Live Tour de France 2016, 13^ tappa Bourg Saint Andeol - La Caverne du Pont d'Arc: Super Dumoulin, Froome guadagna

Live Tour de France 2016, 13^ tappa Bourg Saint Andeol - La Caverne du Pont d'Arc: Super Dumoulin, Froome guadagna
Porte e Froome scalano il Ventoux qualche minuto prima dell'incidente. Fonte foto. letour.fr
Bourg Saint Andeol
37 km
La Caverne du Pont d'Arc

Per la tappa di oggi è tutto. A nome di Alessandro Cicchitti, la redazione ciclismo di Vavel Italia Vi ringrazia per aver seguito in nostra compagnia questa tappa e Vi rimanda ai prossimi appuntamenti sempre live, qui su Vavel Italia.

17.43 - Questa invece, la TOP 5 riguardante la classifica generale: 
1. Chris Froome 
2. Bauke Mollema, at 1.47 
3. Adam Yates, at 2.45 
4. Nairo Quintana, at 2.59 
5. Alejandro Valverde, at 3.17

17.40 - Ed eccolo il vincitore di tappa. Tom Dumoulin.

LA TOP 5: 
1. Tom Dumoulin, 50.15 
2. Chris Froome, at 1.03 
3. Nelson Oliveira, at 1.31 
4. Jérôme Coppel, at 1.35 
5. Rohan Dennis, at 1.41

17.34 - Dumoulin vince su Froome che paga, 1'03''. Terzo Oliveira  a 1'31''

17.32 - VINCE, DUNQUE, TOM DUMOULIN! SPLENDIDO VINCITORE GRAZIE AD UNA PROVA FANTASTICA. 

17.31 - Chiude in 51'18'. Froome guadagna su tutti. Solo Mollema gli resiste limitando i danni.

17.30 - Manca solo Froome.

17.29 - Yates in prossimità del traguardo. Tempo simile a Porte, Quintana e tutti gli altri. Perde 1'00'' da Mollema.

17.26 - Arriva Quintana! Oltre 3'00'' da Dumoulin. Perde da Mollema, Porte, Valverde e Van Garderen. 

17.22 - Gran tempo per Mollema che si piazza in quinta posizione!! L'olandese guadagna su tutti i suoi rivali diretti.

17.21 - Arriva Romain Bardet. Meglio di Aru, al quale guadagna 33''. Peggio di Valverde, Van Garderen e Porte.

17.18 - SECONDO FROOME AL TERZO INTERMEDIO. 47'' DI RITARDO DA DUMOULIN.

17.17 - Bella prova di Valverde, poco meglio di Van Garderen.

17.16 - Non male nemmeno Yates che perde non molto dagli altri big già arrivati al traguardo.

17.14 - Anche Van Garderen al traguardo. Ottima prova dell'americano che si piazza in 13^ piazza. Guadagna qualcosa su Porte, più di un minuto e mezzo su Aru.

17.13 - Arriva ARU! Oltre 4'00'' da Dumoulin. Perde 1'17'' da Porte.

17.10 - Daniel Martin al traguardo: 4'10'' il suo ritardo.

17.09 - Ottimo tempo da parte di Mollema che si difende benissimo. 1'30'' il ritardo da Dumoulin.

17.07 - Più di 5 minuti di ritardo per Purito al traguardo. Perde ancora Bardet, appena transitato al terzo rilevamento cronometrico.

17.04 - Molto bene Valverde che non perde molto, anzi guadagna rispetto ai suoi rivali diretti.

17.03 - E' 15^ Porte. Paga 3'10'' da Dumoulin.

17.03 - Arriva Porte.

17.01 - Oltre 4 minuti al traguardo per Mentjes.

17.00 - Froome a 17'' da Dumoulin. Primo intermedio buono ma non eccezionale per il fuoriclasse britannico.

16.59 - Molto molto indietro Aru al terzo intermedio.

16.55 - Oltre 3'00'' il ritardo di Martin al T3.

16.54 - 15^ tempo per Kreuziger a 3'00'' da Dumoulin.

16.53 - Barguil chiude 32^ con quasi 5' di ritardo.

16.51 - Quintana guadagna, ma poco sui suoi avversari diretti. Qualche secondo su Aru & co.

16.48 - Porte paga molto al T3. Oltre 2'00' da Dumoulin.

16.47 - Bardet dietro anche rispetto ad Aru al primo rilevamente cronometrico.

