Golden Gala 2017 - Kipruto re delle siepi, Merritt vola tra gli ostacoli

Il keniano si impone con il miglior tempo dell'anno, bel successo di Merritt nei 110hs.

Il ritorno di C.Kipruto, come prevedibile, rende le siepi gara particolarmente interessante. Due lepri - Kemboi e Kipsang - a condurre le danze fino a 800 metri dal termine. Quando mancano due giri, Kipruto prende la testa di un gruppetto a quattro rifinito da El Bakkali, Birech e Kirui. Il passo di Kipruto è importante e l'ultimo cambio inchioda Birech e Kirui, mentre El Bakkali si tiene sulle code del keniano all'ingresso dell'ultimo rettilineo. Il marocchino non riesce però ad uscire e Kipruto può battersi il pugno sul petto, a testimoniare l'ottima performance. 8'04"63, primo al mondo. El Bakkali 8'05"17, terzo Birech. Buone notizie per i colori italiani. Bamoussa, tredicesimo, chiude in 8'22"00, primato personale e biglietto per Londra. Al mondiale anche Chiappinelli, 8'27"34. 

L'americano Aries Merritt - dopo i noti problemi del passato - sembra ora tornato su ottimi livelli. A Roma, indovina un ottimo stacco, soffre nella parte centrale, ma ritrova brillantezza per affrontare gli ultimi due ostacoli, lì dove contiene il ritorno dello spagnolo Ortega e del russo Shubenkov. 13"13 Merritt, personale stagionale eguagliato. Quarto Pozzi, quinto Trajkovic, sesto Oliver. 

Nei 400hs D, è Janieve Russell ad imporsi. La giamaicana copre la distanza in 54"14, anticipando di 21 centesimi la Petersen. La Nel è terza in 54"58, solo quarta la Hejnova. Due azzurre al via: la Pedroso è settima, 55"70, la Caravelli ottava, 55"83. Per entrambe miglior riscontro del 2017. 

Infine, da segnalare un 400hs U a livello nazionale. Tempi di ottima fattura, con Lambrughi - 49"41 - a precedere Bencosme e Vergani.