Atletica, Kingston - Jamaica International Invitational: McMaster super nei 400hs, vince la Thompson sui 200

McMaster scende sotto i 48"00 nei 400hs, la Thompson passeggia nei 200, De Grasse batte Merritt. Kendricks vince l'asta, l'Ibarguen il triplo.

Profumo di atletica a Kingston. Blake torna sotto i 10"00 nei 100, batte gli americani Baker e Rodgers e approda a 9"93. Duello sul filo dei millesimi al femminile, sorride la Akinosun, beffata la Ahye. 11"06 per entrambe. Terza una Felix di ritorno, 11"07. Sui 200, De Grasse supera Merritt - 20"14/20"28 - Elaine Thompson mette metri tra sé e la prima delle inseguitrici. Al momento, la giamaicana è l'assoluta dominatrice di 100 e 200. Nel fortino di casa, basta un "tranquillo" 22"09. Shericka Jackson, seconda, taglia il traguardo in 22"61.

Gaye - 45"08 - si prende il giro di pista, tra le donne è la Williams Mills - 50"54 - a primeggiare. Francis e Hastings a completare il pacchetto delle prime tre. La Lipsey - 2'01"09 - si aggiudica gli 800, 3000 U all'australiano Rayner in volata. 7'52"70, poi Bayer e Dunbar. 

La miglior performance di giornata nei 400hs al maschile. Esplode il talento di Kyron McMaster. Su una prova in cerca d'autore, di un dominatore in grado di tracciare una via da seguire, sbuca il campioncino delle Isole Vergini. Abbatte un muro significativo, quello dei 48"00, vola in 47"80 e piega santoni come Hyde - 48"52 - Jackson e Culson. Harris - 13"22 - è davanti nei 110hs, 100hs, invece, alla Nelvis - 12"64 - sulla connazionale Stowers. 

Kendricks è già in ottima condizione e a Kingston sorvola i 5.80 nell'asta. La Ibarguen si mette alla testa del triplo - 14.43 - pur con misura modesta. 66.36 di Dacres nel disco, 60.79 della Gleadle nel giavellotto. Infine, 9'31"85 della Praught nei 3000 siepi e 1.90 della Spencer nell'alto (medesimo limite per la Treasure, ma percorso di qualità inferiore).