16.45 - In ritardo Rolland, che taglia il traguardo oltre la 40^ posizione.

16.44 - Quinto tempo per Thomas che paga 2 minuti a Dumoulin.

16.41 - PARTE FROOME. ULTIMO A SCATTARE DALLA PEDANA DI PARTENZA.

16.40 - Tempo alto anche per Van Garderen e Aru al primo rilevamento intermedio.

16.38 - In grande ritardo Barguil, a oltre 3 minuti da Dumoulin.

16.37 - Ora manca solo Froome. Poi i big saranno tutti in gara, insieme.

16.36 - Adam Yates al via. 

16.35 - Partiti anche Mollema e Quintana.

16.33 - Al terzo intermedio, sesto tempo per Thomas in ritardo di 1'10''.

16.27 - Al via anche Bardet.

16.25 - E' il turno di Alejandro Valverde, anche lui scattato al via.

16.24 - Richie Porte al primo intermedio. Circa 10'' il su ritardo da Dumoulin.

16.21 - E dopo tre minuti, anche Van Garderen al via.

16.18 - FABIO ARU AI CANCELLETTI DI PARTENZA. 1'54'' IL RITARDO DI ARU DA FROOME PRIMA DI QUESTA PROVA. 

16.16 - Anche Daniel martin al via. Tempo alto per Kelderman al terzo intermedio. 

16.11 - C'è Purito Rodriguez al via. Lui era decimo alla vigilia di questa tappa.

16.08 - E' pronto a scattare dal via anche Richie Porte.

16.04 - Sergio Henao, prezioso gregario di Froome, al via.

16.00 - ARRIVA VINCENZO NIBALI 14^ CON 3'30'' SU DUMOULIN.

15.58 - Parte Barguil, 15^ in classifica alla vigilia di questa 13^ tappa.

15.51 - E' il momento di Pierre Rolland, anche lui al via.

15.48 - De Gendt arriva in 18^ posizione al traguardo.

15.46 - E' transitato Nibali al terzo intermedio. 14^ tempo per lo squalo dello stretto.

15.39 - Dumoulin ha dato 1'31'' al secondo in classifica. Tony Martin a 2 minuti dall'olandese. Davvero una grandissima prova quella dell'olandese. 

15.38 - MIGLIOR TEMPO PER TOM DUMOULIN! GRAN TEMPO PER L'OLANDESE CHE GUADAGNA OLTRE 1 MINUTO E 31 SU OLIVEIRA SECONDO.

15.36 - 1km al traguardo per Dumoulin.

15.36 - Kelderman ai cancelletti di partenza.

15.31 - Tempo alto per Rui Costa, 41^ al traguardo.

15.25 - DUMOULIN VA COME UN TRENO. 55'' SU COPPEL AL TERZO INTERMEDIO.

15.22 - Dumoulin conferma il miglior tempo anche al secondo intermedio. Si alarga il suo vantaggio sui diretti avversari.

15.19 - Dumoulin va a prendere anche un uomo della Astana.

15.07 - Ai cancelletti di partenza c'è Vincenzo Nibali.

15.06 - Per l'olandese sono 10 secondi di margine su Oliveira.

15.06 - MIGLIOR TEMPO AL PRIMO RILEVAMENTO CRONOMETRICO PER TOM DUMOULIN

15.04 - Anche Majka al via!

15.01 - Solo quarto tempo per Tony Martin che è arrivato ad oltre 30'' da Oliveira.

15.00 - Intanto, anche Dumoulin ha affiancato e superato un corridore della BMC che era partito due minuti prima.

14.59 - Un chilometro al traguardo per Tony Martin, impegnato nell'ultimo tratto in salita.

14.53 - Sulla pedana di partenza c'è il protagonista di ieri, Thomas De Gendt. Il vincitore sul Mont Ventoux veste anche la maglia che indica il miglior scalatore. 

14.48 - E' appena partito un altro grande favorito per la tappa di oggi, Tom Dumoulin, campione olandese a cronometro.

14.47 - Quarto miglior tempo all'ultimo intermedio. 27 secondi di ritardo per Martin, a meno di 10km dall'arrivo.

14.46 - Tony Martin ha superato anche Losada, partito addirittura 4 minuti prima di lui.

14.42 - Ricordiamo che Thibaut Pinot a causa della caduta di ieri, non ha preso il via decidendo di ritirarsi.

14.36 - Sta partendo anche Rui Costa.

