Glasgow 2018, nuoto: i risultati delle batterie della quarta giornata

Ottima Italia nelle batterie della quarta giornata di gare nella vasca del Tollcross International Swimming Centre di Glasgow. Megli quinto tempo nei 200 stile. Fangio e Pirovano ene nei 200 rana con Vergani e Codia che centrano le semifinali dei 50 farfalla. Vola Margherita Panziera nelle batterie dei 100 dorso, seguita dalla compagna Zofkova. Italia in finale nella staffetta 4x100 mista mistamentra Simona Quadarella vince in scioltezza la propria batteria dei 1500 e si proietta in finale per una medaglia.

Glasgow 2018, nuoto: i risultati delle batterie della quarta giornata
Glasgow 2018, nuoto: i risultati delle batterie della quarta giornata

Ancora ottimi risultati per la spedizione azzurra nella quarta giornata di gare degli Europei 2018 di nuoto al Tollcross International Swimming Centre di Glasgow. 

Nelle batterie della mattina, accusano la fatica i ragazzi della splendida 4x200 stile libero che ieri ha regalato un bronzo inatteso. Niente da fare per Matteo Ciampi, Mattia Zuin e Stefano Di Cola con il solo Filippo Megli qualificatosi per la semifinale. Obiettivo centrato invece per Francesca Fangio e Anna Pirovano nei 200 rana così come per Piero Codia, primatista italiano, e Andrea Vergani al primato personale nei 50 farfalla. Ottima prestazione per Margherita Panziera, primatista italiana dei 100 dorso, in semifinale con il miglior crono e a sei centesimi dal record nazionale insieme alla compagna di squadra Zofkova. Nella 4x100 mista mista, l’Italia si qualifica per la finale del pomeriggio con un ottimo riscontro. Mentre domina in scioltezza la propria batteria la neo campionessa europea degli 800 stile, Simona Quadarella, qualificatasi per la finale dei 1500 con il miglior tempo.

200 STILE LIBERO UOMINI L’Italia ritroverà in semifinale solo Filippo Megli, entrato con il quinto tempo nell’overall delle batterie mattutine. In vasca con il britannico James Guy (1’47’’67, terzo crono complessivo) l’azzurro ha saputo gestire la fatica chiudendo un’ottima prova con il tempo di 1’48″15. L’oro di Copenhagen agli Europei 2017 in vasca corta, il lituano Danas Rapšys, chiude con il miglior tempo le batterie dei 200 stile, strizzando l’occhio ad una medaglia (1’46″55). Niente da fare per gli altri tre azzurri in gara: Matteo Ciampi (1’49″47, 22°), Mattia Zuin (1’49″72, 29°) e Stefano Di Cola (1’51″06, 46°) accusano l’eccessiva fatica della 4x200 di bronzo disputata ieri non riuscendo ad esprimersi al meglio nella mattinata.

200 RANA DONNE Saranno due le azzurre in semifinale nella gara dei 200 rana. Francesca Fangio (2’27″77) chiude con l’undicesimo crono complessivo mentre Anna Pirovano (2’29″46) 17esima al termine della prova, si qualifica per la regola degli scarti, secondo la quale non vi possono essere più di due atlete di una nazione nelle semifinali. E' la Danimarca a farla da padrona. Rikke Moeller Pedersen (2’25″73) precede infatti la connazionale Thea Blomsterberg (2’25″98).

50 FARFALLA UOMINI Un sorprendente Andrea Vergani entra tra i migliori sedici nella gara della velocità pura del delfino nuotando il suo primato personale, 23’’61, dodicesimo tempo complessivo. Quattordicesimo crono complessivo invece per l’altro azzurro, il primatista italiano Piero Codia, nuotato in 23’’71 nonostante si sia dedicato maggiormente ai 100 di specialità. Miglior tempo di accesso per il primatista del mondo della distanza, l’ucraino Andriy Govorov, unico a scendere sotto i l muro dei 23’’ (22″90). Sarà battaglia con il padrone di casa Benjamin Proud, secondo crono nuotato in 23’’29. Eliminato il terzo azzurro in gara, Matteo Rivolta, 39° in 24″34.

100 DORSO DONNE Aspettative altissime con l’ottima prova di Margherita Panziera nelle batterie dei 100 dorso. La primatista italiana della distanza infatti, fa segnare il miglior riscontro in 59’’86 a soli sei centesimi dal record nazionale. A far compagnia alla Panziera ci sarà Carlotta Zofkova che sigla il proprio primato personale a 1’00’’07 chiudendo al quinto posto. Niente da fare per Silvia Scalia. Grande attesa dunque per la semifinale di specialità con l’azzurra Panziera che dovrà vedersela con la campionessa olimpica Katinka Hosszu, settimo crono in gestione per lei a 1’00″15.

4×100 MISTA MISTA Italia in finale nella staffetta 4x100 mista mista che sarà disciplina olimpica a Tokyo 2020. Matteo Restivo (55″14), Arianna Castiglioni (1’06″32), Elena Di Liddo (57″76) e Luca Dotto (48″51) hanno nuotato la quinta prestazione generale in 3’47″73. Probabilmente muterà qualcosa in termine di formazione per la finale del pomeriggio ma gli azzurri potrebbero regalare davvero un’emozione. Classifica guidata dall’Olanda (3’45″54) con la Russia, terza, e la Gran Bretagna, quarta, che proveranno il tutto per tutto nel pomeriggio.  

1500 STILE LIBERO DONNE Le batterie dei 1500 stile libero donne chiudono la mattinata di gare. Simona Quadarella, medaglia di bronzo ai Mondiali di Budapest 2017 su questa distanza e neo campionessa europea negli 800 sl, sembra nuotare in assoluta scioltezza, gestendo al meglio la fatica. L’azzurra tocca la piastra della sua batteria con il crono di 16’05″3, miglior tempo assoluto. Alle sue spalle la tedesca Sarah Koehler (16’06″72) e l’ungherese Ajna Kesely (16’19″14). La romana sembra davvero poter regalare una medaglia anche nella massima distanza.