Ciclismo, Gilbert rinuncia alla Parigi-Roubaix, Quick-Step per Tom Boonen

Non ci sarà il dominatore del Giro delle Fiandre 2017 nell'Inferno del Nord, dove invece Boonen correrà per l'ultima volta a caccia di una storica cinquina

A neanche tre giorni di distanza dalla splendida impresa del FiandrePhilippe Gilbert continua a far parlare di sé. Il campione nazionale belga infatti non correrà la Parigi-Roubaix in programma domenica prossima, rinunciando così alla caccia alla quarta Classica Monumento differente, dopo aver ottenuto successi al Giro di Lombardia (due volte), alla Liegi-Bastogne-Liegi e, appunto, al Giro delle Fiandre. La conferma dell'ex campione del mondo arriva direttamente dal sito della Quick-Step "La Roubaix mi affascina parecchio, ma quest'anno non ci sarò. Ho bisogno di prendere una pausa e riposare in vista delle Ardenne dove formerò una grande squadra con Julian Alaphilippe e Daniel Martin.".

La decisione, presa di comune accordo con il team, arriva soprattutto per un motivo agonistico: il classe '82 infatti tornerà in sella il 12 aprile in occasione della Freccia del Brabante, in maniera tale da prepararsi al meglio alle tre classiche delle Ardenne, Amstel Gold Race, Freccia Vallone e Liegi, che rappresentano il suo naturale territorio.

Va inoltre considerato il fattore Tom Boonen. Il quattro volte vincitore nell'Inferno del Nord è in una condizione smagliante, come dimostra il grande sostegno dato proprio a Gilbert domenica, e dopo il clamoroso secondo posto dello scorso anno tenterà una storica cinquina in quella che sarà la sua ultima Roubaix. Non sarà ovviamente l'unica freccia nella faretra della Quick-Step Floors, caratterizzata e a volte criticata per il puntare su più corridori contemporaneamente, ma senza dubbio gli occhi saranno tutti puntati su di lui, come conferma lo stesso Gilbert che da casa tiferà per il compagno di squadra: "Tom avrà bisogno di tutto il sostegno possibile, gli auguro il meglio".