Giro del Delfinato, a Kwiatkowski il cronoprologo di Valence

Il polacco del Team Sky brucia Van Emden e si prende la prima maglia gialla. Terzo Gianni Moscon, vicini i big della generale.

Giro del Delfinato, a Kwiatkowski il cronoprologo di Valence
Michal Kwiatkowski sul podio di Valence. Fonte: Giro del Delfinato/Twitter

E' Michal Kwiatkowski la prima maglia gialla del Giro del Delfinato edizione 2018. Il polacco del Team Sky si aggiudica infatti il cronoprologo di Valence (6.6 km di lunghezza), battendo di un secondo l'olandese Jos Van Emden (Lotto-Jumbo). Ottima prestazione dell'azzurro Gianni Moscon (Team Sky), terzo a tre secondi, mentre il compagno di squadra Geraint Thomas cade a metà percorso e chiude comunque a una ventina di secondi dal vincitore. Nella top ten tanti specialisti, da Patrick Bevin (BMC) a Matthias Brandle (Trek-Segafredo), da Bob Jungels (Quick-Step Floors) a Jonathan Castroviejo (Team Sky). Tutti molto vicini i principali uomini di classifica: il migliore è Ilnur Zakarin (Katusha-Alpecin), in 7'43", mentre Adam Yates (Mitchelton-Scott) chiude in 7'46", davanti a Romain Bardet (AG2R La Mondiale), in 7'48", e Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida), in 7'49". Domani prima tappa in linea, con un finale mosso.

Il Giro del Delfinato 2018 si apre con un cronoprologo di 6.6 km di lunghezza, sulle strade di Valence, su un percorso per specialisti. Sono proprio i cronoman a far segnare i tempi migliori nella prima parte della prova. Su tutti, l'olandese Jos Van Emden (Lotto-Jumbo), a lungo primo in 7'26", che si mette dietro il neozelandese Patrick Bevin (BMC) e il belga Victor Campenaerts (Lotto Soudal), in ritardo di quattro secondi. L'austriaco Brandle (Trek-Segafredo) chiude in 7'31", un secondo meglio del lussemburghese Bob Jungels (Quick-Step Floors), vincitore della Liegi-Bastogne-Liegi, tre dello spagnolo Jonathan Castroviejo (Team Sky) e cinque dell'australiano Alexander Edmondson (Mitchelton-Scott). Il tempo di Van Emden viene battuto da Michal Kwiatkowski, polacco del Team Sky, che lo brucia per un secondo. Poco dopo è il compagno di squadra Gianni Moscon a stampare un 7'28" che gli vale la terza posizione di giornata. Niente da fare invece per un altro uomo Sky, il gallese Geraint Thomas, caduto a metà percorso. Tra gli uomini di classifica (forfait di Egan Bernal) o presunti tali, il migliore è Julian Alaphilippe (Quick-Step Floors), a 14". Seguono Ilnur Zakarin (Katusha-Alpecin), a 18", Marc Soler (Movistar), a 20", Pello Bilbao (Astana), a 21", stesso tempo di Adam Yates (Mitchelton-Scott), mentre pagano 23 e 24 secondi Romain Bardet (AG2R La Mondiale) e Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida). A 29" l'irlandese Daniel Martin (Team UAE Emirates).

Ordine d'arrivo e classifica generale. 1. Kwiatkowski in 7'25". 2. Van Emden a 1". 3. Moscon a 3". 4. Bevin a 5". 5. Campenaerts s.t. 6. Brandle a 6". 7 Jungels a 7". 8. Castroviejo a 9". 9. Keukeleire s.t. 10. Edmondson a 11".