Tre Giorni di La Panne, Viviani si aggiudica in volata la seconda tappa su Kittel e Kristoff

Il velocista italiano batte allo sprint Marcel Kittel e Alexander Kristoff, che rimane leader della corsa.

Tre Giorni di La Panne, Viviani si aggiudica in volata la seconda tappa su Kittel e Kristoff
Elia Viviani esulta dopo la volata vincente

Secondo successo stagionale per l'azzurro Elia Viviani, che bissa la vittoria ottenuta all'inizio dell'anno nel Dubai Tour aggiudicandosi la seconda tappa della Tre Giorni di La Panne, breve corsa che si disputa nella settimana precedente il Giro delle Fiandre. Dopo il colpo firmato ieri da Alexander Kristoff, il percorso odierno prevedeva una frazione di 211 km, da Zottegem a Koskijde, caratterizzata da cinque muri, da affrontare però a inizio giornata. Finale in volata dunque, che ha premiato lo sprinter del Team Sky, vincitore in rimonta sul tedesco Marcel Kittel. Terzo il leader della corsa, il norvegese Kristoff. 

La seconda tappa della Tre Giorni di la Panne presenta minori difficoltà altimetriche rispetto alla prima con arrivo a Zottegem. La corsa vede immediatamente formarsi una fuga di otto uomini (tra cui gli italiani Tonelli e Zilioli), mentre da dietro il gruppo deve fronteggiare cadute a ripetizione, dovute anche a un manto stradale viscido e fangoso, impregnato dell'acqua caduta poco prima del passaggio dei corridori. A ottanta chilometri dalla conclusione la testa della corsa ha ancora cinque minuti di vantaggio sul gruppo della maglia bianca Alexander Kristoff, tirato proprio dai compagni di squadra del norvegese (Team Katusha). E' poi l'olandese Pim Ligthart a provare a sottrarsi all'inevitabile ricongiugimento imbastendo un'azione personale che rompe l'armonia dei battistrada. Il plotone, tornato compatto a quindici chilometri dall'arrivo, affronta così il breve circuito (lungo poco più di 10 km) per giocarsi il finale in volata. Si giunge quindi allo sprint, con l'italiano Sabatini a pilotare il tedesco Marcel Kittel fino ai 250 metri. Il velocista della Etixx-Quickstep parte deciso e sembra poter far sua la volata, mentre Kristoff è attardato di qualche posizione. Dietro Kittel c'è infatti Elia Viviani, che rimane a ruota fino a pochi metri dal traguardo, per poi sorpassare il tedesco con uno spunto imperioso che gli regala la vittoria. Settimo un altro italiano, Paolo Simion del Team Bardiani. La classifica generale rimane però sostanzialmente invariata, con Kristoff maglia bianca. La corsa riprenderà domani con l'ultima delle tre giornate di gara, in cui i corridori dovranno affrontare al mattino una frazione in linea di 111 km (da La Panne a La Panne) e al pomeriggio una breve cronometro individuale di 14.2 km.

Ordine d'arrivo. 1. Viviani in 5h 01' 04". 2. Kittel s.t. 3. Kristoff s.t. 4. Capiot s.t. 5. Petit s.t. 6. Kreder s.t. 7. Simion s.t. 8. Sarreau s.t. 9. Baska s.t. 10. Savitskiy s.t.

Classifica generale. 1. Kristoff in 9h 23' 44". 2. Lutsenko a 5". 3. Westra a 10". 4. Pedersen a 43". 5. Lerberghe a 45". 6. Durbridge a 46". 7. Zabel a 48". 8. Martin s.t. 9. Morkov a 49".