Tirreno-Adriatico 2017, svelato il percorso

Da Lido di Camaiore a San Benedetto del Tronto: percorso classico con il Monte Terminillo unico vero arrivo in quota.

E' stato presentato questa mattina a Camaiore, in Toscana, il percorso dell'edizione 2017 della Tirreno-Adriatico, breve corsa a tappe organizzata dal gruppo RCS Sport. Sarà la cinquantaduesima edizione nella storia della Corsa dei due Mari, che si disputerà dall'8 al 14 marzo, a pochi giorni dalla Milano-Sanremo, come ormai da tradizione consolidata. Partenza da Lido di Camaiore e arrivo a San Benedetto del Tronto. Due le cronometro (una a squadre e una individuale), due tappe per velocisti, due per finisseur e un arrivo in quota sul Terminillo (la vera novità della corsa), in una rassegna che toccherà anche molti territori colpiti dal recente terremoto. Ecco nel dettaglio, le sette tappe della prossima Tirreno-Adriatico.

Mercoledì 8 marzo, 1^ tappa. Lido di Camaiore - Lido di Camaiore (22.7 km, cronometro a squadre). Prima maglia azzurra che verrà assegnata al termine di una cronometro a squadre su un percorso piatto e scorrevole, nella cornice di Lido di Camaiore.

Giovedì 9 marzo, 2^ tappa. Camaiore - Pomarance (228 km). Percorso mosso, tappa di media montagna, con tre gpm negli ultimi cento km di corsa. Finale in salita, anche se le pendenze non sono durissime.

Venerdì 10 marzo, 3^ tappa. Monterotondo Marittimo - Montalto di Castro (204 km). Altra frazione interlocutoria, con un'unica salita davvero dura, quella di Scansano, mentre gli ultimi 22 km, per arrivare nella provincia di Viterbo, sono quasi tutti in discesa.

Sabato 11 marzo, 4^ tappa. Montalto di Castro - Terminillo (171 km). E' la tappa regina di questa edizione della Corsa dei due Mari. I gran premi della montagna de La Colonnetta e di Piè di Morra fanno da antipasto all'arrivo in quota sul Terminillo, salita lunga 16.1 km, con una pendenza media del 7.3% e tratti al 12%.

 

Domenica 12 marzo, 5^ tappa. Rieti - Fermo (209 km). Dal Lazio alle Marche, per una tappa di difficile interpretazione, adatta anche alle fughe, con in finale in cui non c'è un metro di pianura. Dal Gpm di Capodarco a Fermo è un continuo saliscendi di oltre trenta chilometri.

 

Lunedì 13 marzo, 6^ tappa. Ascoli Piceno - Civitanova Marche (168 km). Tappa per velocisti, nonostante qualche asperità sul percorso. Circuito finale con una leggere salita nei pressi di Civitanova Alta. 

Martedì 14 marzo, 7^ tappa. San Benedetto del Tronto - San Benedetto del Tronto (10 km, cronometro individuale). Come accaduto lo scorso anno, quando a trionfare fu il belga Greg Van Avermaet (per un solo secondo di vantaggio su Peter Sagan), la Tirreno-Adriatico potrebbe decidersi sul lungomare di San Benedetto del Tronto, a condizione che i distacchi tra i big non siano considerevoli.