Risultati 8° tappa Giro d'Italia, Molfetta - Peschici: Vince Gorka Izaguirre su Visconti e Luis Leon

Risultati 8° tappa Giro d'Italia, Molfetta - Peschici: Vince Gorka Izaguirre su Visconti e Luis Leon
Risultati 8° tappa Giro d'Italia, Molfetta - Peschici: Vince Gorka Izaguirre su Visconti e Luis Leon

Un grazie per averci seguito da parte di Enrico Carota e dalla redazione di Vavel Italia che vi da appuntamento prossimamente.

Maglia rosa che resta sulle spalle di Bob Jungels con i migliori che arrivano tutti insieme. Attesi grossi movimenti domani sull'arrivo in quota del Blockhaus.

BRAVO COMUNQUE GORKA IZAGUIRRE CHE SFRUTTA LA CADUTA E SI IMPONE A PESCHICI SU VISCONTI E LUIS LEON SANCHEZ.

Sfortunatissimo Valerio Conti che cade ad 1 km dall'arrivo e on riesce a giocarsi la tappa.

Quarto Battaglin poi Woods Pinot e tutti gli altri. Occhio ai buchi.

VINCE GORKA IZAGUIRRE SECONDO VISCONTI MENTRE TERZO è LUIS LEON SANCHEZ.

Izaguirre davanti stacca Sanchez e Visconti ed è a 250 metri dall'arrivo.

1km gruppo a tutta con gli uomini della FDJ a tutta. Cade anche VALERIO CONTI A 1 KM DALL'ARRIVO.

1.5km e 45 secondi di vantaggio per il gruppo davanti. Se non si guardano ce la potrebbero anche fare a vincere la tappa uno dei 4 fuggitivi.

3 all'arrivo con il gruppo a solo 1 minuto condotto dagli uomini di Thibaut Pinot che ha già ripreso Landa e ora vogliono la vittoria di tappa.

5 all'arrivo con il quartetto davanti di nuovo formatosi ma ora ci sono scaramucce tra i 4. Occhio al gruppo condotto a tutta dalla Fdj,

6.5 all'arrivo con Visconti e Izaguirre che staccano gli avversari e volano per provare ad andare a vincere la tappa. Il gruppo invece è tirato forte dalla Movistar per provare a riprendere un Landa scatenato.

Si muovono i big dietro con Mikel Landa che attacca e riprende tutti gli inseguitori. Davanti si muove Luis Leon Sanchez inseguito da Visconti e poi tutti gli altri.

Tirata impressionante di Valerio Conti che riprende Visconti e stacca Muhlberger mettendo in difficoltà Luis Leon Sanchez. Gruppo dietro ad 1.23 con la Katusha a tutta.

10km all'arrivo e gruppetto compatto. Niente da fare per l'atleta dell'Uae Emirates. Ci prova però ora Giovanni Visconti che stacca tutti.

12km all'arrivo con Conti che sfrutta un buco causato da Luis Leon Sanchez  con Gorka Izaguirre e Giovanni VIsconti, più staccati Sanchez e Muhlberger, gruppo degli inseguitori a 40 secondi, gruppo maglia rosa ad 1.40 in forte recupero.

Situazione cristallizzata a 18km dal traguardo con il gruppo di testa che ha 25 secondi sugli inseguitori e 2.35 sul gruppo. La sensazione comune è che la vittoria di oggi sia uno di questi 5 davanti a meno di sorprese.

22km al traguardo e gruppo di Conti che ha 20 secondi di vantaggio sul gruppo inseguitore. Plotone tirato dalla Quick Step a 2.55

29km al traguardo e il vantaggio di Conti si rialza di nuovo andando a toccare 3 minuti e tornando di nuovo in maglia rosa virtuale. L'atleta dell'UAE Emirates ha anche vinto il Tv di Vieste guadagnando ulteriori 6 secondi. Il gruppo cerca di reagire con Quick Step aiutati anche dalla Lotto Nl Jumbo.

