Atletica - Diamond League, Parigi: Semenya e Samba illuminano la notte di Francia

Atletica - Diamond League, Parigi: Semenya e Samba illuminano la notte di Francia

2.04 della Lasitskene nell'alto, 100 a Baker, splendida affermazione della Chepkoech nei 3000 siepi. Kendricks vola a 5.96 nell'asta.

johnathan-scaffardi
Johnathan Scaffardi

La Diamond League edizione 2018 fa tappa a Parigi. Magia e storia, la pista regala una notte per cuori forti. I 400hs, dopo anni di stagnazione, vivono da alcuni mesi una nuova fioritura. Dopo l'exploit di Benjamin a Eugene - 47"02 - ecco la risposta dell'attore principe della corrente annata. Samba migliora ancora, abbatte la mitica barriera dei 47 e diventa il secondo di sempre nella specialità. 46"98 per lui. Si corre forte, perché McMaster firma il primato nazionale in 47"54 ed è secondo davanti a Warholm. Dai 400hs U agli 800 D. Le polemiche non sembrano intaccare le sicurezze di Caster Semenya, sono anzi linfa per progredire in gara. 1'54"25, si avvicina il primato mondiale. La sudafricana trascina anche la Niyonsaba, seconda in 1'55"86, terza la Wilson. Nei 3000 siepi D, la Chepkoech infrange i 9 minuti, chiude in 8'59"36. Festival keniano, Chespol e Kiyeng alle spalle della connazionale. Nei 400, sempre al femminile, è la Naser ad incantare. Record africano, 49"55 per respingere un terzetto americano capitanato dalla Beard. 

Norman - 19"84 - si aggiudica i 200, tra le donne spunta la Jackson - 22"05. Gli 800 sono in volata di Rotich - secondo è Kitilit - mentre Cheruiyot diventa il primo al mondo nel 2018 nei 1500. 3'29"71 per il vincitore, da segnalare la performance del ceco Holusa. Quinto, trova il record nazionale con il tempo di 3'32"85. Per completare il discorso inerente alle gare in pista, 13"18 di Levy nei 110hs, 9"88 di Baker nei 100 - 9"91 per Vicaut e Su.  

Concorsi - La Lasitskene supera i 2.04 nell'alto - tre tentativi poi a 2.08 senza successo. La russa piega senza difficoltà Thiam e Levchenko - 1.97. Presenti due azzurre, la Vallortigara è quinta con 1.94, male la Trost - 1.85. L'asta U propone la battaglia tra Kendricks, Duplantis e Lavillenie. Si impone il primo, 5.96 e a seguire vano assalto ai 6.05. Duplantis, con 5.90, dimostra di poter sedere al tavolo dei grandi, Lavillenie termina con 5.84 - stessa misura per Lisek e Barber. 14.83 della Ibarguen nel triplo, 68.60 della Perkovic nel disco. Disco, al maschile, di bandiera giamaicana. Dacres lancia a 67.01. 

VAVEL Logo