Vavel per la cultura sportiva: la bellezza dello snooker

Parte oggi la prima puntata di una rubrica che di volta in volta presenterà ai lettori uno sport "minore", spiegando perchè quest'ultimo emoziona.

Vavel per la cultura sportiva: la bellezza dello snooker
Vavel per la cultura sportiva. La bellezza dello snooker.

Oggi parte una nuova rubrica che Vavel Italia ha deciso di offrire ai suoi lettori. Quest'ultima è nata dopo un costruttivo confronto tra i redattori del nostro sito. Vavel per la cultura sportiva si propone di presentare una volta a settimana, una disciplina sportiva "minore", spiegando la sua bellezza e perchè sa emozionare chi la guarda. Il primo numero è dedicato allo snooker.

In Italia abbiamo potuto conoscerlo grazie al tubo catodico, con Eurosport che da diversi anni trasmette i tornei del Main Tour (Mondiale) e di quello Europeo. Nel nostro paese però sono diffuse altre specialità del biliardo come quella su 5 birilli. Pian piano grazie alle telecronache di Maurizio Cavalli e Andrea Campagna lo snooker sta iniziando ad attirare numerosi appassionati anche in Italia. In diverse regioni d'Italia molti bar, locali, circoli offrono su prenotazione tavoli dedicati a questo sport. Si può imparare a giocare all'Ambrosian Snooker Academy di Milano, che ha iniziato ad offrire per prima i video tutorial pure nella nostra lingua. Una struttura simile è nata pure a Tirano (SO) e un'altra a Savona lo scorso 25 febbraio. Non abbiamo ancora giocatori italiani di livello internazionale ma in futuro chissà.

Lo snooker è diffuso nel Regno Unito ma anche in Cina, che ospita diverse tappe del Main Tour. Si affrontano 2 giocatori e vince chi conquista il maggior numero di partite (frame). In ognuna di queste prevale chi realizza più punti imbucando le varie biglie. Ognuna ha un punteggio differente. La rossa vale 1 punto, la gialla 2, la verde 3, la marrone 4, la blu 5, la rosa 6, la nera 7. Lo snooker è una disciplina in cui è importante mantenere la lucidità e i nervi saldi, in quanto un incontro può durare molte ore, per questo ci sono delle pause allo scopo di far riposare i 2 giocatori. Le partite più belle non sono quelle in cui uno dei 2 contendenti imbuca facilmente tutte le biglie. Queste strappano applausi convinti del pubblico perchè il giocatore ha realizzato o ci è andato magari vicino, un punteggio record, superando i 100 punti. Viceversa i frame più appassionanti, sono quelli in cui la contesa diventa più drammatica. Infatti questo gioco non si chiama potting che in inglese significa imbucare ma snooker. Il suo scopo è quello di costringere l'avversario a commettere fallo. Nello snooker bisogna giocare pensando alla mossa successiva. Se non si può imbucare, si deve cercare di impedirlo all'avversario o almeno renderglielo difficile. In sequenza devono entrare in buca una biglia rossa e una colorata. Tutto questo fino a quando non vengono imbucate tutte e 15 quelle rosse. Poi ci sarà la serie finale sui colori, nell'ordine dovranno entrare in buca tutte le biglie dalla gialla alla nera. Se un giocatore durante un tiro non tocca la biglia rossa commette fallo da 4 punti, così come se entra in buca quella bianca. Commette infrazione pur se colpisce una biglia sbagliata o non tocca le altre biglie nella serie finale sui colori. In quest'ultimo caso se non prende quelle con punteggio più alto della marrone, i punti del fallo aumentano fino al massimo di 7. Dopo un fallo commesso dal suo avversario, se la biglia da imbucare non è in posizione favorevole, può scegliere di farla ritirare al suo avversario dalla stessa posizione di prima, fino a che non la colpirà. Gli snooker spesso risultano decisivi per vincere un frame. Quest'ultimi quando avvengono difensive strenue sono molto emozionanti.

Non sappiamo se dopo aver letto questo articolo sarete invogliati a guardare in televisione lo snooker oppure a cominciare a giocare. Vi consigliamo di sintonizzarvi su Eurosport dal 14 al 20 settembre per lo Shanghai Masters. Datemi retta non ve ne pentirete.