GP del Quebec, Peter Sagan fa cento in volata

Il campione del mondo coglie la centesima vittoria da professionista grazie a una volata imperiale a Montreal: battuti Van Avermaet e Matthews.

Cento vittorie in carriera da professionista. E' il traguardo raggiunto ieri da Peter Sagan, fuoriclasse slovacco due volte campione del mondo, vincitore del GP del Quebec edizione 2017. Sulle strade di Montreal, il corridore della Bora-Hansgrohe controlla la corsa insieme alla sua squadra, poi sbaraglia la concorrenza con una volata regale, che lascia a bocca asciutta i rivali Greg Van Avermaet (BMC, secondo) e Michael Matthews (Team Sunweb, terzo). Tra gli italiani, decimo Sonny Colbrelli (Bahrain-Merida), undicesimo Diego Ulissi (UAE Team Emirates). Domani si replica con un'altra prova di un giorno di avvicinamento al Mondiale di Bergen. 

Il Gran Premio del Quebec edizione 2017 si corre su un circuito di 12.6 km, da percorrere sedici volte, con diverse cotes disseminate lungo il tracciato. Si forma ben presto la fuga di giornata, composta da quattro uomini, Pier-Andre Côté (Canada), Tyler Williams (Israel Cycling Academy), Tosh Van der Sande (Lotto Soudal) e Baptiste Planckaert (Katusha-Alpecin). Il quartetto al comando giunge a guadagnare addirittura oltre nove minuti sul gruppo dei favoriti, prima che Bora-Hansgrohe, Team Sky, Bahrain-Merida e BMC si mettano a tirare per ridurre il gap, fino ad annullarlo nell'ultimo giro. Qui ci provano uno dopo l'altro i vari Sean De Bie (Lotto-Soudal), Kenny Elissonde (Team Sky) e Roman Kreuziger (Orica-Scott), tutti stoppati prontamente dai compagni di squadra di Sagan. All'ultimo chilometro ecco lo scatto violento di Rigoberto Uran (Cannondale-Drapac), il colombiano che ha chiuso secondo in classifica generale l'ultimo Tour de France, ma neanche il suo allungo produce effetti, apparecchiando piuttosto la tavola per la volata finale. Sprint senza storia, perchè Peter Sagan (Bora-Hansgrohe), partito dalla quinta/sesta posizione, trova un'accelerazione impressionante, che lascia senza alcuna chance di vittoria il belga Greg Van Avermaet (BMC) e l'australiano Michael Matthews (Team Sunweb). Quarto Vuillermoz (AG2R-La Mondiale), quinto Wellens (Lotto-Soudal). Centesima vittoria in carriera da professionista per Sagan, ormai pronto a difendere la maglia iridata anche in Norvegia. 

Ordine d'arrivo. 1. Sagan in 5h 00' 31". 2. Van Avermaet s.t. 3. Matthews s.t. 4. Vuillermoz s.t. 5. Wellens s.t. 6. Slagter s.t. 7. Vakoc s.t. 8. Vanmarcke s.t 9. Gallopin s.t. 10. Colbrelli s.t.