Pro 14 - La situazione delle italiane alla pausa coppe
(foto: twitter - @BenettonRugby)

Pro 14 - La situazione delle italiane alla pausa coppe

Dopo le prime 10 giornate Treviso è in piena lotta playoff, mentre le Zebre confermano il trend dello scorso anno ma vivono un momento di difficoltà dovuto agli impegni dei propri giocatori in nazionale.

francesco-palma
Francesco Palma

Si è chiusa questo weekend la decima giornata del Guinnes Pro14, che apre la strada alla seconda tornata di partite in Champions Cup e Challenge Cup previste per i prossimi due fine settimana: le Zebre saranno impegnate nella doppia sfida contro i russi dell'Enisei, per tenere aperte le speranze di qualificazione con una doppia vittoria; la Benetton invece dovrà vedersela con gli Harlequins, con i quali è appaiata in testa a un girone molto equilibrato.

Le due franchigie hanno chiuso le prime 10 giornate di Pro14 in maniera diversa: le Zebre nulla hanno potuto di fronte alla netta superiorità degli Ospreys, nonostante un punteggio eccessivo rispetto a quanto si è visto in campo e alla prestazione mostrata dalla franchigia parmense. La Benetton invece ha chiuso il doppio impegno in Sudafrica con una vittoria con bonus contro i Southern Kings, battuti 22-19 dopo una partita dominata, dove solo negli ultimi minuti i padroni di casa sono riusciti ad accorciare le distanze sfruttando il fisiologico calo di Treviso, che ha affrontato le due partite contro Cheetahs e Kings senza i nazionali.

Per le Zebre il ruolino non è dissimile da quello dello scorso anno, e l'obiettivo resta quello di migliorarsi ancora: 15 punti sono pochi rispetto a quanto fatto vedere in campo sul piano del gioco e dell'attitudine, qualità sicuramente sviluppate rispetto all'annata passata, ma spesso è mancato quell'istinto e quella capacità di affondare il colpo quando l'avversario è in difficoltà. Tanti punti sono stati persi dagli zebrati proprio per aver "graziato" gli avversari quando si potevano portare a casa marcature pesanti. A questo si aggiunge la difficoltà di mantenere un alto livello quando vengono a mancare i giocatori di punti: senza buona parte dei nazionali le Zebre infatti hanno ottenuto tre pesanti sconfitte contro Cardiff, Munster e Ospreys, dopo un inizio di stagione tutto sommato positivo.

Twitter - @ZebreRugby
Twitter - @ZebreRugby

La situazione Benetton è invece diversa: la lotta per i playoff è serrata e i punti persi contro i Cheetahs rischiano di essere un macigno pesantissimo da portarsi fino alla fine. Le lunghezze di distanza da Scarlets e Ulster sono 6, nulla di irrecuperabile, ma sarà importante non commettere più passi falsi. Il successo pieno contro i Kings ha riportato i leoni al quarto posto della propria conference, superando Edimburgo, per giocarsi fino in fondo la possibilità del play-off per ritornare dopo tantissimo tempo in Champions Cup. C'è però fiducia nell'ambiente, dopo aver ottenuto successi importanti e aver guadagnato tanto in morale e mentalità: i giocatori hanno capito di poter fare una stagione importante, hanno acquisito sicurezza nei propri mezzi e ci credono ogni giorno di più.

Il ritorno dei giocatori impiegati in nazionale sarà importantissimo sia per giocarsi la doppia sfida di Challenge, sia l'importantissima fase natalizia di Pro14, che vedrà le formazioni scendere in campo negli ultimi due weekend di dicembre. Per le italiane sarà anche il momento del doppio derby: il 23 al Lanfranchi di Parma, il 29 al Monigo di Treviso. Per il breve periodo, invece, appuntamento a Sabato prossimo con la terza giornata di Challenge Cup, con Benetton-Harlequins ed Enisei-Zebre.

VAVEL Logo