Tour de France - Mollema vince a Le Puy-en-Velay, Froome si spaventa ma è ancora in Maglia Gialla

L'olandese della Trek-Segafredo coglie il primo successo alla Grand Boucle, mentre l'AG2R attacca Froome che però riesce a riprendersi e a rimontare. Domani giorno di riposo.

Tour de France - Mollema vince a Le Puy-en-Velay, Froome si spaventa ma è ancora in Maglia Gialla
Fonte: Twitter.com

Finalmente Mollema, verrebbe da dire. Dopo tre piazzamenti in top ten, l'olandese trova il primo successo di tappa al Tour de France davanti a Diego Ulissi e Tony Gallopin. Chris Froome ancora in giallo. 

Giornata adatta alle fughe quest'oggi con un percorso che comprende quattro Gpm nei 189,5  Km che vanno da Laissac-Sévérac l'église a Le Puy-en-Velay. La sensazione è subito confermata quando da un'azione della Maglia a pois Warren Barguil riesce ad allungare un gruppo di ventotto corridori, lasciati liberi di andare a guadagnare un vantaggio massimo di oltre 7'.  A comporre questa fuga troviamo sia scalatori come Thibaut Pinot Thomas De Gendt, sia finisseur e velocisti come  Diego Ulissi Michael Matthews e Tony Gallopin. La situazione però svolta ai -66 quando da questo plotone accelera in solitaria Tony Martin che affronta il resto del percorso cercando di sfruttare al meglio le proprie attitudini da cronoman e riuscendo ad immaganizzare in poco tempo oltre 1'30'' di vantaggio sugli altri ventisette fuggitivi.

La sfida continua a corrersi su tre fronti. Nel gruppo Maglia Gialla infatti sul tratto pianeggiante che precede il Gpm di Col de Peyra Taillade un'azione della AG2R che ingloba oltre al capitano Bardet anche uomini di classifica come Aru, Contador, Uran e Landa mette in difficoltà il leader della corsa: all'imbocco della salita, anche a causa di un guaio meccanico, Chris Froome paga circa 40''. Il kenyota bianco nella sua rimonta rimane senza compagni, tant'é che lo stesso Landa è costretto a fermarsi per aspettare il suo capitano e aiutarlo così a rientrare sui big, fugando ogni dubbio sulle gerarchie in casa Sky. Chi paga invece da questo attacco è Nairo Quintana che perde contatto con gli uomini di classifica. 

Davanti invece Tony Martin non riesce a continuare la sua azione ed è ripreso dagli ex compagni di fuga. Sul traguardo del Gpm Barguil è il primo a transitare di una schiera di undici corridori che comprende anche Ulissi, Gallopin e Pinot con 7' di vantaggio sul gruppo Maglia Gialla. In discesa è Bauke Mollema a sorprendere gli ex compagni di fuga, accelerando in solitaria ai -20 e andando a centrare così il suo primo successo in carriera al Tour de France. Alle sue spalle completano il podio Ulissi e Gallopin.

Per quanto riguarda il gruppo Maglia Gialla va segnalato un attacco di Daniel Martin che sfruttando anche l'aiuto di altri ex fuggitivi riesce a guadagnare una decina di secondi e a superare Mikel Landa al quinto posto della classifica generale. Per il resto pochi cambiamenti con Froome che rimane in giallo davanti ad Aru e Bardet, da segnalare l'uscita di scena di Quintana a circa 4' dagli altri uomini di classifica.

Ordine d'arrivo 15a tappa Tour de France 

1. Bauke Mollema (Trek)
2. Diego Ulissi (UAE Emirates) + 19''
3. Tony Gallopin (Lotto Soudal) + 19''
4. Primoz Roglic (Lotto Jumbo NL) +  19''
5. Warren Barguil (Team Sunweb) + 23''

Classifica generale

1. Chris Froome (Sky)  
2. Fabio Aru (Astana) + 19''
3. Robain Bardet (AG2R) +23''
4. Rigoberto Uran (Cannondale) + 29''
5. Daniel Martin  (Quick-Step Floors) + 1'12''