Van Poppel (Lotto-Jumbo) e Jakub Mareczko (Wilier Triestina-Selle Italia). Non cambia nulla in classifica generale: il britannico Simon Yates (Mitchelton-Scott) conserva la maglia rosa dopo il colpo di ieri all'Etna. Domani arrivo in salita a Montevergine di Mercogliano. 

La settima tappa del Giro d'Italia 2018 conduce il gruppo da Pizzo a Praia a Mare, per 159 km complessivi. Si torna sulla penisola con una frazione non troppo impegnativa. Arrivo a Praia a Mare, bis di quello di due anni fa, con la salita di Scalea, posta a una decina di chilometri dalla conclusione, unico ostacolo a una volata di gruppo. Come ormai consuetudine, la fuga di giornata si forma dopo pochi chilometri dal via. Sono tre gli uomini che riescono a prendere la testa della corsa: Davide Ballerini (Androni Giocattoli-Sidermec), Markel Irizar (Trek-Segafredo) e Maxim Belkov (Katusha-Alpecin). I battistrada non guadagnano però mai oltre tre minuti sul gruppo dei velocisti e della maglia rosa, tirato prima dagli uomini della Mitchelton-Scott, poi da quelli della Quick-Step Floors e della Wilier Triestina-Selle Italia. La tappa scorre senza scossoni fino agli ultimi venti chilometri, quando una violenta accelerazione del plotone della maglia rosa riprende i fuggitivi, con Ballerini ultimo a mollare. Sullo strappo di Scalea ci provano in successione Tony Martin e Mads Schmidt della Katusha-Alpecin, ma l'arrivo in volata è inevitabile. Ai duecento metri dal traguardo partono il francese Clement Venturini (AG2R La Mondiale) e l'azzurro Sacha Modolo (EF Education First-Drapac p/b Cannondale), quest'ultimo seguito da Elia Viviani. La maglia ciclamino mette in atto la sua solita progressione, ma alla sua ruota spunta l'irlandese Sam Bennett (Bora-Hansgrohe), che sfrutta la scia e riesce a mettere la testa davanti negli ultimi metri, vincendo di mezza bicicletta. Terzo Niccolò Bonifazio (Bahrain-Merida), davanti a Modolo e Danny Van Poppel (Lotto-Jumbo). Simon Yates (Mitchelton-Scott) rimane vestito di rosa: domani tornano al lavoro gli scalatori, con l'arrivo in quota di Montevergine.

Ordine d'arrivo. 1. S. Bennett in 3h 45' 27". 2. Viviani s.t. 3. Bonifazio s.t. 4. Modolo s.t. 5. Van Poppel s.t. 6. Mareczko s.t. 7. Venturini s.t. 8. Pedersen s.t. 9. Roelandts s.t. 10. Debusschere s.t.

Classifica generale. 1. S. Yates in 26h 31' 30". 2. Dumoulin a 16". 3. Chaves a 26". 4. Pozzovivo a 43". 5. Pinot a 45". 6. Dennis a 53". 7. Pello Bilbao a 1'03". 8. Froome a 1'10". 9. G. Bennett a 1'11". 10. Aru a 1'12".