Giro d'Italia 2017, il percorso: Sardegna, Sicilia e tanta montagna prima di Milano

Ecco il percorso della centesima edizione del Giro d'Italia.

Giro d'Italia 2017, il percorso: Sardegna, Sicilia e tanta montagna prima di Milano
Il trofeo del Giro. Fonte: Giro.it

E' stato svelato oggi a Milano il percorso del Giro d'Italia 2017, giunto alla sua centesima edizione. Già note le prime tappe, con partenza dalla Sardegna (dal cinque maggio prossimo), gli organizzatori del gruppo editoriale RCS Sport hanno poco fa tolto i veli al resto delle tre settimane della corsa rosa. Alla presenza di Andrea Monti, direttore della Gazzetta dello Sport, e di Urbano Cairo, presidente di RCS Mediagroup e di grandi del passato come Felice Gimondi, Miguel Indurain, si è reso omaggio alla storia del Giro, con un tuffo nel passato novecentesco e delle grandi imprese che lo hanno caratterizzato.

Confermate le anticipazioni della vigilia: dopo la partenza con le tre tappe in Sardegna, ecco un'altra parentesi isolana, stavolta in Sicilia con l'arrivo in quota sull'Etna e con quello per velocisti di Messina. Rientrati sulla penisola, spazio a un paio di traguardi insidiosi come quelli di Terme Luigiane e Peschici. In mezzo l'affascinante cornice dei trulli di Alberobello, prima della salita appenninica del Blockhaus. Seconda settimana che partirà invece con una cronometro individuale, quella di Montefalco, quasi 40 chilometri non per specialisti. Poi la classica tappa mossa tra Toscana ed Emilia (Bagno di Romagna), seguita da due frazioni tutte per velocisti, con traguardi posti a Reggio Emilia e Tortona. Si ritorna in salita con le rampe verso il Santuario di Oropa, teatro di una fantastica rimonta di Marco Pantani nel Giro del 1999, e poi con la tappa di Bergamo, che ripercorre in parte il tracciato dell'ultimo Giro di Lombardia Ma sarà la terza settimana a decidere la corsa rosa del 2017: si inizia dagli arrivi di Bormio (con Mortirolo e Stelvio, da scalare due volte), di Canazei e Ortisei (con Pordoi, Falzarego, Valparola, Val Gardena). Infine, gran chiusura con gli arrivi di Piancavallo, Asiago, e soprattutto con la cromonetro di Milano, 28 km piatti per decretare il podio ai piedi del Duomo.

 Le tappe: 

1^ tappa (venerdì 5 maggio). Alghero - Olbia (203 km)

2^ tappa (sabato 6 maggio). Olbia - Tortolì (208 km)

3^ tappa (domenica 7 maggio). Tortolì - Cagliari (148 km)

4^ tappa (martedì 9 maggio). Cefalù - Etna (180 km)

5^ tappa (mercoledì 10 maggio). Pedara - Messina (157 km)

6^ tappa (giovedì 11 maggio). Reggio Calabria - Terme Luigiane (207 km)

7^ tappa (venerdì 12 maggio). Castrovillari - Alberobello (220 km)

8^ tappa (sabato 13 maggio). Molfetta - Peschici (189 km)

9^ tappa (domenica 14 maggio). Montenero di Bisaccia - Blockhaus (139 km)

10^ tappa (martedì 16 maggio). Foligno - Montefalco (cronometro individuale, 39.2 km)

11^ tappa (mercoledì 17 maggio). Firenze - Bagno di Romagna (161 km).

12^ tappa (giovedì 18 maggio). Forlì - Reggio Emilia (237 km)

13^ tappa (venerdì 19 maggio). Reggio Emilia - Tortona (162 km) 

14^ tappa (sabato 20 maggio). Castellania - Oropa (131 km)

15^ tappa (domenica 21 maggio). Valdengo - Bergamo (199 km)

16^ tappa (martedì 23 maggio). Rovetta - Bormio (227 km)

17^ tappa (mercoledì 24 maggio). Tirano - Canazei (219 km)

18^ tappa (giovedì 25 maggio). Moena - Ortisei/St. Ulrich (137 km)

19^ tappa (venerdì 26 maggio). San Candido/Innichen - Piancavallo (191 km) 

20^ tappa (sabato 27 maggio). Pordenone - Asiago (190 km)

 

21^ tappa (domenica 28 maggio). Monza (Autodromo) - Milano (cronometro individuale, 28 km).