Plumelec 2016, Peter Sagan è campione d'Europa

Lo slovacco domina il finale del circuito continentale e di Plumelec e si prende la medaglia d'oro della prova in linea. Argento ad Alaphilippe, bronzo a Dani Moreno. Ulissi nono, all'Italia manca il guizzo giusto.

Plumelec 2016, Peter Sagan è campione d'Europa
Plumelec 2016, Peter Sagan è campione d'Europa

Lo slovacco Peter Sagan aggiunge alla sua già ricca bacheca anche la maglia di campione europeo 2016, aggiudicandosi la prova in linea della rassegna continentale di Plumelec, in Francia. Sul percorso della Bretagna il campione iridato vince di forza in volata, precedendo sul traguardo il beniamino di casa Julian Alaphilippe e lo spagnolo Dani Moreno. Migliore degli azzurri Diego Ulissi, che si piazza in nona posizione, per un'Italia che movimenta a lungo la corsa, prima con Fabio Aru e Giovanni Visconti, poi nel finale con Moreno Moser e Davide Villella, entrambi ripresa sull'ultima asperità del circuito continentale, la Cote de Cadoudal. Si chiudono dunque gli Europei 2016, i primi aperti ai professionisti, con un bottino di sette medaglie per la spedizione azzurra (oro a Lisa Morzenti, argento a Alessia Vigilia, Elisa Balsamo e Filippo Ganna, bronzo ad Andrea Vendrame ed Elisa Longo Borghini).

Il circuito di Plumelec non è molto impegnativo per la categoria èlite uomini, 13.9 km da percorrere per diciassette volte, per un totale di 236.3 km. La Cote de Cadoudal è l'unica vera asperità del percorso, uno strappo di 1.7 km di lunghezza al 6.2% di pendenza media. La prima parte di corsa è caratterizzata da una fuga a due: sono l'olandese Bert-Jan Lindeman e l'ucraino Adrii Brataschuck a rimanere a lungo davanti a tutti. I due battistrada vengono ripresi a 48 km dalla conclusione, quando si susseguono scatti e controscatti, con azioni cui prendono parte anche gli italiani Fabio Aru e Giovanni Visconti. Da dietro sono soprattutto Francia (per Alaphilippe) e Belgio (per Gilbert) a mantenere il distacco sotto il livello di guardia. Si giunge così all'ultimo giro con Moreno Moser che parte in contropiede. Il corridore trentino, già bronzo a cronometro giovedì scorso, guadagna anche trentadue secondi sul gruppo dei migliori, ma la sua azione si spegne sulle rampe dell'ultima salita, rilevato dal compagno di squadra Davide Villella. L'azzurro mantiene un ottimo ritmo, ma non può nulla sul rientro di Peter Sagan: il fenomeno slovacco resiste in scioltezza all'accelerazione dello spagnolo Dani Moreno e va a trionfare sul traguardo di Plumelec. Alle sue spalle Julian Alaphilippe batte al fotofinish lo stesso Moreno per la medaglia d'argento. Giù dal podio l'altro francese Samuel Dumoulin e il ceco Petr Vakoc. Diego Ulissi, poco brillante nel finale, si piazza solo nono, alle spalle anche di Rui Costa, Gallopin e Gilbert.

Ordine d'arrivo. 1. Sagan (SVK) in 5h 34' 23". 2. Alaphilippe (FRA) s.t. 3. D. Moreno (ESP) s.t. 4. S. Dumoulin s.t. 5. Vakoc s.t. 6. Rui Costa s.t. 7. Gallopin a 3". 8. Gilbert s.t. 9. Ulissi s.t. 10. L. Sanchez s.t.