14.35 - Tony Martin ha raggiunto e superato Tiralongo che era partito prima di lui.

14.34 - Arriva anche Jon Izaguirre con un buon tempo. Quarto tempo per lo spagnolo della Movistar.

14.28 - 32^ Peter Sagan che ha disputato questa crono senza grosse ambizioni.

14.27 - Sta arrivando anche Peter Saga, tutto vestito di verde.

14.25 - C'è anche il campione Nazionale tedesco, Tony Martin, in gara. Il corridore della Etixxè atteso al primo intertempo.

14.23 - Si è inserito anche Barta tra i migliori. 5^ Tempo per lui a 1 minuto esatto da Oliveira.

14.14 - Questi i distacchi tra i primi, mentre ricordiamo che i migliori partiranno per ultimi, dato che la classifica generale viene rovesciata: 
1. Nelson Oliveira, 51.56 
2. Jerome Coppel, 3''
3. Rohan Dennis, 10'' 
4. Stephen Cummings, 53''
5. Maciej Bodnar, 1.01 
6. Fabian Cancellara, 1.44

14.12 - 00:51:46, questo è il miglior tempo del corridore della Movistar. Alle sue spalle, Coppel, Dennis, Cummings, Bodnar e Cancellara.

14.10 - La situazione al momento, vede la classifica provvisoria con un portoghese, Nelson Oliveria, in testa. A soli 3'' si è appena inserito Coppel che per pochissimo non è riuscito a porsi al top.

14.09 - Tra i primi a giungere al traguardo, Bodnar, Dennis, Cancellara e Nelson Oliveira. Sono stati loro, assoluti specialisti, i migliori sino a questo momento.

14.07 - ​La cronometro, lunga 37,5 chilometri, ha messo alla prova corridori molto capaci, specialisti, che sino a questo momento hanno fatto la differenza. 

13.58 - Prima che il primo corridore in pedana partisse, c'è stato un minuto di silenzio che tutto il clan del Tour ha rispettato in religioso silenzio.

13.55 - Questa mattina, in un ambiente surreale, causato dai tragici fatti di Nizza, la corsa ha preso il via da Bourg Saint Andeol sede di partenza della cronometro di oggi.

13.54 - Prima di passare alla diretta chilometro dopo chilometro, ripercorriamo tutto quello che è accaduto sino a questo momento.

13.50 - Eccoci di nuovo in diretta dalle strade del Tour de France 2016.

Buon pomeriggio e Benvenuti Amici lettori di Vavel Italia alla diretta scritta live ed della 13^ tappa del Tour de France edizione 2016. Il percorso odierno differisce da tutto quello che sino a questo momento i corridori hanno incontrato sulla loro strada. Per la prima volta in questa edizione del Tour de France, è prevista una cronometro individuale. Una prova contro il tempo che metterà alla prova gli uomini di classifica, e che potrebbe esaltare gli specialisti, anche se in realtà il percorso della tappa, lunga 37,5 chilometri è tortuoso e ricco di tranelli. Molte saranno le insidie da fronteggiare, soprattutto all'indomani di una delle tappe più clamorose e discusse della storia della Gran Boucle.

Naturalmente, quello che è accaduto ieri non può essere dimenticato. L'ascesa al Mitico Mont Ventoux, ridotto a sei chilometri dalla sua vetta, ha messo a nudo gravi argomenti. La grande folla, gli eccessivi mezzi di ripresa e le macchine della giuria, hanno generato un pasticcio senza precedenti. Froome, Porte e Mollema, che avevano staccato i migliori, compreso Quintana, si sono trovati d'improvviso a terra, causa una brusca frenata della moto che li concedeva la scia. Porte, ma soprattutto Froome, hanno perso moltissimo e le immagini trasmesse in mondovisione, di un Froome a piedi, che scala il Ventoux senza biciletta, sono già entrate nella storia negativa di questo sport e di questa corsa.

L'arrivo di Froome, sul Ventoux. Fonte foto: letour.fr
L'arrivo di Froome, sul Ventoux. Fonte foto: letour.fr

Dopo travagliati e concitati minuti, la direzione di gara, con una decisione ancor più discutibile, ha deciso di riconsegnare la maglia gialla a Froome, che nel frattempo, arrivato con 1'40'' da Mollema, l'aveva persa a vantaggio di Yates. Insomma, un vero è proprio disastro in salsa gialla, con Froome che è stato il primo a comunicare la decisione della giuria via social. Il britannico, dall'attacco nei confronti dei rivali, si era ritrovato lontano di quasi un minuto in classifica generale. Un incubo che è durato solo per quei scellerati minuti che hanno portato la corsa sullo Chalet Reynard e non sulla cima del Mont Ventoux.

