Tour Down Under: Ewan sorprende a Stirling

Il corridore di casa vince su un arrivo non adatto alle sue caratteristiche. Doppietta per la Mitchelton Scott che piazza al secondo posto Daryl Impey, quarto Sagan preceduto dal compagno McCarhty.

Tour Down Under: Ewan sorprende a Stirling
Tim Moreillon from Geelong, Australia. CC-BY-SA-2.0 via Wikimedia Commons

Caleb Ewan si prende la rivincita. E' lui il vincitore della seconda tappa del Tour Down Under ed anche un po' a sorpresa. Il piccolo australiano vince infatti sul traguardo di Stirling con la strada a salire che, seppur abbia pendenze dolci, ha sempre messo in difficoltà il velocista della Mitchelton-Scott. Oggi però l'idolo di casa mette in mostra tutti i miglioramenti fatti nello scorso anno e precede sulla linea dell'arrivo il compagno di squadra Daryl Impey e Jay McCarthy (Bora-Hansgrohe). Solo quarto Peter Sagan (Bora-Hansgrohe) che si fa sorprendere dall'accelerazione del duo della squadra australiana. Nello sprint atipico di Stirling riesce a centrare la top ten ancora una volta Elia Viviani (Quickstep Floors), sesto, mentre a conferma dell'atipicità di questo arrivo in ottava posizione conclude Domenico Pozzovivo (Bahrain Merida). 

La seconda frazione del Down Under parte, però, come la prima. Dlamini (Dimension Data), William Clarke (Education First -  Drapac p/b Cannondale) e Bowen (UniSA - Australia) trovano ancora una volta la fuga e a loro si aggiunge Jaime Castrillo (Movistar). Il primo citato, però, dura poco in avanscoperta e così al comando della gara si forma un terzetto collaborativo che durerà sino ad ottanta chilometri dal traguardo, quando il corridore spagnolo rompe l'accordo e tenta l'impresa solitaria. La sua sortita però ha il destino segnato e nonostante il rallentamento del gruppo per una caduta (coinvolto Morabito) viene riassorbito a quattordici chilometri dal termine. 

Da lì in poi parte la preparazione del finale e si nota subito la mancanza della Lotto Soudal e del suo capitano, Andre Greipel, che infatti perde le ruote del gruppo poco prima dell'arco dei cinque chilometri al traguardo. La volata la lancia quindi Daryl Impey con alla ruota Caleb Ewan, il razzo australiano è imprendibile per tutti e la sua accelerazione lascia sul posto sia Sagan, sia McCarthy. Vittoria e maglia per il ragazzo di Sydney. 

Ordine d'arrivo:

1 EWAN Caleb AUS MITCHELTON – SCOTT 24 4:03:55
2 IMPEY Daryl RSA MITCHELTON – SCOTT 34 +00
3 MCCARTHY Jay AUS BORA – HANSGROHE 26 +00
4 SAGAN Peter SVK BORA – HANSGROHE 28 +00
5 HAAS Nathan AUS TEAM KATUSHA ALPECIN 29 +00
6 VIVIANI Elia ITA QUICK – STEP FLOORS 29 +00
7 IZAGIRRE INSAUSTI Gorka ESP BAHRAIN – MERIDA 31 +00
8 POZZOVIVO Domenico ITA BAHRAIN – MERIDA 36 +00
9 SANCHEZ Luis León ESP ASTANA PRO TEAM 35 +00
10 BARBERO Carlos ESP MOVISTAR TEAM 27 +00

Classifica generale: 

1 EWAN Caleb AUS MITCHELTON – SCOTT 24 7:54:00
2 IMPEY Daryl RSA MITCHELTON – SCOTT 34 +10
3 SAGAN Peter SVK BORA – HANSGROHE 28 +12
4 MCCARTHY Jay AUS BORA – HANSGROHE 26 +12
5 HAAS Nathan AUS TEAM KATUSHA ALPECIN 29 +15
6 RESTREPO VALENCIA Jhonatan COL TEAM KATUSHA ALPECIN 24 +15
7 VIVIANI Elia ITA QUICK – STEP FLOORS 29 +16
8 CONSONNI Simone ITA UAE TEAM EMIRATES 24 +16
9 BARBERO Carlos ESP MOVISTAR TEAM 27 +16
10 ROUX Anthony FRA FDJ 31 +16