World Tour 2017: ufficializzate le 18 squadre

L'Uci ha ufficializzato il numero di squadre che comporranno il World Tour 2017. Nel frattempo pensa di inserire una nuova corsa cinese nel calendario, ma deve anche difendersi da Marc Madiot.

World Tour 2017: ufficializzate le 18 squadre
World Tour 2017: ufficializzate le 18 squadre

E' finalmente arrivata la decisione ufficiale dell'Uci riguardo al numero di squadre che correranno il World Tour 2017. La scelta di Aigle è quella di non cambiare nulla, quindi nel 2017 e nel 2018 saranno diciotto le squadre che competeranno nella massima categoria del ciclismo mondiale. Grazie a questa non-decisione la nuova arrivata Bahrain Cycling Team e la Bora – Hansgrohe di Peter Sagan possono ritenersi a tutti gli effetti delle squadre World Tour. Dopo le polemiche e le minacce di ritorsioni arrivate nelle ultime settimane, l'Uci ha deciso quindi che la riduzione dei team nel WT partirà solo nel 2019, quando saranno diciassette team a far parte del circuito mondiale, per poi passare a sedici nell'anno successivo.

Il consiglio ha poi ratificato l'allargamento del calendario con l'inserimento di dieci nuovi eventi a cui, è bene sottolinearlo, i team non saranno obbligati a partecipare, come invece è stato per questi anni. E' però di poche ore fa la notizia che l'Uci starebbe considerando un ulteriore ampliamento del calendario per favorire l'ingresso nel World Tour di una nuova corsa cinese, il Tour of Guangxi. Ad organizzare l'evento, secondo Cycling Weekly, sarebbe Wanda Sports, la proprietaria di Infront, e consisterebbe in una corsa di sei giorni nel sud della Cina da disputare verso la fine di Ottobre. In questa maniera la nuova gara, che avrebbe anche un corrispettivo femminile, ospiterebbe anche il gala di conclusione dell'Uci al posto dell'Abu Dhabi Tour che è stato spostato a Febbraio.

Nel frattempo però l'Uci deve anche vedersela con Marc Madiot, team manager della Fdj e presidente della lega del ciclismo francese. Madiot, dopo svariate minacce di attivare vie legali contro la federazione internazionale, sembra essere passato ai fatti dando mandato allo studio legale Elipse Avocats di avviare un procedimento penale contro l'Uci. Il motivo della contesa è proprio l'allargamento del calendario World Tour che, a detta di Madiot, comporterebbe un generale calo di interesse per le corse minori, soprattutto quelle che compongono la Coppa di Francia.