Giro del Trentino - Melinda 2016, 4° tappa: Kangert in volata, Landa è terzo e conquista la corsa

Il basco vive un'altra giornata difficile, deve rispondere a diversi attacchi e battersi in volata. Terzo, difende la maglia. Seconda vittoria per Kangert.

Giro del Trentino - Melinda 2016, 4° tappa: Kangert in volata, Landa è terzo e conquista la corsa
Giro del Trentino - Melinda 2016, 4° tappa - Getty images

Kangert si impone, per il secondo giorno consecutivo, sulle strade del Giro del Trentino. L'estone esce di ruota negli ultimi metri e lancia una prorompente volata. Salta Busato e sfreccia per primo sul traguardo. Mikel Landa segue come un'ombra la maglia azzurra dell'Astana e chiude terzo, posizione utile a mantenere il primato nella generale. 

L'ultima uscita regala, come da previsione, diversi spunti d'interesse. A colorare la giornata, una nobile fuga a tre, con Foliforov ad accompagnare Nibali e Cunego. Il vantaggio supera i due minuti, ma il lavoro di AG2R e Sky limita l'incedere dei tre. Nibali conquista entrambi i GPM, transita per primo a Fondo e a Marcena di Rumo, ma l'avvento dell'ascesa più ostica, Forcella di Brez, rivoluziona la tappa. 

6 km da percorrere, strada costantemente sopra il 10%, Moscon davanti a scandire il passo per Landa. Cunego alza con effetto immediato bandiera bianca, Nibali prova invece a rilanciare. L'allungo di Bardet, con Scarponi a ruota, da il via alle danze. Si muovono anche Fuglsang e Firsanov. A questo punto, Landa, solo, deve mettersi in proprio. In testa si forma un gruppetto di otto corridori - rientra anche Pozzovivo - con il leader nella morsa, ormai consueta, di Astana e AG2R. 

Bardet piazza un secondo allungo, ma è la zampata di Firsanov, lesto a scollinare in testa, a scremare la compagnia. In discesa, si ricompatta, parzialmente, la situazione. Landa non vuol correre rischi, ma il finale è condito da continui strappi, improvvise erte che forniscono appiglio ai rivali per la generale. 

Dupont scatta secco, Scarponi si accoda, su di loro si gettano Pirazzi e Busato, mentre Deignan guida Landa nelle posizioni migliori. In un tratto all'11%, Fuglsang spara l'ultima cartuccia. Firsanov, Landa e Bardet alla sua ruota. Un indomito Pirazzi cerca disperatamente il successo di tappa, il suo terzo affondo - con Peraud - pare giusto, ma Buchmann si mette a tirare a tutta per Konrad e all'ultimo chilometro il plotoncino progetta la volata. Busato parte bene, ma Kangert è un fulmine. Basta per l'arrivo di Cles, non per la generale. 

Tappa

1 Kangert 2 Busato 3 Landa 4 Fuglsang 5 Konrad 6 Firsanov 7 Pozzovivo 8 Bardet

Generale

1 Landa 2 Kangert 8" 3 Fuglsang 10" 4 Firsanov 15" 5 Bardet 20" 6 Konrad 7 Pozzovivo 24" 8 Buchmann 26"