Abu Dhabi Tour, tappa e maglia a Mark Cavendish

Il britannico vince in volata la seconda frazione della corsa degli Emirati, davanti a Elia Viviani e Andrea Guardini. Sesto Giacomo Nizzolo, che perde la maglia di leader, cedendola proprio a Cannonball.

Abu Dhabi Tour, tappa e maglia a Mark Cavendish
Cavendish esulta sul traguardo di Al Marina

Il britannico Mark Cavendish si aggiudica la seconda frazione dell'Abu Dhabi Tour 2016, 115 km con arrivo ad Al Marina, bruciando in volata gli italiani Elia Viviani del Team Sky e Andrea Guardini dell'Astana. Solo sesto il campione italiano Giacomo Nizzolo, vincitore ieri all'esordio, che perde così la maglia rossa di leader della classifica generale a vantaggio proprio del corridore della Dimension Data. Giornata caratterizzata da una lunga fuga prima a sei e poi a cinque uomini, ripresi a soli cinquecento metri dalla conclusione, mentre il vincitore di questa edizione della corsa degli Emirati Arabi Uniti verrà decretato dall'arrivo in quota di domani sulla salita di Jebel Hafeet.

La seconda tappa dell'Abu Dhabi Tour 2016 è completamente pianeggiante, da  Abu Dhabi ad Al Marina, per soli 115 chilometri complessivi. Ancora una volta sono in sei a provarci da lontano: si tratta del belga Jens Keukeleire del Team Orica-BikeExchange, dell'albanese Eugert Zhupa del Team Willier Triestina Southeast, del neozelandese Dion Smith e del britannico Samuel Williams della One Pro Cycling, dello sloveno Jan Polanc della Lampre-Merida e del bielorusso Stanislau Bazhkou del Minsk Cycling Club. Il vantaggio dei fuggitivi non supera però mai i tre minuti, calando costantemente nella seconda parte di corsa. Quando tutto sembra pronto per il ricongiungimento, i battistrada, che nel frattempo hanno perso Bazhkou, si ritrovano con un margine di 1'50" a quindici chilometri dala conclusione. Da dietro sono gli uomini della Dimension Data per Mark Cavendish e quelli della Giant-Alpecin per John Degenkolb a incaricarsi dell'inseguimento, riducendo il distacco sotto il minuto. Anche il Team Sky e la Trek-Segafredo si impegnano in una rincorsa appassionante, in cui anche il vento contrario diventa un fattore decisivo. Lo sforzo dei fuggitivi viene vanificato a cinquecento metri dal traguardo. Il più veloce nella volata finale è proprio Mark Cavendish, che precede gli azzurri Elia Viviani e Andrea Guardini. Solo sesto il vincitore di ieri Giacomo Nizzolo, che deve cedere la maglia rossa di leader della generale proprio al britannico. Domani arrivo in salita a Jebel Hafeet.

Ordine d'arrivo. 1. Cavendish in 2h 32' 21". 2. Viviani s.t. 3. Guardini s.t. 4. Mareczko s.t. 5. Drucker s.t. 6. Nizzolo s.t. 7. Latham s.t. 8. Kolar s.t. 9. Van Hoff s.t. 10. Nielsen s.t.

Classifica generale. 1. Cavendish in 5h 48' 06". 2. Nizzolo a 4". 3. Keukeleire a 5". 4. Viviani a 8". 5. Degenkolb s.t. 6. Guardini a 10". 7. Smith s.t. 8. Latham a 14". 9. Drucker s.t. 10. Kolar s.t.