Fonte foto: letour.fr
Fonte foto: letour.fr

Questa infatti, è la nuova classifica generale. Quella con la quale i corridori partiranno oggi per affrontare la cronometro di 37,5 chilometri. Inizialmente, Froome si era ritrovato a 53'' da Yates, maglia gialla virtuale. Poi, la decisione della giuria che ha attribuito a Froome e Porte lo stesso tempo di Mollema, molto più scaltro di loro nel giungere al traguardo dopo l'incidente. Alla fine, il vero sconfitto di giornata è stato Nairo Quintana, molto deludente in quella che era la salita da lui indicata come decisiva. Nairo, dopo aver resistito a Porte e Froome, in un secondo momento si è staccato, facendosi riassorbire e superare dagli altri big tra i quali anche un Aru in risalita. 

Valderde con Quintana. Fonte foto: letour.fr
Valderde con Quintana. Fonte foto: letour.fr

Concentrando l'attenzione sul percorso odierno, una cronometro come quella che i corridori si troveranno dinanzi, potrebbe anche rivelarsi risolutrice nell'assegnazione del Tour edizione 2016. Chris Froome infatti, è risaputo, sa andar fortissimo anche a crono, disciplina in cui peccano gran parte dei suoi rivali diretti per la maglia gialla. Sarà molto interessanti capire cosa ne sarà di Quintana, molto migliorato a cronometro, ma incredibilmente in difficoltà ieri. Ciò che è certo, è che la crono di 37,5 chilometri da Bourg Saint Andeol La Caverne du Pont d'Arc non è propriamente adatta agli specialisti della disciplina, costretti a fare i conti con diversi tratti in pendenza, con discese, salite e falsipiani. Per questo, il disegno della tappa potrebbe favorire qualche sorpresa, anche se in una prova contro il tempo, spesso ogni previsione viene puntualmente smentita. 

Il percorso odierno. Fonte foto: letour.fr
Il percorso odierno. Fonte foto: letour.fr

Si parte in leggera ma costante ascesa. Fino al primo rilevamento intermedio, poso dopo 7 chilometri di corsa, la strada sale continuamente. Dopodiché, i corridori si troveranno di fronte ad un lungo tratto frastagliato; strade non perfette, curve, salitelle, discese e qualche tranello. Nel finale, dopo una discesa più marcata, la strada torna a salire. Per arrivare al traguardo de La Caverne du Pont d'Arc infatti, è prevista una salita di 3,3 chilometri con una pendenza media del 4,9%. Se i distacchi saranno serrati, sarà propio su quell'ultima salita che si potrà decidere la tappa.

Froome a piedi. Fonte foto: letour.fr
Froome a piedi. Fonte foto: letour.fr

Nonosante tutti siano concentrati ad oggi e alla crono, le vicende accadute sul Ventoux sono ancora fresche. Nell'immediato dopo tappa, proprio il protagonista, Chris Froome, ha parlato ai microfoni del Tour raccontando quello che è successo: "Il Ventoux è pieno di sorprese. Nell'ultimo chilometro una moto ha frenato davanti a noi e ci ha fatto cadere. Un'altra moto è arrivata da dietro e ha rotto la mia bici. Ecco come sono diventato un pedone. Sapevo che la macchina con la mia bici di riserva era cinque minuti indietro. Sono molto felice della decisione della giuria. È corretta. Grazie a loro e all'organizzazione del Tour de France".
A spiegare situazione e la parziale neutralizzazione dei tempi relativa a Froome e Porte invece, ci ha pensato il direttore della corsa, Christian Prudhomme"L'arrivo era stato spostato il giorno prima a causa del meteo - ha spiegato Prudhomme -. Non siamo stati in grado di spostare tutte le transenne" che erano previste negli ultimi 2,6 km. "C'è stato un ingorgo di persone che si erano accampate all'arrivo originale e sono tornate indietro. Questa inondazione di persone ha prodotto una situazione eccezionale".

Froome in giallo. Fonte foto: letour.fr
Froome in giallo. Fonte foto: letour.fr

Live Tour de France 2016, 13^ tappa Bourg Saint Andeol - La Caverne du Pont d'Arc in diretta