Golden Gala 2017, Diamond League - Tortu 20"34, Rohler oltre i 90 metri, Obiri show

Per questa sera è tutto, l'appuntamento con la grande atletica è ovviamente sempre su Vavel. Restate con noi per il riassunto di serata e per rivivere le impressioni dei protagonisti. 

Siamo al tramonto di una serata spettacolare. Il Golden Gala si conferma magico e offre interessanti spunti per il futuro. La Stefanidi è, a tutti gli effetti, la prima donna dell'asta, la Lasitskene ha margine nell'alto - piace l'impronta di Trost e Furlani - Rohler è un fuoriclasse assoluto. L'Italia si gode Tortu - velocista dal roseo avvenire - e i buoni riscontri dalle siepi. Infine, menzione per Schippers, un successo di rabbia nei 100, e Obiri, leggera nei 5000.  

Seconda la Tirop, terza la Gidey, quarta la Can, a secco nel finale. 

14'41"55, irriconoscibile Dibaba. Sesta l'etiope.

14'18"37, miglior tempo dell'anno, una magistrale progressione, giù il cappello di fronte ad Hellen Obiri!

Obiri in fuga! Tirop, Dibaba e Can pagano circa 10 secondi, appannata la corsa dell'etiope, attesa su ben altri livelli. 

90.06 Rohler!! Fenomeno! Fenomeno! Replica da campionissimo, trionfa! Secondo Vetter, terzo Walcott!

La Dibaba prende la corsa in mano ai 2000, ora è sfida diretta, in 4 allungano. 

Alto D - Vince, secondo pronostico, la Lasitskene. 2 metri per l'ex Kuchina, tre errori, poi, a 2.05. 

21.43 - 5000 donne, Dibaba vs Obiri, uno dei piatti forti della serata capitolina. 

Vetter, sgarbo tedesco. 88.15, si piazza al comando nel giavellotto.

2.00 Lasitskene alla seconda prova, siamo a 2.05. Primo tentativo senza fortuna. 

La Stefanidi chiude a 4.85, vano assalto ai 5.07. Che prova di forza della greca!

200 U - 20"01 De Grasse, ma è Tortu a strabiliare l'Olimpico! 20"34, 140 metri sontuosi, poi resistenza finale, con le energie al lumicino! Esplode lo stadio! Secondo, in 20"29, Lemaitre.

200 metri U, è l'ora di Tortu!

86.61 Walcott, è secondo alle spalle di Rohler. 

Licwinko un errore a 1.98 e uno a 2 metri.

Licwinko, 1.96 alla terza. Si va a 1.98, la Lasitskene passa la misura. 

100 D - Dafne Schippers! Dal Colosseo alla pista, vince, in rimonta, dopo un avvio stentato. 10"99, bel lanciato. 11"03 Ta Lou, Bartoletta ancora in sofferenza nella velocità. Quarta in 11"26 l'americana. 11"70 Siragusa.

Giavellotto U - 87.89, Rohler alza la voce.

Lasitskene una macchina, 1.96 facile nell'alto.

Asta D - Con la gara in bacheca - 4.85 - la Stefanidi chiede l'asticella a 5.07.

1500 D - Hassan, finale da regina! 3'56"22! Miglior tempo dell'anno, miglior tempo di sempre al Golden Gala. Strabattute Chebet - comunque sotto i 4 minuti - e Bahta.

Alto D - Sfortunata Alessia Trost, si ferma, quindi, a 1.91, chiude quarta, ottava la Furlani. Licwinko e Levchenko contro Lasitskene. 

Giavellotto U - Rohler mette le cose a posto, 87.05 al secondo lancio.

1.94, Trost sbaglia la seconda volta, ma siamo vicinissimi. 

Cinque in corsa nell'alto. Solo Lasitskene - ex Kuchina - a 1.94. 

Stefanidi a 4.85! Tre salti, semplicemente perfetta fin qui.

110hs U - Merritt! 13"13! Si impone nonostante una leggera flessione nella parte centrale. Ortega e Shubenkov ai suoi piedi. Quarto - 13"24 - Pozzi. 13"65 Perini.

Trost! Trost! 1.91, con la faccia delle grandi occasioni!

Terzo errore di Erika Furlani a 1.91, applausi per la giovane azzurra. 

Miracolo McCartney. 4.75 alla terza, l'asticella si muove ma non cade. Raggiunge Silva e Stefanidi.

Vadlejch - 85.38 - Rohler in scia, prime bordate dal giavellotto.

