Rio 2016, il recap del secondo turno del calcio maschile

Il Brasile è vicino ad una clamorosa eliminazione, la Germania fatica e rischia, l'Argentina passa di misura sull'Algeria. Messico superbo contro Fiji. Nigeria prima qualificata.

Rio 2016, il recap del secondo turno del calcio maschile
Rio 2016, il recap del secondo turno del calcio maschile

Secondo turno di gare per il calcio maschile a Rio. Dopo lo 0-0 d’esordio contro il Sudafrica, il Brasile pareggia ancora a reti bianche contro l’Iraq nella seconda partita del girone A del torneo olimpico di calcio e fatica a far divertire il pubblico di casa. Anzi: contro la Danimarca attualmente prima rischia persino di salutare anticipatamente la manifestazione. Vediamo nel dettaglio il turno.

GIRONE A – Ancora delusioni. Un solo gol in 4 gare fin qui. Brasile-Iraq finisce 0-0 e il super attacco dei verdeoro resta ancora a secco. Il copione del match è simile a quello con il Sudafrica: tanto possesso palla, qualche buona occasione (traversa di Renato Augusto) ma anche profonde difficoltà a centrocampo, con gli asiatici veloci nelle ripartenze e fermati dal palo su tiro di Saad Abdulameer. Nell’altra partita, Danimarca-Sudafrica, invece, un gol di Robert Skov al 69′ regala i tre punti ai danesi ora primi. La situazione del gruppo a una partita dalla fine: Danimarca 4, Iraq 2, Brasile 2, Sudafrica 1. 

GIRONE B – Due su due per la Nigeria: dopo il pirotecnico 5-4 sul Giappone, basta una zampata dell’attaccante della Roma Umar Sadiq al 40′ per avere la meglio della Svezia. Africani impressionanti: gran corsa e buona qualità: sono ai quarti. Pari 2-2, invece, tra Giappone e Colombia: Cafeteros avanti di due reti con Teofilo Gutierrez (59′) e l’autogol di Hiroki Fujiharu (66′) ma ripresi dai nipponici con Takuma Asano (68′) e Shoya Nakajima (74′). La situazione del gruppo a una partita dalla fine: Nigeria 6, Colombia 2, Giappone 1, Svezia 1.

GIRONE C – Il match più atteso dopo quello del Brasile non delude le aspettative. Germania e Corea del Sud pareggiano 3-3 al termine di una sfida divertente e piena di colpi di scena. Apre le marcature Hee-Chan Hwang al 25′ ma i tedeschi rispondono al 33′ con Serge Gnabry, in gol già contro il Messico all’esordio. A inizio ripresa Germania addirittura in vantaggio con Davie Selke al 55′, due minuti dopo il pari di Heung-Min Son e, all’86’, la rete che sembra regalare la vittoria agli asiatici firmata da Hyun-Jun Suk, già a quota tre in due partite. Eppure è ancora Gnabry, al 90′, a trovare il gol raggiungendo Suk nella classifica marcatori. La graduatoria, tuttavia, vede il balzo in avanti del messicano Erick Gutierrez, quattro volte a segno tra il 48′ e il 73′ per rispondere all’iniziale vantaggio delle Fiji firmato da Roy Krishna al 10′. In mezzo c’è anche tempo per la firma di Carlos Salcedo: 5-1 per i Tricolor e 13 reti subite dagli oceanici in due gare. La situazione nel gruppo a una partita dalla fine: Corea del Sud 4, Messico 4, Germania 2, Fiji 0. Germania a forte rischio.

GIRONE D – Portogallo verso il passaggio del turno: 2-1 in rimonta all’Honduras e punteggio pieno grazie alle realizzazioni di Figueiredo (22′) e Paciencia (36′). Gol lampo, illusorio, per Elis al 1′ di gioco. Rientra in corsa l’Argentina, sconfitta giovedì proprio dai lusitani. Contro l’Algeria, in una gara condizionata da un’espulsione a testa, decidono i pezzi da novanta Angel Correa (47′) e Jonathan Calleri (70′). La situazione del gruppo a una partita dalla fine: Portogallo 6, Honduras 3, Argentina 3, Algeria 0.