Rio 2016 - Nicolai e Lupo vogliono una medaglia

In semifinale ci sarà il revival dell'ultima finale dell'Europeo. Gli italiani infatti incontreranno Semenov e Krasilnikov, battuti 2-1 qualche mese fa ed incontrati quattro volte in stagione.

Rio 2016 - Nicolai e Lupo vogliono una medaglia
Rio 2016 - Nicolai e Lupo vogliono una medaglia

I campioni europei, coloro che si accendono quando in palio ci sono delle medaglie. Dopo aver eliminato Carambula e Ranghieri negli ottavi di finale, il duo italiano Nicolai/Lupo supera in tre set i russi Barsouk e Liamin e si qualifica per le semifinali. Dopo aver vinto il primo set 21-18, gli italiani si sono fatti sorprendere 20-22, salvo poi riprendersi nell'ultimo set e vincere anche abbastanza in scioltezza 15-11. Decisiva la prestazione di Nicolai che ha realizzato ben 5 ace.

Bisogna ammettere che il sorteggio è stato fortunato con le 4 coppie più temibili tutte situate nella parte bassa del tabellone. Si sono incontrati nei quarti infatti i brasiliani Alison/Bruno e gli americani Dalhausser/Lucena (le due coppie considerate contendenti per l'oro) e i secondi hanno avuto la peggio, dovendo salutare la corsa per le medaglie. Eliminata anche una delle due coppie olandesi Nummerdor/Varenhorst, battuti nel derby dagli altri olandesi Brouwer/Meeuwsen.

Ora sulla loro strada troveranno un'altra coppia russa, quella composta da Semenov e Krasilnikov che hanno eliminato Diaz e Gonzalez. Quattro i precedenti stagionali e gli italiani hanno vinto tre volte. L'ultimo scontro è avvenuto nella finale dell'Europeo, quando gli italiani si sono affermati campioni d'Europa vincendo 2-1 (21-15, 13-21, 15-12). Sarà una partita tesa da non sottovalutare, ma gli italiani devono farcela per qualificarsi alla finale.

Nella notte sono previste oltre alle due semifinali maschili anche le due femminili, rispettivamente tra le americane Ross/Walsh e le brasiliane Bednarczuk/Seixas e le altre brasiliane Larissa/Talita e le tedesche Ludwig/Walkenhorst.

Ecco le dichiarazioni del post partita della coppia italiana.

Paolo Nicolai: "Prima di tirare le somme abbiamo ancora due partite, poi i conti li faremo alla fine.  Abbiamo affrontato questo torneo dalla seconda partita in poi, come ho già detto tante volte, come tante finali. Adesso ne mancano sicuramente due e noi le affronteremo così punto dopo punto, cercando di fare il meglio possibile. Oggi è stata dura, ma dobbiamo sempre ricordarci che era il quarto di finale delle Olimpiadi". 

Daniele Lupo: "Siamo in semifinale e di questo siamo molto contenti.  Era il nostro obiettivo per cui abbiamo lavorato quattro anni. Per ora stiamo andando alla grande e non vogliamo fermarci. Nel terzo set quando ci hanno rimontato tre punti non abbiamo paura. Sappiamo che loro sono una squadra forte che fa queste giocate. Ci siamo detti di stare tranquilli e poi Paolo è stato molto bravo a risolvere la situazione".