36km al traguardo e davanti si muove Valerio Conti per provare a salvare la maglia. Con lui vanno altri 4 atleti tra cui Visconti, Luis Leon Sanchez, Izaguirre, Muhlberger che si stanno dando cambi regolari.

39km al traguardo e la Quick Step è ancora davanti a tirare il gruppo con un'andatura impressionante.  1.57 il ritardo della fuga con Boem che fora.

46km al traguardo e la Quick Step si è messa seriamente a tirare davanti con la fuga che ha solo 3.25 di vantaggio mentre passa al Gpm di quarta categoria di Coppa Santa Tecla con Luis Leon Sanchez primo.

Si muove qualcosa in testa al gruppo con gli uomini della Quick Step che si mettono davanti per limitare il vantaggio della fuga che ha raggiunto 4.50

60 km dall'arrivo con la fuga che ha 3.30 di vantaggio sul gruppo Maglia Rosa tirato dagli uomini Katusha. Se si arrivasse così ci sarebbe un cambio di maglia rosa con Valerio Conti che scalzerebbe Bob Jungels.

Rientrati gli uomini Bardiani mentre il gruppo dietro si è fermato e la fuga ha ora 3.10.

Si ferma Luis Leon Sanchez e così il gruppo in fuga si riunisce. Vantaggio sul gruppo maglia rosa: 2 minuti. Nel mezzo 2 uomini della Bardiani: Barbin e Boem.

Si sono ricompattati i gruppi alle spalle di Luis Leon Sanchez che si trovano a 40 secondi dallo spagnolo. Gruppo maglia rosa ad 1.40 dall'atleta del Team Astana.

Gruppo alle spalle di Sanchez formato da Villella, Muhlberger, Postlberger, Conti, Visconti, Samoilau, Sbaragli, Didier. Alle loro spalle un quartetto formato da Chevrier, Amezqueta, Rovny(Gazprom) e Gorka Izaguirre (Movistar).  Il gruppo maglia rosa è invece segnalato ad 1.40 condotta dagli uomini del Team Katusha.

Situazione che pare cristallizzata ora con Sanchez con un vantaggio di 1.05 sul gruppo inseguitori mentre il plotone principale è a 1.20.

Luis Leon Sanchez primo al Gpm mentre dietro Visconti guida il gruppo degli inseguitori delllo spagnolo. Si muovono ancora dal gruppo anche Clement Chevrier (AG2R La Mondiale) e Julian Amezqueta (Willier Triestina)

Visconti, Conti e Villella hanno trovato alcuni dei fuggitivi tra i quali Dider, Sbaragli e Postlberger e sono ad 1.10 da Luis Leon Sanchez. Gruppo maglia rosa ad 1.40

Si muove anche Valerio Conti (Uae Emirates) dal gruppo mentre Davide Villella(Cannondale Drapac)  è riuscito a seguire Giovanni Visconti.

Continuano i movimenti dal gruppo con Giovanni Visconti (Bahrain Merida) che prova ad evadere.

Gli inseguitori sono a 30 secondi mentre dal gruppo si susseguono gli scatti con uomini Cannondale particolarmente attivi.

Il corridore spagnolo è però indiavolato e a 95km dall'arrivo se ne va da solo. Il gruppo della maglia rosa è a solo 1.08.

A seguire il corridore dell'Astana è Branoislau Samoilau della CCC Polsat.

Inizia la salita di Monte Sant'Angelo e ci sono subito movimenti nel gruppo della fuga. Accelera infatti Luis Leon Sanchez mentre da dietro il gruppo è a solo 1 minuto di distanza.

Arrivata la fuga al Tv di Manfredonia con Iljo Keisse che passa per primo: 1.35 il ritardo del gruppo. Adesso Monte Sant'Angelo con il gruppo ancora guidato da Gazprom e Willier

Vantaggio sotto i 2 minuti per la fuga con Gazprom e Willier dietro a tutta. Ancora 20km circa e inizia poi Monte Sant'Angelo prima asperità di giornata.