Anche nell'asta è un tavolo per due, Silva e Stefanidi al braccio di ferro.

Lasitskene e Licwinko, solo loro pulite a 1.91. Errore per tutte le altre.

400 metri D - Domina la Hastings - 51"52 - bel finale di Willians Mills e Zemlyak, rispettivamente seconda e terza. 52"28 per la Chigbolu, lecito aspettarsi qualcosa di più.  

4.75! La zampata della Silva. Deve replicare la Stefanidi.

Nell'alto si passa a 1.91, nove atlete ancora in gara.

Nell'asta siamo a 4.75, nessuna al momento oltre la misura. Quota spartiacque?

Alto - Furlani a 1.88! Serve la seconda prova, ma è una grande risposta. 

1'45"96, gara tattica, il territorio di Kszczot. Il polacco attende il rettilineo e precede Bett e Brazier. Caduta, alla campana dei 400, per Amos.

In corso la gara del giavellotto U, a breve i primi aggiornamenti, al via, in pista, gli 800 maschili. 

Saluta la Morris, la favorita della vigilia. Tre errori a 4.65. Saluta, con amarezza, il pubblico di Roma. 

1.88 alla prima, con margine. Sorride Alessia Trost. 

Asta - Stefanidi esordio con successo. 4.65 alla prima, in difficoltà la Morris, 2 errori. 

Beitia 3 errori a 1.80, fuori una delle possibili protagoniste nell'alto. 

100 U - Ujah 10"02, sfreccia il britannico in una gara piuttosto equilibrata e senza acuti. 10"05 Vicaut e Baker - entrambi sotto il par - 10"10 Meité. Cattaneo 10"38 nono.

Nei 3000 siepi, azzurro di gloria. Bamoussa - 8'22"00 - e Chiappinelli - 8'27"34 - con il limite per Londra.

Ancora bene le azzurre nell'alto. La giovanissima Furlani mostra di non soffrire affatto il palcoscenico. 1.85 alla prima. Trost avanti alla seconda. 

Siamo a 4.65 nell'asta, al primo tentativo ok Ryzih e Sidorova.

Triplo D - Trionfo Rojas, non basta l'orgoglio all'Ibarguen. La colombiana plana a 14.74, si migliora, ma il successo è 6cm più in là. Settima la Derkach, vale il 14.04 d'avvio.

8'04"63! Super C.Kipruto nelle siepi! Bravo El Bakkali a complicare l'epilogo al keniano. Terzo Birech, 8'07"84.

La Silva è ancora della partita, 4.55 alla terza nell'asta. 

Si spezza il gruppo nelle siepi, in 4 davanti, poi una leggera frattura. 

14.84 Rojas!

Furlani e Trost bene a 1.80. Importante trovare il giusto feeling con la pedana.

3000 siepi, grandi personaggi. Birech, Kirputo, l'eterno Kemboi, due lepri. Attenzione alla grande prestazione.

Inizia una gara molto importante per noi, Furlani e Trost alla prova dell'alto.  

Asta - Errore della Silva a 4.55, pulita la Morris. Al primo tentativo anche Ryzih, Sidorova, McCartney. 

Ibarguen chiama - 14.69 - Rojas risponde - 14.82. Mancano due tornate, partita aperta.

400hs D - 54"14, SB per la giamaicana Russell, 54"35 la Petersen, poi Nel e Hejnova. 55"70 Pedrosa, 55"83 Caravelli.

La Malavisi termina in ultima posizione nell'asta. 4.20 al secondo tentativo, poi tre errori a 4.40. A questa misura, da segnalare una sbavatura della Morris.

A breve, 400hs donne, Caravelli e Pedroso, attesa per il tempo soprattutto della seconda. Occhio, al centro, a Hejnova e Nel.

A metà gara, nel triplo, Rojas al comando, Ibarguen 14.57, si migliora, trova il personale stagionale, ma non basta per le prime due posizioni. Sesta la Derkach.

Secondo errore di Malavisi e Moser, ora a un passo dall'eliminazione. 

49"41, splendido Lambrughi nei 400hs tutti italiani! Bencosme deve cedere dopo l'ultimo ostacolo! 

Bene la Silva a 4.40, diversi ingressi a questa quota. Malavisi errore al primo tentativo. 

Bussotti - 3'42"15 - si prende i 1500 a livello nazionale, grande progressione sulla retta d'arrivo.  

Si illumina il triplo. 14.76 Rojas, 14.64 Rypakova. Nullo per la Ibarguen. 

