Glasgow 2018, i risultati delle batterie della terza giornata
Femke Heemskerk. source Own Work, autore McSmit - via Wikimedia Commons

Glasgow 2018, i risultati delle batterie della terza giornata

Sabbioni e Pizzini da corsa nei 100 dorso e nei 200 rana. Ok Polieri e Cusinato nei 200 farfalla. Avanti la 4X200 s.l. maschile.

Andrears
Andrea Russo Spena

Sono Simone Sabbioni e Luca Pizzini a regalare all'Italia le migliori prestazioni nella terza giornata di batterie agli Europei 2018 di Glasgow. Entrambi chiudono quarti le rispettive eliminatorie, nei 100 dorso e nei 200 rana (avanti a fatica anche il giovanissimo Thomas Ceccon). Bene anche Alessia Polieri e Ilaria Cusinato nei 200 farfalla femminili, mentre Ilaria Bianchi è eliminata dallo sbarramento dei due atleti per nazione. La staffetta maschile 4X200 si qualifica per la finale di stasera con il terzo crono. Deludono invece Federico Turrini nei 200 misti e Stefania Pirozzi nei 200 stile libero.

La terza giornata degli Europei di nuoto edizione 2018, in corso di svolgimento a Glasgow, si apre con le batterie dei 200 stile libero maschili. Delude l'esperto azzurro Federico Turrini, che non centra la qualificazione alle semifinali, nuotando con il tempo di 2:03.19, ben lontano da quello dei migliori. Gran Bretagna sugli scudi nei quattro stili: Mark Szaranek (1:58.07) e Max Litchfield (1:58.12) sono primi e secondi, escludendo il terzo classificato, lo scozzese Duncan Scott (1:58.57), che non può avanzare in virtù della regola che concede a ogni nazione non più di due rappresentanti dalle semifinali in poi. Seguono lo spagnolo Gonzalez de Oliveira (1:58.99) e il greco Andreas Vazaios (1:59.40).

Batterie 200 misti M. 1. Szaranek in 1:58.07. 2. Litchfield 1:58.12. 3. Scott (out, 1:58.57). 4. Gonzalez de Oliveira (1:58.99). 5. Vazaios (1:59.40). 6. Desplanches 1:59.88. 7. Makovich 2:00.06. 8. Santos 2:00.24. 23. Turrini 2:03.19.

A seguire ecco le ragazze dei 200 farfalla femminili. Competizione tra le azzurre: Alessia Polieri (2:10.08) e Ilaria Cusinato (2:10.34), rispettivamente sesta e nona, lasciano fuori Ilaria Bianchi (2:10.43), che accumula un'altra delusione dopo il mancato podio nei 100 (bronzo ottenuto invece da Elena Di Liddo). Il miglior crono assoluto è della britannica Alys Thomas, in 2:07.86, che precede la tedesca Franziska Hentke (2:08.93) e le ungheresi Liliana Szilagyi (2:09.02) e Boglarka Kapas (2:09.29), mentre è costretta a salutare l'altra magiara, Zsuzsanna Jakabos, quinta ma fuori in 2:09.46.

Batterie 200 farfalla F. 1. Thomas 2:07.86. 2. Hentke 2:08.93. 3. Szilagyi 2:09.02. 4. Kapas 2:09.29. 5. Jakabos (out, 2:09.46). 6. Chimrova 2:10.08. 6. Monteiro 2:10.08. 6. Polieri 2:10.08. 9. Cusinato 2:10.34. 10. Bianchi  (out, 2:10.43).

Nei 200 dorso uomini si rivede Simone Sabbioni, avanti con il quarto tempo complessivo, in 53.95, in delle batterie dominate dalla Russia, che piazza tre atleti nei primi tre posti. Davanti a tutti c'è Evgeny Rylov, in 52.91, mentre è secondo il baby fenomeno Kliment Kolesnikov (53.01), ieri oro con record del mondo nella finale dei 50. Terzo, ma fuori causa, Grigory Tarasevich, altro russo a cui non basta un ottimo 53.34. Per l'Italia da segnalare anche la qualificazione del diciassettenne Thomas Ceccon, sedicesimo in 54.89, mentre tra i primi si affacciano il romeno Robert Glinta (54.01) e il greco Apostolos Christou (54.40). 

Batterie 200 dorso M. 1. Rylov 52.91. 2. Kolesnikov 53.01. 3. Tarasevich (out, 53.34). 4. Sabbioni 53.95. 5. Glinta 54.01. 6. Christou 54.40. 7. Glania 54.44. 8. Greenbank 54.47. 16. Ceccon 54.89.

Nei 200 stile libero femminili il miglior tempo è dell'olandese Femke Heemskerk, che chiude al primo posto le batterie in 1:58.14, davanti alla campionessa europea in carica in vasca corta, la francese Charlotte Bonnet (1:58.30). Seguono la russa Anastasia Guzhenkova (1:58.81) e la britannica Holly Hibbott (1:58.92). Fuori, con il trentesimo crono complessivo, in 2:01.95, l'azzurra Stefania Pirozzi.

Batterie 200 s.l. F. 1. Heemskerk in 1:58.14. 2. Bonnet 1:58.30. 3. Guzhenkova 1:58.81. 4. Hibbott 1:58.92. 5. Costa Schmid 1:59.01. 6. Foos 1:59.03. 7. Faulkner 1:59.19. 8. Greenslade (out, 1:59.26). 9. Gose 1:59.27. 30. Pirozzi 2:01.95.

Quarto tempo per Luca Pizzini nelle batterie dei 200 rana maschili. L'azzurro classe 1989 fa segnare il tempo di 2:10.18, alle spalle di tre scatenati atleti russi. Il migliore è per distacco Anton Chupkov, in 2:07.70, davanti al connazionale Kirill Prigoda, in 2:08.91. Terzo, ma eliminato dalla concorrenza interna, Ilya Khomenko, che aveva chiuso la sua prova in 2:09.63. Bene anche i due britannici Ross Murdoch (2:10.30) e James Wilby (2:10.81), quest'ultimo ieri medaglia d'argento nei 100. 

Batterie 200 rana M. 1. Chupkov in 2:07.70. 2. Prigoda 2:08.91. 3. Khomenko (out, 2:09.63). 4. Pizzini 2:10.18. 5. Murdoch 2:10.30. 6. Wilby 2:10.81. 7. Kamminga 2:10.82. 8. Greene 2:11.22.

Chiusura con la staffetta 4X200 maschile, che in passato ha regalato diverse gioie all'Italia. Il quartetto azzurro del mattino, composto da Stefano Di Cola, Matteo Ciampi, Alessio Proietti Colonna e Mattia Zuin, è terzo in 7:12.46, alle spalle della Russia (7:09.00) e della Gran Bretagna (7:11.91). Seguono Germania, Francia, Olanda e Svezia.

Batterie 4X200 s.l. M. 1. Russia in 7:09.00. 2. Gran Bretagna (7:11.91). 3. Italia 7:12.46 (Di Cola 1:49.58, Ciampi 1:47.11, Proietti Colonna 1:47.76, Zuin 1:48.01). 4. Germania 7:12.75. 5. Olanda 7:14.86. 6. Francia 7:15.26. 7. Svezia 7:15.55. 8. Spagna 7:15.65. 

VAVEL Logo