I 3 inseguitori sono riusciti a rientrare in fuga e ora sono in 16 davanti con un vantaggio di 2.10. Dietro il gruppo però non dorme con Willier Triestina e Gazprom che tengono sotto controllo la fuga.

La fuga ha 40 secondi di vantaggio sul gruppo con un terzetto formato da Gregor Muhlberger e Lukas Postlberger (Bora Hansgrohe) e Luis Leon Sanchez (Astana).

Partita ora la fuga composta da 13 uomini: Vincenzo Albanese e Mirko Maestri (Bardiani Csf), Roberto Ferrari (UAE Emirates), Laurent Didier (Trek Segafredo), Kristian Sbaragli (Team Dimension Data), Iljo Keisse (Quick-Step), Christopher Juul Jensen (Orica  Scott), Viacheslav Kutznetsov (Team Katusha), Jasper De Buyst (Lotto Soudal), Alex Howes (Cannondale Drapac), Jan Barta (Bora Hansgrohe), Maciej Paterski e Branislau Samoilau (CCC Polsat).

55Km/h di media al momento e la fuga che ancora non riesce a partire nonostante il tentativo di molti uomni. Ritmo folle.

Non riesce ancora a partire la fuga e una nuova insidia sta mettendo in difficoltà il gruppo. Il vento infatti soffia forte e quindi occhio ai ventagli.

25 km di corsa e ancora non è partita nessuna fuga. Ritmo altissimo con tanti che ci provano con Agnoli, Pozzato e Mohoric particolarmente attivi.

Partiti ora i corridori da Molfetta: adesso 4 km prima della reale partenza per i corridori per la tappa tutta pugliese di oggi.

Benvenuti a tutti da Enrico Carota che vi racconterà per conto di Vavel Italia la tappa numero 8 del Giro d'Italia. Mancano pochi minuti alla partenza da Molfetta da cui si partirà per arrivare a Peschici.

Salve a tutti e benvenuti alla diretta - scritta, live ed online- della tappa numero 8 del Giro d'Italia numero 100 che va da Molfetta a Peschici.

Tappa insidiosa, tutta in terra pugliese, con la carovana che affronterà 80 km in riva al mare per poi fare il giro del Gargano. Ultimi 90 km pieni di mangia e bevi.

La corsa affronterà Monte Sant'Angelo (Gpm 2a Categoria), Coppa Santa Tecla (Gpm 4a Categoria) e l'arrivo non facile di Peschici.

Il Gpm che segnerà la svolta della tappa è Monte Sant'Angelo, una salita di 9.5km al 6.5% che sicuramente farà selezione tra i velocisti.

Subito dopo la discesa, verrà affrontato il Gpm di Coppa Santa Tecla, molto facile: dopo la picchiata, i corridori dovranno affrontare 40 km su strade ricche di curve, passando per Vieste fino ad arrivare a Peschici.

L'arrivo nella cittadina pugliese non sarà però pianeggiante, dato che a 7 km dall'arrivo ci sarà la salitella di Coppa del Fornaro e dopo la discesa l'arrivo in leggera salita nella città di Peschici.

Gli ultimi chilometri saranno ricchi di curve, nei metri finali si arriverà a toccare pendenze del 12%.

La Maglia rosa è tenuta da Bob Jungels che in questa settimana di giro ha dimostrato di avere una buona gamba e potrebbe dire la sua in un arrivo del genere. Buone possibilità anche per Michael Woods che ha ben figurato nella tappa di Terme Luigiane. Un altro atleta adatto a questi tipi di arrivo, ma molto dipenderà dal comportamente della propria squadra, è Enrico Gasparotto.

Un arrivo della fuga della mattina, specie se corposa, è altamente probabile dato che non tutte le squadre avranno interesse a tirare.