Nuoto - Settecolli: Cusinato e Panziera, è un'Italia formato Europa
Nuoto - Settecolli: Cusinato e Panziera, è un'Italia formato Europa - Foto VAVEL

Nuoto - Settecolli: Cusinato e Panziera, è un'Italia formato Europa

Ilaria abbatte il limite nazionale della Filippi nei 200 misti, Margherita fa lo stesso nei 200 dorso. Segnali incoraggianti in vista del prossimo europeo.

johnathan-scaffardi
Johnathan Scaffardi

L'edizione 2018 del Settecolli si è chiusa domenica, ma è già tempo di proiettare lo sguardo alla rassegna continentale in programma a Glasgow. Proprio la tre giorni romana può aiutare in tal senso, l'Italia esce ingigantita dalla vasca capitale. Due nomi spiccano nel contesto azzurro, Ilaria Cusinato e Margherita Panziera catturano i riflettori, superano vecchi primati. La giovane Cusinato, già arrembante nei 400 misti, cancella dal libro dei record Alessia Filippi, batte la Efimova ed entra di forza nella top ten mondiale dei 200 misti - terzo crono a livello europeo. 2'10"92, 33 centesimi meglio del primato stabilito in precedenza dalla connazionale. Una conferma, come quella a dorso di Margherita Panziera. Sotto al minuto nei 100, sigilla un 200 straordinario. 2'07"16, va in archivio il 2'08"03 nuotato a Pescara, nel 2009, sempre da Alessia Filippi. Prima in Europa, davanti ad Ustinova e Graf, la Panziera si iscrive con pieno merito all'élite della materia. 

Al maschile, sono Paltrinieri e Pizzini a occupare la vasca. Greg resta re del mezzofondo, pur con un'azione meno elegante del solito. La fatica presenta il conto, normale in una fase di preparazione, con il mirino puntato all'evento di stagione. 14'49"32, il margine su Acerenza è rassicurante, le sensazioni positive. Importante, specie a livello mentale, l'affermazione di Pizzini. Scende a 2'09"34 nei 200, regola un'istituzione della rana come Koch - non è quello dei tempi d'oro, ma resta avversario credibile. Terzo Kamminga, abile su qualsivoglia distanza.  

Yuliya Efimova ha idee ben chiare, non vuole solo vincere, vuole spostare l'asticella della rana femminile. Il duello a distanza con la King prosegue, nei 200, specialità congegnale alla russa, arriva il terzo crono di rilievo del Settecolli. 2'20"72, record dei campionati - oscurata la Leisel Jones datata 2008 - siamo a un secondo e mezzo dal mondiale della Pedersen. Efimova e Govorov, perchè arriva un mondiale ed è firmato dall'ucraino. Divora i 50 delfino, confina all'angolo Proud. 22"27, impressionante. 

Gli altri risultati della terza giornata

200 dorso U Telegdy 1'58"17 

200 farfalla D Kapas 2'07"54 

200 sl U Melo/Scheffer 1'46"84 

200sl D Heemskerk 1'56"39 

200 misti U Verraszto 1'59"65

VAVEL Logo