Il secondo tentativo è positivo per la Malavisi, si passa alla misura superiore.

Non passa l'azzurra.

Si inizia a 4.20, Malavisi alla prima prova.

19.20 - Asta donne al via. La nostra Malavisi, ma soprattutto la Morris, donna da 5 metri. 

Sembra decisamente in condizione Dariya Derkach. Nullo discretamente lungo al secondo salto. Ibarguen 14.43 d'esordio. 

Con 19.56, la Gong si aggiudica il peso, sul secondo gradino del podio la Bunch - 18.95 - la connazionale Carter è 9 cm più indietro.

14.04, splendido avvio per la Derkach. 1.3 il vento a favore.

19.00 - Scocca l'ora del triplo D. Ibarguen - Rojas, ma anche la nostra Derkach, attesa oltre i 14 metri.

19.56, straordinaria la continuità della Gong.

18.86, Michelle Carter si avvicina alla vetta, è seconda a un lancio dal termine.

19.50, la Gong fissa il personale stagionale e mette all'angolo le altre. 

Terzo lancio sopra i 19 della Gong, al momento è padrona della gara. 18.28 Carter, visibilmente insoddisfatta.

18.35 - Dopo la seconda tornata, Gong 19.35 - aumenta di 11cm - Carter solo 18.13, quarta.

Si chiude il lungo, vince, come da pronostico, Ojiaku. Non si migliora con il sesto tentativo, 7.90 il miglior salto. 

19.24 Gong, approccio in difetto per Carter e Marton. 

7.81, Trio chiude una grande gara personale.

Ojiaku approda a 7.90, sembra in controllo della gara. Primi lanci nel peso D, ma nessuna misura degna di nota. 

18.15 - Inizia il getto del peso donne, le atlete salutano il pubblico dell'Olimpico.

Ojiaku 7.81, Trio si porta al secondo posto, 7.73. Le pesiste, nel frattempo, stanno ultimando il riscaldamento. 

Dopo tre salti, Ojiaku guida con 7.76, alle sue spalle Musso, 7.71.

Cresce 4 cm Ojiaku, è ancora lui a comandare. 

17.50 - Ojiaku, 7.72, guida dopo la prima tornata.

7.10 per Trio, suo il primo balzo.

Dopo la presentazione dei partecipanti al salto in lungo, inizia la contesa

Più di 100 medaglie tra olimpiadi e mondiali, 51 nazioni rappresentate, il Golden Gala apre ufficialmente i battenti. 38° edizione, tocca al lungo ricevere l'applauso dei presenti. Olimpico al momento ancora semi-vuoto, ma siamo solo all'alba di una straordinaria serata di sport. 

Le immagini di Tamberi sugli schermi dell'Olimpico, Gimbo è a un passo dal rientro. Alle spalle il pesante infortunio, in archivio il "dramma" olimpico, ora si guarda avanti. 

Abbiamo parlato del lungo - gara a livello nazionale - ma è il peso D il primo "appuntamento" valido per la diamond race. Il cast è di primo piano, con l'americana Carter ovvia favorita. A contenderle il successo, soprattutto l'ungherese Marton e la cinese Gong. Completano il quadro: Johnson, Dubitskaya, Leantsiuk, Bunch, Crew, Guba e Dongmo. 

17.00 - Alle 21.23 sono in agenda i 100 al femminile. Dafne Schippers - in assenza di Elaine Thompson - è la donna copertina. Curiosità per il riscontro cronometrico, in stagione - su 100 e 200 - l'olandese è incappata in diverse battute d'arresto. 

La presentazione dell'evento 

16.50 - Filippo Tortu è uno dei protagonisti più attesi, per lui la sfida 200, 2 anni dopo. Interessante osservare l'evoluzione sulla distanza del giovane talento azzurro. 

Alle 18.15 il peso femminile, alle 19, con il triplo donne - attenzione al duello Rojas - Ibarguen - il via vero e proprio alla serata romana. 

La prima gara degna di nota prende il via alle 17.30, salto in lungo in salsa tricolore, con Randazzo e Ojiaku pronti a sfidare la barriera degli 8 metri. 

In attesa dei principali protagonisti, in scena una competizione giovanile, diversi ragazzi colorano il pomeriggio capitolino, pronti poi a sostenere i propri beniamini. 

16.30 - Lo stadio Olimpico la quarta tappa della Diamond League, benvenuti alla diretta del Golden Gala edizione 2017. Dalla tribuna stampa dell'impianto romano siamo pronti a raccontarvi un evento straordinario.