Vuelta a San Juan, bis di Gaviria in volata. Navardauskas ancora in blu

Il colombiano si impone ancora allo sprint su Elia Viviani. Navardauskas rimane leader della generale a due tappe dalla conclusione della corsa.

Secondo successo in volata alla Vuelta a San Juan per Fernando Gaviria. Il giovane colombiano, corridore della Quick-Step Floors e compagno di squadra di Tom Boonen (a cui aveva lasciato la vittoria nella seconda tappa della corsa argentina), si è infatti imposto allo sprint di San Martin, precedendo sulla linea di arrivo gli italiani Elia Viviani, Nicola Ruffoni e Manuel Belletti. Rimane leader della classifica generale, e titolare della maglia blu, il lituano Ramunas Navardauskas del Team Bahrain Merida, dopo il vantaggio accumulato nella cronometro vinta mercoledì. 

La quarta tappa della Vuelta a San Juan 2017 è completamente pianeggiante, 160 km da percorrere su un circuito nei pressi della cittadina di San Martin. Come già accaduto nei giorni scorsi, la giornata si caratterizza per una lunga fuga, composta da tredici uomini: Alan Ramirez (Municipalidad de Rawson), Nicolás Naranjo (Virgen de Fatima), Gerardo Tivani (Municipalidad de Pocito) Pablo Anchieri (Uruguay), Francisco Montes (Asociacion Civil Mardan), Héctor Rangel (Mexico), Juan Molina (Argentina), Emiliano Ibarra (Sep-San Juan), Santiago Espíndola (Los Cascos Esco-Agropla), Edison Bravo (Chile)‬, Ricardo Julio (Municipalidad de Pocito), Leonardo Rodríguez (Asociacion Civil Mardan) e Daniel Lucero (Municipalidad de Rawson). A inizio frazione è costretto al ritiro Damiano Cunego, per i postumi di una brutta caduta. I battistrada accumulano un vantaggio considerevole, fino a quasi sei minuti, e mantengono un buon margine anche a trenta chilometri dalla conclusione. C'è ancora qualche coraggioso in avanscoperta negli ultimi cinque chilometri, ma il ritorno del gruppo, guidato dagli uomini della Quick-Step Floors e in particolare da Tom Boonen, opera il ricongiungimento proprio nel finale. E' volata, e la vittoria va nettamente a Fernando Gaviria, che batte ancora l'azzurro Elia Viviani, costretto ad accontentarsi per la terza volta del posto d'onore. Terzo Ruffoni, quarto Belletti, sesto Guardini, ottavo Coledan. In classifica generale Ramunas Navardauskas conserva tre secondi di vantaggio sull'olandese Bauke Mollema (35 sul compagno di squadra Nibali), in attesa della tappa di media montagna che con ogni probabilità deciderà la corsa. 

Ordine d'arrivo. 1. Gaviria in 3h 34' 44". 2. Viviani s.t. 3. Ruffoni s.t. 4. Belletti s.t. 5. Keough s.t. 6. Guardini s.t. 7. Alzate s.t. 8. Coledan s.t. 9. Rosas s.t. 10. Navardauskas s.t. 

Classifica generale. 1. Navardauskas in 9h 57' 11". 2. Mollema a 3". 3. Brandle a 7". 4. Cavagna s.t. 5. Viviani a 17". 6. Trillini a 19". 7. Sevilla s.t. 8. Rosas a 21". 9. Boonen a 29". 10. Escuela a 32".