Tour Down Under, squillo di Elia Viviani nella terza tappa

L'azzurro della Quick-Step Floors rimonta Ewan nella volata di Victor Harbor e vince di prepotenza. Secondo Bauhaus, quarto Consonni.

Tour Down Under, squillo di Elia Viviani nella terza tappa
Fonte: QuickStep-Floors/Twitter

Prosegue il dominio dei velocisti nella prima parte del Tour Down Under 2018. Sotto la canicola australiana, è stavolta l'azzurro Elia Viviani a imporsi in volata nella terza tappa, con arrivo posto a Victor Harbour. Lo sprinter azzurro della Quick-Step Floors, olimpionico su pista a Rio de Janeiro 2016 nella disciplina dell'omnium, si è infatti imposto sul tedesco Phil Bauhaus del Team Sunweb e sul canguro australiano Caleb Ewan del Team Mitchelton-Scott. Successo importante per Viviani, che sale così al secondo posto della classifica generale, comandata ancora da Ewan. Solo quinto al traguardo il campione del mondo Peter Sagan (Bora-Hansgrohe), preceduto da un altro italiano, Simone Consonni del Team UAE Emirates.

La terza tappa del Tour Down Under conduce il gruppo da Glenelg a Victor Harbor, per 146.5 km complessivi. Dopo un gran premio della montagna di prima categoria, 2.8 km di salita al 7.6% di media, si procede tra discesa e brevi strappi, verso un arrivo adatto ai velocisti. Come già accaduto nei giorni precedenti, i due coraggiosi Nicholas Dlamini (Dimension Data) e Scott Bowden (UniSA–Australia) animano la fuga di giornata, dandosi battaglia per conquistare punti e secondi dei traguardi volanti. A metà frazione ecco il tentativo di Tiago Machado (Katusha–Alpecin), che prova senza successo ad andare a riprendere i battistrada. Tutto inutile per lui, ma anche per Dlamini e Bowden, riassorbiti dal gruppo dei velocisti nel finale di corsa. Inevitabile dunque lo sprint a ranghi compatti, con il team Mitchelton-Scott a lavorare per Caleb Ewan, leader della classifica generale. Edmondson pilota il suo capitano fino ai 300 metri, ma Ewan parte forse troppo presto, venendo rimontato da Elia Viviani, che invece attende il momento giusto per la sua irresistibile progressione. Vittoria netta per l'azzurro della Quick-Step, con Ewan che si fa superare anche dal tedesco Phil Bauhaus del Team Sunweb, secondo di giornata. Simone Consonni (UAE Team Emirates) chiude ai piedi del podio, completando una bella giornata per i colori italiani, mentre Peter Sagan (Bora-Hansgrohe) è solo quinto. Caleb Ewan si consola con la maglia rossa di leader della classifica generale, con dieci secondi di vantaggio sullo stesso Viviani. 

Ordine d'arrivo. 1. Viviani in 3h 04' 40". 2. Bauhaus s.t. 3. Ewan s.t. 4. Consonni s.t. 5. Sagan s.t. 6. Clarke s.t. 7. Edmondson s.t. 8. Dempster s.t. 9. Devenyns s.t. 10. McCarthy s.t. 

Classifica generale 1. Ewan in 10h 58' 36". 2. Viviani a 10". 3. Impey a 14". 4. McCarthy a 15". 5. Sagan a 16". 6. Haas a 17". 7. Restrepo a 19". 8. Consonni a 20". 9. Gesink s.t. 10. Roux s.t.