Tour de France 2018, la presentazione della prima tappa

Percorso per velocisti, Gaviria favorito.

Tour de France 2018, la presentazione della prima tappa
Tour de France 2018, la presentazione della prima tappa

Il Tour de France 2018 prende piede da Noirmoutier-en-l'Ile, i chilometri da percorrere sono 201, la prima uscita tramonta a Fontenay-le-Comte. Un'edizione, quella alle porte, attesa. Chris Froome, dopo le recenti polemiche, è al via, punta alla doppietta Giro - Tour per entrare in via definitiva nella storia del ciclismo. Tanti i rivali, da Porte a Quintana, per giungere a Vincenzo Nibali, già re sulle strade di Francia. L'approccio con la competizione - in attesa della cronosquadre posta al terzo giorno - è piuttosto morbido, il disegno chiama alla ribalta le ruote veloci presenti in gruppo. 

Al km119.5 è situato un traguardo volante, l'unica difficoltà altimetrica prende forma al km173. Un GPM di quarta categoria attende il gruppo, si tratta in realtà di uno strappo di 700 metri, con pendenza media del 4.2%. Attesa bagarre per conquistare la prima maglia a pois del Tour. In vetta alla Cote de Vix, mancano meno di 30km al termine, spazio per ricucire su eventuali attaccanti ed organizzare lo sprint. 

Un traguardo bonus - km187.5 - accende la sfida, è il preludio al duello d'arrivo. Come ogni anno, si presentano ai nastri di partenza i migliori interpreti della volata, sono tanti ad ambire al successo parziale. Fernando Gaviria detiene i favori del pronostico, alla sua ruota Groenewegen e Kittel. Cavendish e Demare hanno le carte in regola per inserirsi, come Sagan, straordinario nel caos che caratterizza le chiusure di gruppo. In leggero ritardo, almeno sulla carta, Greipel e Kristoff. 

Partenza fissata alle 11, diretta su Eurosport e Raisport, dalle 15 su Rai3. 

Il percorso