Giro d'Italia 2018 - Yates in solitaria ad Osimo, è sempre più maglia rosa

Il britannico vince sullo strappo di Osimo e rifila altri secondi a Dumoulin, piazzatosi alle sue spalle. Staccati Froome e Aru che perdono ancora altri secondi.

Giro d'Italia 2018 - Yates in solitaria ad Osimo, è sempre più maglia rosa
Giro d'Italia 2018 - Yates in solitaria ad Osimo, è sempre più maglia rosa | Twitter Giro d'Italia

Simon Yates è sempre più maglia rosa. Il corridore britannico della Mitchelton-Scott si aggiudica anche l'undicesima frazione, quella con arrivo a Osimo, davanti al rivale Tom Dumoulin, staccato di due secondi al taglio della linea del traguardo. Ancora difficoltà - tanta - per Fabio Aru e Chris Froome, che hanno perso altri secondi importanti per la classifica generale. 

Nella tappa che omaggia Gino Bartali alla partenza di Assisi, sono in cinque a tentare la fuga: Alessandro De Marchi (Bmc) e Luis Leon Sanchez (Astana) raggiunti da Fausto Masnada (Androni-Sidermec), Mirco Maestri (Bardiani Csf) e Alex Turrin (Wilier-Selle Italia). Nomi che non fanno stare tranquillo il gruppo che, infatti, si mette ad inseguire e controlla il distacco senza farlo mai salire oltre i tre minuti. Uno dei punti focali della tappa è anche il traguardo volante di Filottrano, paese di Michele Scarponi a cui questa tappa è dedicata, che viene vinto proprio dall'unico Astana in fuga, vale a dire Luis Leon Sanchez. Lo strappo della cittadina marchigiana costringe Maestri e Turrin ad alzare bandiera bianca e così davanti restano, oltre allo spagnolo, Masnada e De Marchi. Il gruppo però continua ad inseguire e a cinque chilometri dal traguardo la fuga esaurisce la sua esistenza. 

Sullo strappo di via del Borgo partono secchi Stybar e Wellens, che provano il numero da classica, mentre dietro inizia ad andare in difficoltà Froome. Il britannico perde le ruote del gruppo e si stacca - pagherà 40" al traguardo -, intanto davanti vengono ripresi i due attaccanti grazie al grande lavoro di Jack Haig che lancia lo scatto di Yates. La sparata è di quelle potenti, Dumoulin reagisce e prova a raggiungerlo, ma il britannico ne ha più di tutti e va a vincere in solitaria. Terzo un ottimo Davide Formolo (Bora - Hansgrohe) a precedere Geniez (Ag2r La Mondiale) e Pozzovivo (Bahrain-Merida). Solo settimo Pinot, mentre Aru, in difficoltà, chiude in decima posizione a venti secondi dalla maglia rosa. 

La classifica di tappa: 

1  YATES Simon Mitchelton-Scott  3:25:53
2  DUMOULIN Tom Team Sunweb + 0:02
3  FORMOLO Davide BORA - hansgrohe + 0:05
4  GENIEZ Alexandre AG2R La Mondiale +0:08
5  POZZOVIVO Domenico Bahrain Merida Pro Cycling Team+ ,,
6  KONRAD Patrick BORA - hansgrohe + ,,
7  PINOT Thibaut Groupama - FDJ + ,,
8  SCHACHMANN Maximilian Quick-Step Floors + 0:11
9  DENNIS Rohan BMC Racing Team + 0:18
10  ARU Fabio UAE-Team Emirates + 0:21
 

La classifica generale

1 YATES Simon Mitchelton-Scott 20 47:08:21
2 DUMOULIN Tom Team Sunweb 0:47
3 PINOT Thibaut Groupama - FDJ 1:04
4 POZZOVIVO Domenico Bahrain Merida Pro Cycling Team 1:18
5 CARAPAZ Richard Movistar Team 1:56
6 BENNETT George Team LottoNL-Jumbo 2:09
7 DENNIS Rohan BMC Racing Team 2:36
8 BILBAO Pello Astana Pro Team 2:54
9 KONRAD Patrick BORA - hansgrohe 2:55
10 ARU Fabio UAE-Team Emirates 3:10