Giro del Delfinato 2018, il percorso tappa per tappa
Fonte: Criterium du Dauphinè/Twitter

Giro del Delfinato 2018, il percorso tappa per tappa

Un cronoprologo, una cronosquadre, due tappe mosse e tanta montagna nel tradizionale appuntamento sulle strade della Savoia.

Andrears
Andrea Russo Spena

Dopo un avvincente e spettacolare Giro d'Italia, la stagione del grande ciclismo prosegue con l'avvicinamento al Tour de France. L'appuntamento più prestigioso verso la Grand Boucle è senza dubbio rappresentato dal Giro del Delfinato, breve corsa a tappe che si disputa sulle strade della Savoia, in programma da domenica 3 giugno in poi. Tanti i protagonisti attesi, dall'azzurro Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida) al colombiano Egan Bernal (Team Sky), passando per Adam Yates (Mitchelton-Scott), Romain Bardet (AG2R La Mondiale), Julian Alaphilippe e Bob Jungels (Quick-Step Floors), Marc Soler (Movistar) e Ilnur Zakarin (Katusha-Alpecin). Un cronoprologo, una cronometro a squadre e tanta montagna nel finale di corsa, per un percorso estremamente selettivo:

Cronoprologo (domenica 3 giugno). Valence - Valence (6.6 km). Breve atto di apertura contro il tempo, poco più di sei chilometri nella città di Valence, su un percorso per specialisti su cui non si dovrebbero vedere differenze significative.

1^ tappa (lunedì 4 giugno). Valence - Saint-Just-Saint-Rambert (179 km). Tappa mossa sin dall'inizio, che si chiude all'interno di un circuito in cui un gran premio della montagna di quarta categoria, la Cote du Barrage de Grangent (1.3 km al 4.5%) sembra essere il trampolino di lancio per i finisseurs.

2^ tappa (martedì 5 giugno). Montbrison - Belleville (181 km). Altra frazione vallonata, con cinque gran premi della montagna sul percorso, l'ultimo dei quali (Col du Fut d'Avenas terza categoria, 3.8 km al 6% di media) si trova però a una trentina di chilometri dalla conclusione.

3^ tappa (mercoledì 6 giugno). Pont-de-Vaux - Louhans-Châteaurenaud (35 km, cronometro a squadre). Lunga cronometro a squadre, su un percorso pianeggiante, che potrebbe indirizzare la corsa e delineare la classifica.

4^ tappa (giovedì 7 giugno). Chazey-sur-Ain - Lans-en-Vercors (181 km). Primo arrivo in salita del Delfinato, anche se un'ascesa di seconda categoria. Da affrontare anche il Col du Mont Noir (Hors Categorie, 17.5 km al 6.9%). L'erta finale misura invece 4.8 chilometri, con una pendenza media del 7.5%.

5^ tappa (venerdì 8 giugno). Grenoble - Valmorel (130 km). Si fa sul serio con l'arrivo in quota di Valmorel, gran premio della montagna hors categorie, 12.7 km al 7% di media. In apertura di frazione, ecco la Cote de Naysord (seconda categoria, 3.7 km all'8.5%) e il Col des Mouilles (seconda categoria, 3.8 km al 7.2%).

6^ tappa (sabato 9 giugno). Frontenex - La Rosière Espace San Bernardo (110 km). Tappa sprint, ancor più breve della precedente, con quattro gpm da affrontare in successione: Montée de Bisanne (HC, 12.4 km all'8.1% di media, Col du Pré (HC, 12.6 al 7.6%), Cormet de Roselend (seconda categoria, 5.7 al 6.4%), e arrivo in quota a La Rosière (prima categoria, 17.6 al 5.8%).

7^ tappa (domenica 10 giugno). Moûtiers - Saint-Gervais Mont Blanc (136 km). Il Delfinato si conclude con un'altra tappa di alta montagna. Cinque gran premi della montagna: Cormet de Roselend (prima categoria, 19 km al 6%), Cote de la route des Villes (terza categoria, 3.2 km al 5.9%), Col des Saisies (prima categoria, 15.1 km al 6.4%), Cote des Amerands (prima categoria, 2.7 km all'11.2%) e salita finale verso Saint-Gervais-Les Bains (prima categoria, 7 km al 7.7%).

VAVEL Logo